40 migliori film romantici recenti da vedere

Ecco quali sono i migliori film romantici recenti: da A Star is Born ad Adaline per finire a Tuo, Simon, che siano a lieto fine o drammatiche, le storie d'amore appassionano da sempre il grande pubblico.

CLASSIFICA di 26/10/2020
Lost in Translation - L'amore tradotto: Bill Murray e Scarlett Johansson in una scena del film
Lost in Translation - L'amore tradotto: Bill Murray e Scarlett Johansson in una scena del film

Il cinema rappresenta, la maggior parte delle volte, una proiezione della realtà. Raccontando storie di donne e uomini, esso invita a riflettere ed emoziona. In particolare, quando il tema al centro della narrazione è l'amore. Se si vuole parlare di gioie e dolori, non esiste niente di meglio dei film romantici. Magari mentre ci si è abbandonati al divano durante una giornata di pioggia... Ma non vogliamo certo rattristare nessuno in quanto l'amore, per fortuna, regala anche attimi da ricordare, soprattutto quando fuori c'è il sole! Nel cinema più recente, infatti, abbiamo conosciuto e amato opere che hanno segnato le ultime generazioni e che hanno affrontato questo folle sentimento da ogni prospettiva.

Heath Ledger e Jake Gyllenhaal sul set di Brokeback Mountain
Heath Ledger e Jake Gyllenhaal sul set di Brokeback Mountain

In questo articolo, andremo a proporre i film romantici recenti da vedere per la prima volta o, più semplicemente, da riscoprire. Tra questi, alcuni sono arrivati da poco tempo nelle sale; altri, invece, hanno già ritagliato per sé uno spazio rilevante nell'ultimo ventennio cinematografico. Tutti hanno in comune le varie declinazioni dell'amore: quando sboccia, quando viene vissuto intensamente e quando, a volte, finisce. Andiamoli dunque a scoprire: ecco a voi i migliori film romantici recenti da vedere che abbiamo scelto, e buona lettura!

1. A Star Is Born (2018)

A Star is Born: la prima immagine di Bradley Cooper e Lady Gaga
A Star is Born: la prima immagine di Bradley Cooper e Lady Gaga

Jackson "Jack" Maine è un celebre cantante alle prese con la dipendenza da alcol e droga, e riceve l'unico supporto dal fratello maggiore Bobby, suo manager. Una sera, entrando in un locale, nota l'esibizione di Ally, cameriera ma, soprattutto, aspirante cantautrice. Quando i due hanno modo di conoscersi meglio, si confrontano raccontando le proprie delusioni e frustrazioni. Ma l'incontro è un segno del destino per entrambi: Jack potrebbe riavviare la sua carriera musicale, Ally farla finalmente scoccare. E la scintilla dell'amore potrebbe alimentare il futuro dei due...

Opera prima da regista per Bradley Cooper, qui anche interprete insieme a Lady Gaga. Nuova versione del classico È nata una stella del 1937 (seguito dalle pellicole del 1954 e del 1976), A Star is Born si impernia sui due carismatici protagonisti, la cui alchimia è apparsa evidente sia sullo schermo che al di fuori, fino al palco del Dolby Theatre sul quale la cantante e attrice ha eseguito - durante la cerimonia 2019 degli Oscar - la canzone premiata con la statuetta, la splendida Shallow. Il film ha ottenuto complessivamente otto candidature e incassato circa 435 milioni di Dollari nel mondo.

A Star is Born: 5 motivi per i quali il film con Lady Gaga e Bradley Cooper è un instant cult

2. Adaline - L'eterna giovinezza (2015)

Adaline - L'eterna giovinezza: Michiel Huisman con Blake Lively in un'immagine del film
Adaline - L'eterna giovinezza: Michiel Huisman con Blake Lively in un'immagine del film

Adaline Bowman nasce nel 1908 e smette di invecchiare all'età di 29 anni, dopo un misterioso incidente. Una vita normale, negli Stati Uniti degli anni '30, che diventa assolutamente straordinaria, perché l'eterna giovane donna attraversa il secolo, costretta però a cambiare casa e identità ogni volta che qualcuno comincia ad accorgersi che ha sempre lo stesso aspetto fisico, con la paura di inevitabili conseguenze. Adaline vede la figlia Flemming crescere e poi diventare anziana, mentre il tempo trascorre inesorabile per tutti, tranne che per lei. Quando un giorno incontra Ellis, un uomo gentile e affascinante con il quale è amore a prima vista, la determinazione di Adaline nel rimanere da sola comincia a venire meno.

Diretto da Lee Toland Krieger e scritto da J. Mills Goodloe e Salvador Paskowitz, Adaline - L'eterna giovinezza è film che mescola, deliziosamente, elementi fantastici a una elegante storia d'amore. Punto di forza è la protagonista, Blake Lively, che illumina letteralmente lo schermo.

3. Allied - Un'ombra nascosta (2016)

Allied - Un'ombra nascosta: Brad Pitt e Marion Cotillard in un'immagine del film
Allied - Un'ombra nascosta: Brad Pitt e Marion Cotillard in un'immagine del film

Nel 1942, il comandante Max Vatan e l'agente francese Marianne Beausejour ricevono l'incarico di uccidere un ambasciatore tedesco durante un evento mondano a Casablanca. I due si fingono una coppia per tutto il periodo che precede il compimento della missione, ma tra le sabbie del Marocco esplode la vera passione.

Portato a termine l'obiettivo, Max e Marianne si trasferiscono a Londra, dove si sposano e diventano genitori di Anna. Dopo un periodo di apparente tranquillità, mentre la guerra divampa in Europa e minaccia ancora la Gran Bretagna, i superiori di Max lo convocano per affidargli un ingrato compito: dimostrare che sua moglie sia una spia tedesca, stia agendo sotto falso nome e stia portando avanti ordini segreti. I sospetti del controspionaggio britannico gettano nel terrore Max, che dovrà iniziare a indagare sulla donna che ama senza farle supporre alcunché, sperando di non dover scegliere tra il rispetto della divisa e la lealtà che ad essa deve e i sentimenti che nutre per la moglie.

Diretto da Robert Zemeckis e scritto da Steven Knight, Allied - Un'ombra nascosta conserva un'impostazione narrativa che richiama i classici americani ed europei dello spionaggio degli anni '40 e '50 con una particolare attenzione all'aspetto sentimentale. Vivere un amore travolgente in un'epoca drammatica: è quello che accade ai due protagonisti, fedeli a loro stessi fino alla fine nonostante il mondo che hanno costruito per la loro famiglia si sgretoli progressivamente. Magnifiche interpretazioni di Marion Cotillard e Brad Pitt, nel cast anche Matthew Goode, Jared Harris e Lizzie Caplan. Una candidatura agli Oscar per i costumi di Joanna Johnston.

I 10 migliori film di Marion Cotillard da vedere

4. Amici, amanti e... (2011)

Natalie Portman con Ashton Kutcher nella commedia No Strings Attached
Natalie Portman con Ashton Kutcher nella commedia No Strings Attached

Emma Kurtzman e Adam Franklin si ritrovano dopo vicissitudini sentimentali parecchio sofferte. Lei è un medico, lui un assistente televisivo in un network. Una sera, dopo aver scoperto che il padre sta intrattenendo una relazione con una sua ex, Adam cerca subito una rivalsa ed inizia a contattare quante più ragazze possibile. La mattina seguente, si ritrova proprio a casa di Emma dopo una sbronza e la notte passata lì. Così, superato l'imbarazzo, tra i due scocca la passione e decidono di lasciarsi trasportare dall'attrazione, stabilendo di diventare degli "amici di letto": tanto sesso ma niente sentimenti. Ma sarà davvero così semplice e automatico lasciare l'amore fuori dal loro rapporto?

Diretto da Ivan Reitman e scritto da Elizabeth Meriwether, Amici, amanti e... coniuga i toni della commedia con quelli del film sentimentale, invitando anche a riflettere su alcuni aspetti del rapporto di amicizia e su come esso possa (più spesso di quanto si immagini) rivelarsi piuttosto qualcosa di diverso. Ottima la coppia composta dal Premio Oscar Natalie Portman e da Ashton Kutcher, nel cast anche Kevin Kline e Greta Gerwig. Enorme successo commerciale: budget di circa 25 milioni di dollari, ma incassi internazionali di oltre 149 milioni nel 2011.

Ritratto di Natalie Portman: bimba prodigio, madre galattica, cigno vero

5. Amore & altri rimedi (2010)

Anne Hathaway e Jake Gyllenhaal nel film Love and Other Drugs
Anne Hathaway e Jake Gyllenhaal nel film Love and Other Drugs

Jamie Randall, impenitente scapolo e appassionato seduttore, diventa informatore scientifico e, con la sua sfacciataggine, inizia a ottenere risultati soddisfacenti anche in questo settore. Mentre tutto sembra poterlo portare fino a Chicago, Jamie incontra l'effervescente Maggie, una bellissima e audace artista dallo spirito libero affetta, però, dal morbo di Parkinson in fase iniziale. Tra i due nasce subito un'attrazione che sfocia in passione, ma nessuno dei due sembra intenzionato a fare seriamente. Eppure, si può evitare di amare?

Diretto da Edward Zwick, Amore & altri rimedi è ormai da considerare un cult moderno tra i film sentimentali. Tematiche molto significative e due protagonisti eccezionali, oltre che molto amici nella vita: Anne Hathaway e Jake Gyllenhaal, entrambi candidati al Golden Globe in questa circostanza.

Jake Gyllenhaal: i 10 migliori film di un attore dalle mille sfaccettature

6. Carol (2015)

Carol: Cate Blanchett e Rooney Mara in una scena del film
Carol: Cate Blanchett e Rooney Mara in una scena del film

New York, primi anni '50. Therese Belivet è una ragazza introversa, impiegata in un grande magazzino a Manhattan. Con un talento per la fotografia e tanti progetti, sogna una vita più gratificante e di uscire da un fidanzamento che la opprime. Un giorno, in negozio incontra Carol Aird, una donna sofisticata appartenente all'alta borghesia ma intrappolata in un matrimonio di convenienza. Carol ha ormai deciso per il divorzio dal marito Harge, ma non vuole in alcun modo perdere contatto con l'amata figlia Rindy. Tra Therese e Carol l'attrazione è immediata e, nonostante un'iniziale timidezza soprattutto della giovane, entrambe sentono che la passione - e l'amore - le sta per travolgere.

Diretto da Todd Haynes, scritto da Phyllis Nagy e tratto dal romanzo di Patricia Highsmith, Carol è un film dalla magnifica messa in scena ed è dotato di una rara delicatezza narrativa. L'amore tra due donne in una società bigotta e conservatrice è l'oggetto di uno scandalo che sconvolge tutti i protagonisti del racconto. Protagoniste le splendide Cate Blanchett e Rooney Mara, entrambe candidate agli Oscar (sei nomination in totale per il film) e ai Golden Globe. Da ricordare anche la bellissima colonna sonora composta da Carter Burwell.

Carol e il cinema di Todd Haynes: fra avanguardia ed emozione, in cerca del paradiso

7. Chiamami col tuo nome (2018)

Chiamami col tuo nome: Armie Hammer e Timothée Chalamet in un'immagine tratta dal film
Chiamami col tuo nome: Armie Hammer e Timothée Chalamet in un'immagine tratta dal film

Estate 1983, Lombardia. Elio Perlman (Timothée Chalamet) è un diciassettenne che ama la musica, l'arte, la lettura, e trascorre ogni anno le vacanze nella sua tenuta di campagna insieme al padre (Michael Stuhlbarg), un professore molto rinomato, la madre Annella e la domestica Mafalda. Un giorno, arriva un ragazzo americano prossimo alla laurea, l'affascinante Oliver (Armie Hammer), il quale rinnova la tradizione per la quale ogni estate Mr. Perlman ospiti - per qualche tempo - uno studente al fine di aiutarlo nel completamento del percorso universitario. Inizialmente Oliver è molto espansivo sia con la famiglia Perlman che con gli altri ragazzi di città, mentre Elio, che ne è attratto, fatica ad aprirsi, anche perché impegnato in una timida relazione con la bella Marzia (Esther Garrel), la quale prova per lui un sentimento che non nasconde affatto. Elio, come molti adolescenti, è però confuso, e soprattutto tormentato dal fascino di Oliver, a sua volta sibillino nei confronti del giovane...

Diretto da Luca Guadagnino, scritto da James Ivory e tratto dal romanzo di André Aciman, Chiamami col tuo nome affronta, con la giusta misura e delicatezza, il tema della scoperta dell'amore. Il racconto ha come riferimento un ragazzo molto giovane, intelligente ma inesperto. Sia Oliver che lo stesso Elio sanno che il loro amore è destinato a durare il tempo di un'estate che scorre via veloce nella tranquillità della campagna lombarda (e non della riviera ligure, come nel romanzo di Aciman), dove la purezza delle acque nelle quali i protagonisti si immergono per rinfrescarsi è la stessa dei sentimenti che affiorano; ma non rinunceranno a viverlo. Realizzato attraverso una co-produzione italiana, francese, statunitense e brasiliana, Chiamami col tuo nome ha raccolto una miriade di riconoscimenti in tutto il Mondo, tra i quali spicca l'Oscar alla miglior sceneggiatura adattata.

Chiamami col tuo nome: l'estate calda delle prime volte

8. (500) giorni insieme (2009)

Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel in un'immagine suggestiva del film 500 giorni insieme
Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel in un'immagine suggestiva del film 500 giorni insieme

Tom Hansen (Joseph Gordon-Levitt) è un giovane architetto che ha però trovato lavoro in una società che compila biglietti d'auguri. Quando, un giorno, in ufficio incontra Sole Summer Finn (Zooey Deschanel), nuova assistente del capo, la sua vita viene letteralmente sconvolta. Un colpo di fulmine in piena regola che sfocia in un singolare corteggiamento, e nel coronamento dell'amore. Il problema, apparentemente insormontabile, è la netta differenza caratteriale tra i due, che poco alla volta, li porta a discutere: più sentimentale lui, meno incline a lasciarsi andare lei. I giorni passano e la sofferenza amorosa di Tom diventa sempre più evidente...

Un film dalla costruzione particolare: (500) giorni insieme viene raccontato dalla prospettiva del protagonista e le varie sequenze sono, in una narrazione non lineare, la rappresentazione di diversi giorni tra i cinquecento che hanno caratterizzato la storia d'amore tra Tom e Summer. Diretto da Marc Webb e scritto da Scott Neustadter e Michael H. Weber, (500) giorni insieme si può già considerare un cult contemporaneo, anche grazie alla sagace scelta delle canzoni per la colonna sonora.

La colonna sonora di 500 giorni insieme

9. Cold War (2018)

Cold War: Tomasz Kot e Joanna Kulig in una scena del film
Cold War: Tomasz Kot e Joanna Kulig in una scena del film

Nel secondo dopoguerra polacco, sboccia l'amore tra il musicista Wiktor e la giovane cantante Zula. Incaricato di dirigere il corpo di danza e canto popolare di stato durante un tour di esibizioni all'interno dell'Unione sovietica, Wiktor deve continuamente prestare attenzione a non destare alcun sospetto, e così i due amanti dovranno tenere nascosta la loro storia. Durante un'esibizione a Berlino Est, Wiktor decide di oltrepassare il confine per fuggire dal blocco sovietico ma Zula, venendo meno a quanto egli si aspettasse, non lo seguirà. Così, per i due avrà inizio un lungo viaggio alla ricerca uno dell'altra nell'arco di oltre quindici anni, passando per la frizzante Parigi di fine anni '50 per poi ritornare, infine, nell'ostile Polonia. Ad unirli, nonostante tutto, saranno ancora una volta un'attrazione straordinaria e la passione per la musica.

Pawel Pawlikowski, che ha scritto Cold War insieme a Janusz Glowacki e Piotr Borkowski, ha straordinariamente raccontato una storia d'amore tormentata sia per le circostanze storiche che per il carattere particolare dei due protagonisti, incapaci di vivere insieme nonostante il loro destino sia quello di non lasciarsi più, dopo essersi conosciuti nella desolante Polonia di fine anni '40, prima dilaniata dall'occupazione nazista e poi oppressa ancora una volta dall'avvento comunista. Vicini sotto molti aspetti ma distanti per molti altri, Zula (la magnifica Joanna Kulig) e Wiktor (il bravo Tomasz Kot) vivranno insieme per periodi brevi ma intensi, mentre l'Europa conoscerà divisioni politiche incolmabili, come del resto accade per il loro travagliato e straziante amore. Stupenda la fotografia in bianco e nero di Lukasz Zal, fondamentale il montaggio di Jaroslaw Kaminski, soprattutto nell'intermezzo parigino. Cold War ha ottenuto tre candidature agli Oscar 2019 e un successo unanime di critica, già ampio dopo la vittoria di Pawlikowski a Cannes per la miglior regia.

Cold War, la recensione: l'amore è la vera guerra fredda

10. Colpa delle stelle (2014)

Colpa delle stelle: Shailene Woodley in un momento di tenerezza con Ansel Elgort
Colpa delle stelle: Shailene Woodley in un momento di tenerezza con Ansel Elgort

Hazel Grace Lancaster (Shailene Woodley) e Gus Waters (Ansel Elgort) sono due giovani con in comune la difficile lotta alla malattia. Si conoscono casualmente e si innamorano, uniti da uno spirito ribelle e dal rifiuto delle convenzioni sociali, oltre che da una spasmodica passione per i libri. Il preferito di Hazel è An Imperial Affliction di Peter Van Houten (Willem Dafoe) e, per questo, ha provato più volte a contattarlo, senza ottenere alcunché. Così, Gus si mette all'opera per cercare di realizzare il suo desiderio e, quando riuscirà nell'intento, riceverà un invito dell'autore per un incontro ad Amsterdam. I due ragazzi partiranno per un viaggio carico di aspettative, nel quale scopriranno ancora di più la vera importanza che l'uno ha per l'altra, nonostante tutto.

Diretto da Josh Boone, scritto da Scott Neustader e Michael H. Weber e tratto dal romanzo di John Green, Colpa delle stelle ha ottenuto un enorme successo internazionale e consacrato i due giovani protagonisti, in una storia drammatica e toccante.

Colpa delle stelle: La colonna sonora

11. Crazy, Stupid, Love (2011)

Steve Carell e Julianne Moore nella commedia Crazy, Stupid Love
Steve Carell e Julianne Moore nella commedia Crazy, Stupid Love

Cal Weaver è sposato con Emily ed è padre di tre figli. Tutto sembra andare per il meglio finché la moglie, un giorno, confessa di averlo tradito, chiedendo immediatamente il divorzio. Cal, così, precipita in una profonda tristezza, che cerca di allontanare iniziando a frequentare locali notturni e persone nuove. Una sera, gli si avvicina un ragazzo affascinante, Jacob Palmer, che offre a Cal l'opportunità di trovare nuove prospettive sentimentali. Lui, da vero dongiovanni, è un esperto in materia... Intanto, attorno a Cal ruotano altre vicissitudini amorose del tutto inaspettate, che coinvolgono anche la sua figlia maggiore Hannah.

Crazy, Stupid, Love, diretto da John Fuqua e scritto da Dan Fogelman, è una deliziosa commedia romantica sugli imprevisti incroci dell'amore. Cast sontuoso composto da Steve Carell, Julianne Moore, Ryan Gosling e Emma Stone, questi ultimi alla prima delle tre storiche interpretazioni in coppia sul grande schermo.

Aspettando l'Oscar per Still Alice, la Top 10 dei grandi ruoli di Julianne Moore

12. Disobedience (2017)

Disobedience Rachel Mcadams Rachel Weisz
Disobedience: Rachel McAdams e Rachel Weisz in un momento del film

Londra. All'interno della comunità ebraica ortodossa si intrecciano le storie di Ronit, una donna affascinante ma soprattutto emancipata e anticonformista, e quella di Esti, più giovane di lei e antico amore giovanile. Ronit è tornata alle sue origini per assistere ai funerali del padre, e qui ritrova Esti, adesso sposata con suo cugino. Ma la scintilla dell'amore che fu arde ancora, e le travolgerà improvvisamente. Ma come potrebbe reagire la loro società estremamente conservatrice?

Diretto da Sebastián Lelio e scritto dal regista insieme a Rebecca Linkiewicz, Disobedience è tratto dall'omonimo romanzo di Naomi Alderman. Un film dalla forma impeccabile e dalla grande intensità drammatica, frutto delle interpretazioni delle due splendide protagoniste: Rachel Weisz e Rachel McAdams.

13. Espiazione (2007)

Keira Knightley e James McAvoy in una scena romantica del film Espiazione
Keira Knightley e James McAvoy in una scena romantica del film Espiazione

Estate 1935. La tredicenne Briony Tallis scopre la relazione segreta tra sua sorella Cecilia e Robbie, figlio di una domestica. Non riuscendo a delineare i contorni della vicenda, interpreta malamente ciò che ha visto come un tentativo di abuso del giovane nei confronti della ragazza. Nel frattempo, presso la dimora dei Tallis arrivano la cugina Lola e i suoi irrequieti fratelli, che quasi subito fuggiranno tra i boschi.

Durante la ricerca di questi ultimi, Briony assiste davvero ad una terribile scena: è proprio Lola a subire violenza sessuale da uno sconosciuto nascosto dalla penombra. La Tallis si persuade che il responsabile sia sempre Robbie. Così, quando gli inquirenti dovranno chiarire la vicenda, il ragazzo sarà ingiustamente incarcerato e sceglierà di partire per il fronte francese, pur di non dover scontare un reato che non ha commesso. Anni dopo, ormai adulta, Briony partirà anch'ella per la guerra come infermiera, mentre Cecilia e Robbie riusciranno a ritrovarsi, nonostante il divampare del conflitto. Quando Briony verrà a conoscenza del vero colpevole della violenza ai danni di Lola, adesso divenuto suo marito, cercherà di espiare i suoi errori e rimediare, ma potrebbe essere troppo tardi.

Diretto da Joe Wright e scritto da Christopher Hampton, Espiazione è tratto dal romanzo di Ian McEwan. Una storia d'amore travagliata e sofferta, con tematiche molto significative al centro della narrazione. Cast sontuoso composto da Keira Knightley, James McAvoy, le giovani Saoirse Ronan e Romola Garai, Vanessa Redgrave, Brenda Blethyn, Juno Temple e Benedict Cumberbatch. Espiazione ha ricevuto sette candidature agli Oscar, altrettante ai Golden Globe e quattordici ai BAFTA. Statuetta dell'Academy e dell'HFPA per Dario Marianelli, autore della magnifica colonna sonora e compositore tra i più celebrati del panorama internazionale, qui alla sua seconda collaborazione con Wright.

Da The Wife a Espiazione, quando il cinema racconta l'arte della scrittura

14. I segreti di Brokeback Mountain (2005)

Jake Gyllenhaal ed Heath Ledger ne I segreti di Brokeback Mountain
Jake Gyllenhaal ed Heath Ledger ne I segreti di Brokeback Mountain

Wyoming, anni '60. Un ricco allevatore ingaggia due giovani per condurre il suo gregge di pecore fino a Brokeback Mountain. Essi sono Jack Twist, dinamico e impaziente cowboy da rodeo, e Ennis del Mar, decisamente introverso e dall'animo sensibile. Dopo alterne vicissitudini durante la missione, tra i due uomini, caratterialmente così diversi ma anche con tanti punti in comune, nasce una tenera e inaspettata storia d'amore. Giunto l'inverno, però, dovranno salutarsi: Ennis sposerà la fidanzata Alma, mentre Jack convolerà a nozze con l'eccentrica Laureen. Ma l'amore conosce risvolti inimmaginabili, e tutti loro lo scopriranno presto...

I segreti di Brokeback Mountain, diretto da Ang Lee e scritto da Larry McMurtry e Diana Ossana, è un meraviglioso racconto imperniato sulla forza inarrestabile dei sentimenti, oltre qualsiasi ostacolo sociale e culturale. Vincitore del Leone d'oro alla Mostra di Venezia del 2005, il film ottenne inoltre tre Oscar (regia, sceneggiatura adattata e colonna sonora) su otto candidature e quattro Golden Globes. Da ricordare la cifra artistica del cast, composto da un quartetto meraviglioso: Jake Gyllenhaal, Anne Hathaway, Michelle Williams e l'indimenticato Heath Ledger. Proprio sul set di Brokeback Mountain, Heath e Michelle si innamorarono e dalla loro relazione nacque la figlia Matilda Rose, il cui padrino al battesimo fu poi lo stesso Gyllenhaal. Idealmente, questo film unisce tutti loro ancora oggi.

Dieci anni senza Heath Ledger: in memoria del cowboy gentile e del Joker maledetto

15. Il curioso caso di Benjamin Button (2008)

Brad Pitt e Cate Blanchett in un'immagine del film Il curioso caso di Benjamin Button
Brad Pitt e Cate Blanchett in un'immagine del film Il curioso caso di Benjamin Button

New Orleans, 1918. La signora Button dà alla luce, per poi morire in seguito, un bambino con una rarissima sindrome. Infatti il piccolo Benjamin, più che un neonato, appare con i lineamenti di un ottantenne. Il padre, sconvolto, lo abbandona dinanzi a una casa di riposo. Qui cresce, sempre intrappolato nel corpo di un anziano, e viene per questo guardato con diffidenza. Più il tempo passa, però, e mentre gli altri anziani che gli stavano attorno muoiono, Benjamin ringiovanisce, riguadagnando i decenni che credeva non avrebbe mai potuto vivere. L'incontro con la dolce Daisy rappresenterà un legame che lo accompagnerà per tutta la sua particolare esistenza.

Diretto da David Fincher, scritto da Eric Roth e Robin Swicord, e tratto dal racconto di Francis Scott Fitzgerald, Il curioso caso di Benjamin Button unisce elementi drammatici e fantastici in una storia appassionante e unica, interpretata da Brad Pitt e Cate Blanchett. Tredici candidature agli Oscar (con tre statuette tecniche ottenute) e cinque ai Golden Globes, a fronte di un incasso globale di oltre 330 milioni di Dollari.

Brad Pitt: i 10 migliori film di un premio Oscar

16. Il diario di Bridget Jones (2001)

Il Diario Di Bridget Jones
Il diario di Bridget Jones: una scena del film

Bridget Jones è una trentenne single, insoddisfatta e in lotta con il proprio aspetto fisico. Gli unici sostegni sono i suoi amici Jude, Shazzer e Tom. Bridget tradisce un certo nervosismo anche per il fatto di essere innamorata follemente del suo capo, l'affascinante donnaiolo Daniel Cleaver, che ritiene praticamente irraggiungibile. Nell'avvicinarsi delle festività, Bridget si sente ancora più sola ma, alla cena di Capodanno a casa di sua madre, incontra l'intrigante avvocato Mark Darcy. Così, comprende che le possibilità per trovare la felicità possono essere tante e inizia a prendersi più cura di sé stessa, appuntando gli sfoghi personali e i progressi su un diario...

Cult della commedia sentimentale degli anni Duemila: Il diario di Bridget Jones, per la regia di Sharon Maguire, è tratto dal romanzo di Helen Fielding, che ha curato la sceneggiatura insieme a Richard Curtis e Andrew Davies. Protagonista una esplosiva Renée Zellweger, candidata per il ruolo a Oscar, Golden Globe e BAFTA. A completare uno dei triangoli più divertenti del cinema due gentlemen britannici, Hugh Grant e Colin Firth. Il film avrà anche due sequel: Che pasticcio, Bridget Jones! (2004) e Bridget Jones's Baby (2016).

Renee Zellweger: i 10 migliori film dell'attrice

17. Il filo nascosto (2017)

Il filo nascosto: Daniel Day-Lewis e Vicky Krieps in un'immagine del film
Il filo nascosto: Daniel Day-Lewis e Vicky Krieps in un'immagine del film

Londra, primi anni '50. L'atelier di Reynolds Woodcock e della sorella Cyril rappresenta un riferimento della moda britannica: esponenti della Casa Reale e la créme dell'alta società si fanno vestire qui. Lo stile di Reynolds è indubbio, e l'attenzione al particolare che egli mette in ogni sua creazione è il marchio di fabbrica che lo contraddistingue. Woodcock ama svestire idealmente ogni donna che gli si rivolge e cucire addosso ad esse quanta più meraviglia possibile, tradotta in stoffe preziose e abiti unici. Ma l'uomo è anche uno scapolo impenitente che fa della propria vita una continua ricerca della perfezione, con una cura maniacale al dettaglio e un carattere scontroso e scostante. Le donne entrano ed escono molto rapidamente dalla sua casa, e solo Cyril riesce a comprenderlo, nella sua complessità, anche grazie a un atteggiamento austero e distaccato. Finché, un giorno, conosce in un ristorante una cameriera, Alma, che lo attira al primo sguardo per la sua raffinatezza e timidezza. La ragazza ricambia e in poco tempo sembra scoccare l'amore, ma capirà molto presto che non è semplice avere l'attenzione di Reynolds: sarà necessario accettare una sfida sul filo della tensione...

Il filo nascosto è un omaggio al cinema in tutta la sua bellezza. Ogni fotogramma è una precisa scelta stilistica, e il risultato finale è un dipinto, così come Paul Thomas Anderson l'ha pensato, sia sotto l'aspetto tecnico che della scrittura. Si parla di amore, di perfezionismo, di ossessione per il dettaglio che condiziona il lavoro (in positivo) e la vita in generale, soprattutto (in negativo) sul lato sentimentale. Il maestro e la sua musa, la contrapposizione di due anime che sembrano così differenti in un primo momento ma che in realtà si inseguono, si scontrano e si rincorrono l'un l'altra, arrivando ai limiti estremi. Cast di prim'ordine con un protagonista strepitoso quale Daniel Day-Lewis, ancora una volta candidato all'Oscar e al Golden Globe (e attualmente deciso al ritiro dalle scene dopo questa interpretazione). Accanto a lui, magnifiche Vicky Krieps e Leslie Manville. Sei nomination agli Oscar nel complesso, con la statuetta ottenuta per i bellissimi costumi di Mark Bridges (giunto alla sua seconda affermazione).

Da Il filo nascosto a Magnolia: il cinema di Paul Thomas Anderson in 8 grandi sequenze

18. Il lato positivo - Silver Linings Playbook (2012)

Bradley Cooper e Jennifer Lawrence ne L'orlo argenteo delle nuvole
Bradley Cooper e Jennifer Lawrence ne L'orlo argenteo delle nuvole

Patrick "Pat" Solitano ha appena concluso un percorso all'interno di un istituto psichiatrico, essendo affetto da disturbo bipolare. È andato in crisi quando la moglie lo ha tradito e lui lo ha scoperto direttamente. Tornato a casa, lo attendono con molte perplessità il padre Pat Sr., tifoso dei Philadelphia Eagles con il sogno di aprire un ristorante, e l'apprensiva madre Dolores. Eppure, tra un guaio e l'altro, Pat vuole soltanto riprendersi la propria vita. Determinato a farlo superando i propri limiti, incontrerà per la sua strada la bellissima Tiffany Maxwell, una giovane vedova che si è gettata in un'esistenza sregolata dalla quale vorrebbe a sua volta risollevarsi...

Otto candidature al Premio Oscar, quattro ai Golden Globe: in entrambe le occasioni premiata Jennifer Lawrence, per l'interpretazione che l'ha consacrata. Il lato positivo - Silver Linings Playbook è un film che racchiude gli elementi più consoni al suo regista e sceneggiatore, David O. Russell. Il quale, come da suo marchio di fabbrica, impernia la narrazione su un cast di straordinaria forza: oltre alla citata JLaw, anche Bradley Cooper, Robert De Niro, Jacki Weaver e Chris Tucker.

Bradley Cooper, Il lato positivo di essere una star

19. Il velo dipinto (2006)

Edward Norton e Naomi Watts in una scena del dramma Il velo dipinto
Edward Norton e Naomi Watts in una scena del dramma Il velo dipinto

Anni Venti del secolo scorso. Una coppia britannica, composta dal medico Walter Fane e dalla moglie Kitty, giunge a Shanghai. In realtà, il loro matrimonio è nato sotto cattive prospettive: Walter appartiene al ceto medio ed è molto occupato dal lavoro; Kitty proviene dall'alta borghesia e non è mai stata convinta della loro unione. In Cina, inoltre, Kitty avvia una relazione con il vice console Charles Townsend. Quando Walter scopre il tradimento, spinto dalla ripicca, assume il grave incarico di inviato in un villaggio sperduto, devastato da un'epidemia estremamente letale. Laggiù, lontani dalla vita alla quale erano abituati, Kitty sembra iniziare a comprendere la statura dell'uomo che si trova accanto.

Diretto da John Curran e scritto da Ron Nyswaner (tratto dal romanzo di W. Somerset Maugham), Il velo dipinto affronta tematiche di coppia molto importanti, per di più messe a dura prova da una situazione fortemente drammatica. Splendide interpretazioni di Naomi Watts e Edward Norton. Golden Globe alla colonna sonora composta da Alexandre Desplat.

Edward Norton: i 10 migliori film dell'attore

20. Io prima di te (2016)

Io prima di te: Sam Claflin ed Emilia Clarke in una scena del film
Io prima di te: Sam Claflin ed Emilia Clarke in una scena del film

Louisa 'Lou' Clark (Emilia Clarke) è una ragazza di saldi principi e dedita alla famiglia, che si trova in una situazione economica non florida. Nonostante tutto, però, non perde occasione di coltivare una personalità frizzante. Dopo aver subìto il licenziamento dal locale presso cui lavorava, Lou accetta la proposta della ricca famiglia Traynor, che cerca un'assistente da dedicare al giovane Will (Sam Claflin), costretto su una sedia a rotelle dopo un incidente. Nonostante pensi di non essere all'altezza del compito, Lou accetta, pur di riuscire a portare a casa un lauto compenso. Inizialmente, però, Will si presenta indisponente e riluttante ad accettare la compagnia della ragazza, ma poco alla volta la caparbietà di Lou riuscirà a cambiare la situazione, tanto che i due finiranno per sostenersi vicendevolmente. Finché scoccherà la scintilla dell'amore...

Diretto da Thea Sharrock e scritto da Jojo Moyes (la quale lo ha tratto dal proprio romanzo), Io prima di te ha ottenuto un ottimo successo internazionale grazie all'alchimia perfetta tra i due protagonisti e a una narrazione che conserva il giusto equilibrio tra dramma e romanticismo.

Emilia Clarke: tutte le follie di Daenerys

21. L'amore ai tempi del colera (2007)

Bardem in una scena de L'amore ai tempi del colera
Bardem in una scena de L'amore ai tempi del colera

Cartagena. Florentino Ariza (Javier Bardem), poeta e impiegato al telegrafo, incontra la donna che potrebbe cambiare la sua vita: è Fermina Daza (Giovanna Mezzogiorno), che scorge dalle finestre della villa del padre. Grazie ad una serie di lettere appassionate, Florentino riesce a conquistare i sentimenti della ragazza. L'unico ostacolo è il padre di Fermina, che giura a sé stesso che mai avrebbe acconsentito a questa relazione. Così, costringe la figlia a sposare un aristocratico, il rinomato medico Juvernal Urbino (Benjamin Bratt), il quale la conduce fino a Parigi. Dopo qualche anno, Fermina fa ritorno a Cartagena, e Florentino non l'ha mai dimenticata...

Diretto da Mike Newell e scritto da Ronal Harwood, L'amore ai tempi del colera è tratto dal celebre romanzo di Gabriel García Márquez. Una storia d'amore senza tempo.

I 20 migliori film tratti da libri

22. La forma dell'acqua - The Shape of Water (2017)

The Shape of Water: Richard Jenkins e Sally Hawkins in una foto del film
The Shape of Water: Richard Jenkins e Sally Hawkins in una foto del film

Sullo sfondo della Guerra Fredda e della corsa allo spazio dei primi anni '60, in un laboratorio segreto statunitense lavora Elisa (Sally Hawkins), una donna timida e riservata, intrappolata in una vita di solitudine dal mutismo. Soltanto la compagnia dell'amico pittore e vicino di casa Giles (Richard Jenkins) riesce a condire le giornate della donna. Ma tutto cambia quando, insieme alla collega Zelda (Octavia Spencer), Elisa scopre una creatura marina che gli americani hanno catturato: ufficialmente ritenuto come uno strano esperimento non classificato, l'essere dimostra invece di possedere estrema intelligenza e soprattutto la capacità di provare dei sentimenti. Gli stessi che la dolce Elisa sembra avvertire verso quella creatura indifesa.

Diretto da Guillermo del Toro e scritto dal regista insieme a Vanessa Taylor, La forma dell'acqua - The Shape of Water è una fiaba moderna nello stile dell'autore messicano, che qui ha anche omaggiato il cinema classico con alcune argute citazioni e raccontato una storia d'amore assolutamente straordinaria. Vincitore del Leone d'oro 2018 alla Mostra di Venezia, il film ha poi ottenuto quattro Oscar (miglior opera, miglior regia, scenografia e miglior colonna sonora, firmata Alexandre Desplat) su tredici nomination, due Golden Globe e due BAFTA.

Guillermo Del Toro: 50 anni di mostri

23. La La Land (2016)

La La Land: Emma Stone e Ryan Gosling in un momento del film
La La Land: Emma Stone e Ryan Gosling in un momento del film

Mia vorrebbe diventare un'attrice, Sebastian un pianista jazz affermato in un locale tutto suo. Los Angeles sarà lo splendido sfondo del loro amore e dei loro desideri, che dovranno però anche confrontarsi con la realtà.

Ad accompagnarli le favolose musiche di Justin Hurwitz e brani quali City of Stars, Audition e Someone in the crowd. Un film da vedere e rivedere all'infinito. Un instant cult che ha coinvolto un ampio pubblico e resta nei cuori di chi lo ha amato fin dalla prima visione. La La Land racchiude in sé tutta l'essenza del grande schermo sul piano narrativo, artistico e tecnico. La contemporaneità del film si ritrova anche nell'amore tra Mia e Sebastian, interpretati dai magnifici Emma Stone e Ryan Gosling. La loro unione nasce per caso, cresce dolcemente, incontra le difficoltà che la vita moderna pone alle persone che coltivano delle ambizioni: a volte le scelte possono fare male.

Candidato a quattordici Premi Oscar, ne ha vinti sei, tra i quali spiccano la statuetta a Damien Chazelle per la regia, a Emma Stone per la sua formidabile interpretazione e a Justin Hurwitz per la storica colonna sonora. Fa ancora adesso rumore la scandalosa mancata assegnazione dell'Oscar al miglior film. Sarà il film manifesto per diverse generazioni.

La La Land e l'elogio della nostalgia: Here's to the ones who dream

24. La teoria del tutto (2014)

Theory of Everything: Eddie Redmayne e Felicity Jones in una suggestiva immagine
Theory of Everything: Eddie Redmayne e Felicity Jones in una suggestiva immagine

Gran Bretagna, anni '60. Stephen Hawking è il più brillante e promettente studente di cosmologia di Cambridge. Mentre il percorso accademico procede per il meglio e sta per spalancargli un futuro luminoso in ambito scientifico, Stephen viene colpito da una malattia genetica che, a parere dei medici, potrebbe condurlo presto alla fine. Ma il ragazzo ha una tempra non comune e un'intelligenza superiore. Grazie alla straordinaria forza d'animo Hawking completa gli studi e avvia una brillante carriera, che in pochi anni lo porterà a diventare uno dei più grandi fisici mai esistiti, capace di raggiungere risultati e scoperte incredibili, e lo insignirà del più grande riconoscimento: essere ritenuto il vero successore di Albert Einstein. Ma, accanto a lui, Stephen ha avuto per anni una donna di altrettanto carattere e determinazione: Jane Wilde, sua moglie e madre dei loro tre splendidi figli. Nonostante l'amore un giorno finirà, nessuno sarà mai importante quanto Jane nella vita straordinaria di Hawking.

Diretto da James Marsh e scritto da Anthony McCarten, La teoria del tutto è basato sul libro autobiografico della stessa Jane Hawking, dal titolo Travelling to Infinity: My Life with Stephen. Candidato a cinque Oscar, tre Golden Globe e dieci BAFTA, il film ha consacrato il talento di Eddie Redmayne con un trionfo di statuette: semplicemente perfetto nel rendere omaggio al genio di Hawking e alla sofferenza che ha accompagnato la sua esistenza. Ma è altrettanto magnifica l'interpretazione di Felicity Jones nel ruolo di Jane: anch'ella candidata a un Oscar che avrebbe certamente meritato di vincere, il suo personaggio è la chiave di volta narrativa nella seconda parte dell'opera, con l'attrice britannica deliziosamente equilibrata nel renderlo sullo schermo. Toccante e significativo, il film punta decisamente l'attenzione sull'approfondimento della vita sentimentale di Hawking rispetto alla trattazione dei risvolti scientifici che hanno reso fondamentale il suo contributo all'umanità.

Trasformazioni da Oscar: Da Nicole e Charlize a Christian Bale e Eddie Redmayne

25. La vita di Adele (2013)

La vita di Adele: Léa Seydoux insieme a Adèle Exarchopoulos in una scena
La vita di Adele: Léa Seydoux insieme a Adèle Exarchopoulos in una scena

Adèle (Adèle Exarchopoulos) è una quindicenne piena di vita e desideri. La storia con Thomas non racconta un vero sentimento, a differenza dell'amore esplosivo e travolgente che vivrà con Emma (Léa Seydoux), una ragazza dai capelli blu che conosce in un locale e con la quale attraversa l'adolescenza. Adèle vuole diventare una maestra e ricambiare ai piccoli quello che ha imparato; Emma vuole invece consacrarsi come artista e pittrice. Ma le loro strade potrebbero dividersi, con il passare del tempo e con nuove conoscenze ed esperienze ad attendere entrambe.

Diretto da Abdellatif Kechiche e tratto dal romanzo a fumetti Il blu è un colore caldo di Julie Maroh, La vita di Adele è stato premiato con la Palma d'oro a Cannes nel 2013 e ha ottenuto tantissimi altri riconoscimenti di critica e pubblico. Pur nello stile controverso e nella regia molto discussa di Kechiche (comprese lunghissime sequenze erotiche che fecero scalpore), il film rappresenta un manifesto di libertà e amore senza pregiudizi, nel vivere l'adolescenza seguendo l'istinto e le passioni.

26. Lei (2013)

Her: Joaquin Phoenix nei panni di Theodore in una scena del film
Her: Joaquin Phoenix nei panni di Theodore in una scena del film

Los Angeles, in un prossimo futuro. Theodore ha il cuore spezzato dopo il divorzio da Catherine, sua compagna da quando erano ancora molto giovani. L'uomo si guadagna da vivere scrivendo lettere per gli altri, cercando di evadere dalla propria sofferenza. Qualcosa cambia quando acquista un sistema informatico di nuova generazione, progettato per soddisfare tutte le esigenze dell'utente. L'anima del sistema operativo è l'imprevedibile Samantha, che si dimostra sensibile, profonda e divertente. Theodore, letteralmente conquistato da lei, ne resterà affascinato tanto da innamorarsi, ma non valuterà subito le conseguenze del suo comportamento...

Candidato a cinque Oscar e tre Golden Globe, vincendo in entrambi gli eventi per la miglior sceneggiatura, Lei, scritto e diretto da Spike Jonze, unisce la realtà effettiva con quella virtuale, raccontando molto del mondo contemporaneo, dove anche l'amore può vivere forme diverse rispetto ai rapporti convenzionali. Accanto a un grande Joaquin Phoenix, nella versione originale la voce di Samantha è quella di Scarlett Johansson, che esprime magnificamente tutti gli aspetti di un personaggio a suo modo indimenticabile.

Joaquin Phoenix: i migliori film dell'attore

27. Like Crazy (2011)

Anton Yelchin e Felicity Jones in una tenera immagine tratta dal dramma romantico Like Crazy
Anton Yelchin e Felicity Jones in una tenera immagine tratta dal dramma romantico Like Crazy

La britannica Anna Gardner e lo statunitense Jacob Helm frequentano lo stesso college in America. Qui si incontrano, si conoscono e s'innamorano perdutamente. Tanto che, dopo aver conseguito il diploma, la ragazza decide di restare negli States, riuscendo a ritagliarsi ancora un po' di tempo prima di far ritorno a casa.

Al termine dell'estate, Anna rientrerà comunque a Londra per partecipare al matrimonio della sorella. In seguito, tornando ancora una volta a Los Angeles, si imbatterà in un imprevisto, poiché le verrà negato l'accesso a causa della permanenza troppo lunga in USA nella precedente occasione, tanto da far scadere il visto. Così, i due innamorati dovranno fare il possibile per aggirare la burocrazia americana e le leggi sull'immigrazione. Ma il tempo passa e Jacob troverà dei sbocchi lavorativi inattesi, che lo faranno dubitare dell'opportunità di trasferirsi a Londra per amore di Anna. La relazione a distanza metterà entrambi a dura prova. Diretto da Drake Doremus e scritto dal regista con Ben York Jones, Like Crazy è un piccolo gioiello certamente da riscoprire. Alla sua uscita, ha inoltre ottenuto due riconoscimenti al Sundance Film Festival: Gran Premio della Giuria per la pellicola e Premio Speciale della Giuria per Felicity Jones, splendida protagonista qui nel ruolo che le ha permesso di ottenere la ribalta internazionale. Insieme all'attrice britannica, nel cast anche una ancor più giovane Jennifer Lawrence e soprattutto il compianto Anton Yelchin, attore di brillante talento scomparso in infauste circostanze nel 2016.

Anton Yelchin, da Star Trek a Like Crazy: 10 ruoli indimenticabili

28. Lost in translation - L'amore tradotto (2003)

Bill Murray con Scarlett Johansson in Lost in Translation - L'amore tradotto
Bill Murray con Scarlett Johansson in Lost in Translation - L'amore tradotto

Bob e Charlotte sono due americani che si trovano attualmente a Tokyo. Lui è una star del cinema che deve girare uno spot pubblicitario, lei è una giovane donna già provata dal matrimonio con un fotografo. Bob e Charlotte si conoscono, casualmente, nel bar dell'hotel ove alloggiano, e nasce subito un'amicizia. Tra incontri particolari e situazioni stravaganti, scopriranno di avere a disposizione diverse possibilità per nuovi orizzonti nella loro vita.

Scritto e diretto da Sofia Coppola, Lost in translation - L'amore tradotto ha convinto pubblico e critica, consacrando il talento della regista e autrice statunitense (figlia d'arte), premiata con l'Oscar per la sceneggiatura nel 2004. Il film ottenne altre tre candidature dall'Academy e cinque nomination ai Golden Globe, fra cui la prima in carriera per Scarlett Johansson, perfetta in coppia con Bill Murray. Una storia d'amore particolare, suggellata da un finale dalla bellezza sensazionale.

Sofia Coppola: da L'inganno a Lost in Translation, quando il cinema è femminile

29. Love Actually - L'amore davvero (2003)

Love Actually Hugh Grant
Love Actually: Hugh Grant in una scena del film

Se la commedia corale contemporanea ha toccato l'apice, esso è stato probabilmente raggiunto con Love Actually - L'amore davvero, film scritto e diretto da Richard Curtis, autore di riconosciuto talento.

Nel periodo delle festività natalizie, alcune coppie britanniche sono alle prese con crisi sentimentali più o meno profonde; altre storie, invece, potrebbero nascere inaspettatamente. Tra i personaggi in scena troviamo il cantante Billy Mack (interpretato da Bill Nighy); i due amici - ma non troppo - Juliet (Keira Knightley) e Mark (Andrew Lincoln); l'appena tradito Jamie (Colin Firth) che fugge all'estero e troverà una rinascita sentimentale; l'insoddisfatta Karen (Emma Thompson), che capirà di aver prestato poca attenzione al marito Harry (Alan Rickman) e forse persino al fratello David (Hugh Grant), appena subentrato come Premier a Downing Street e alle prese con una inattesa storia d'amore, che lo ispirerà. E poi conosciamo il vedovo Daniel (Liam Neeson), che dovrà preoccuparsi adesso dei primi amori del giovane figlio Sam; la segretaria Sarah (Laura Linney), che dovrà scegliere tra l'amore per Karl e quello per la famiglia; e le controfigure di attori pornografici, John (Martin Freeman) e Judy (Joanna Page), che impareranno a distinguere tra veri sentimenti e quelli artefatti dei set che frequentano.

La colonna sonora di Love Actually

30. Mamma Mia! (2008)

Meryl Streep con Amanda Seyfried in una scena del musical Mamma Mia!
Meryl Streep con Amanda Seyfried in una scena del musical Mamma Mia!

La giovane Sophie Sheridan gestisce un albergo sull'isola di Kalokairi, in Grecia, insieme alla madre Donna. Nonostante stia per convolare a nozze con il fidanzato Sky, Sophie non è del tutto felice, poiché il suo desiderio più grande è quello di essere accompagnata sull'altare dal padre, che però non ha mai conosciuto.
Ritrovando il diario della madre, però, Sophie scopre come Donna abbia avuto tre relazioni diverse proprio nel periodo nel quale l'ha concepita. Così, all'insaputa di tutti, la ragazza manda a ciascuno di loro l'invito al suo matrimonio, per riuscire a scoprire chi sia il padre che sta cercando. Mentre il grande evento si avvicina, sull'isola arrivano sia le migliori amiche di Donna (con le quali formava un gruppo musicale anni prima) che le damigelle di Sophie. Insieme a loro, però, si presentano anche i tre attesissimi invitati: l'architetto Sam Carmichael, il banchiere Harry Bright e lo scrittore Bill Anderson. Mentre l'emozione per l'incontro si mescola al timore di aver compiuto una scelta avventata, i dubbi aumentano, in quanto nemmeno Donna è sicura su chi dei tre sia il padre di sua figlia...

Basato sullo spettacolo teatrale di Catherine Johnson, a sua volta imperniato sulle canzoni del gruppo svedese degli ABBA, Mamma Mia! rappresenta una perfetta fusione tra commedia, musical e film romantico, grazie alla spumeggiante regia di Phyllida Lloyd e ad un cast sensazionale, composto da Amanda Seyfried, Meryl Streep, Colin Firth, Pierce Brosnan, Stellan Skarsgård, Dominic Cooper e Julie Walters. Candidato a due Oscar e tre Golden Globe, il film ha incassato circa 573 milioni di dollari al botteghino internazionale. Nel 2018 è arrivato anche il sequel Mammia Mia! Ci risiamo, il quale non ha però ottenuto il medesimo successo del primo capitolo.

10 anni di Mamma Mia!: il musical che ha fatto scatenare Meryl Streep (e noi con lei)

31. Moulin Rouge! (2001)

Satine e Christian finalmente uniti in Moulin Rouge
Satine e Christian finalmente uniti in Moulin Rouge

Parigi, 1899. Christian (Ewan McGregor) è un giovane scrittore inglese che sogna di affermarsi raccontando i sentimenti, in un'epoca di ideali e sogni da realizzare. In cerca di ispirazione, il ragazzo arriva nel quartiere bohémien di Pigelle. Qui si introduce nel Moulin Rouge, celebre locale notturno parigino la cui stella indiscussa è Satine (Nicole Kidman), bellissima ballerina e cantante. Mentre l' impresario Zidler (Jim Broadbent) cerca di ottenere fondi dal cinico Duca di Monroth (Richard Roxburgh), Christian gli propone la sua idea di spettacolo. L'incontro successivo con Satine, però, rappresenterà la vera svolta per il Moulin Rouge e soprattutto per Christian, che si innamorerà follemente di lei...

Diretto da Baz Luhrmann e scritto dal regista australiano insieme a Craig Pierce, Moulin Rouge! è uno dei film più significativi dei primi anni Duemila. Un carosello inarrestabile di canzoni, balli, luci e colori che sono valsi otto candidature agli Oscar e due statuette (scenografia e costumi). Un dramma sentimentale nella tradizione più classica delle fiabe: i due protagonisti, altre figure a loro vicine, un antagonista senza scrupoli. Sfolgorante l'interpretazione di Nicole Kidman, qui nel periodo d'oro della sua carriera.

Da Mamma mia! a Moulin Rouge!, la rinascita del musical negli anni 2000

32. Notting Hill (1999)

Notting Hill 12
Notting Hill: una scena con Julia Roberts e Hugh Grant

William Thacker è il proprietario di una libreria nel quartiere londinese di Notting Hill. Un giorno, tra gli scaffali irrompe l'attrice cinematografica Anna Scott ma, per sbaglio, Will le getta addosso del succo d'arancia. Invitandola a cambiarsi nel suo appartamento, lì Anna lo bacia improvvisamente. Per rimediare al suo comportamento, l'attrice invita Will nella sua camera d'albergo ma, per un nuovo imprevisto, il libraio si ritrova coinvolto in una conferenza stampa e poi a una serata glamour. I due, un po' alla volta, sembrano volersi lasciare andare, ma il destino li farà nuovamente allontanare...

Dopo l'iconico Pretty Woman (1990) e Il matrimonio del mio migliore amico (1997), i ruggenti anni '90 di Julia Roberts si conclusero con un'altra commedia romantica che appassionò il pubblico. In questa occasione, l'attrice statunitense recitò insieme a Hugh Grant, andando a comporre una coppia indimenticabile. Notting Hill, diretto da Roger Michell e scritto da Richard Curtis, si immerge nella Londra contemporanea e racconta una storia d'amore che tutti vorremmo vivere: elementi che ne hanno decretato l'enorme successo. Tanti premi conquistati in Gran Bretagna e, soprattutto, tre candidature ai Golden Globe.

Notting Hill: le 10 scene più belle del film

33. One Day (2011)

Sturgess e Hathaway in una sequenza del romantico One Day
Sturgess e Hathaway in una sequenza del romantico One Day

Nel 1988, nel giorno della loro laurea, Emma Morley e Dexter Mayhew avviano un'amicizia del tutto straordinaria. Nonostante profonde differenze di carattere e di visione delle cose (lei è una sognatrice e spera di aiutare gli altri, lui è decisamente meno attento alle grandi questioni della vita), si ritroveranno continuamente, senza mai riuscire ad afferrarsi l'un l'altro. Dopo venti anni, e dopo aver vissuto i momenti cruciali della loro esistenza, capiranno che ciò che cercavano era lì, pronto ad essere agguantato.

Diretto da Lone Scherfig e scritto da David Nicholls (che ha tratto l'adattamento dal suo romanzo), One Day è un film di estrema delicatezza ma per molti versi straziante. Racconta la storia di un amore così vicino, ma anche irraggiungibile come la vera felicità, che fa riflettere sulle occasioni che la vita propone e che spesso non vengono colte in tempo. Ma narra anche di quel filo sottile che può unire due persone per sempre, oltre ogni avversità. Magnifiche interpretazioni della coppia composta da Anne Hathaway e Jim Sturgess. Da ricordare anche la struggente colonna sonora di Rachel Portman.

34. Passengers (2016)

Passengers: Jennifer Lawrence e Chris Pratt in una scena
Passengers: Jennifer Lawrence e Chris Pratt in una scena

Durante un viaggio interstellare che prevede una rotta lunga 90 anni per coprire la distanza fra la Terra e il pianeta Homestead II, sulla nave Avalon uno dei passeggeri vaga solitario: è Jim Preston (Chris Pratt) il quale, nonostante fosse ibernato (così come gli altri cinquemila individui a bordo) per "congelare" il trascorrere del tempo, viene svegliato da un guasto tecnico alla sua postazione. Essendo chiaro che è destinato a morire durante il viaggio, cerca di rimediare in qualunque modo. Ma, pur avendo a disposizione l'intera lussuosa nave e non trovando una soluzione, si dà quasi per vinto finché, per caso, i suoi occhi finiscono sulla bellissima Aurora Lane (Jennifer Lawrence), una scrittrice benestante. Jim, provato dalla solitudine, non resiste e la sveglia. Aurora, ignara di tutto, fatica a comprendere la situazione, ma tra loro sarà subito amore. Nel frattempo la Avalon si dimostrerà affatto sicura, oltre che difettosa.

Diretto da Morten Tyldum e scritto da Jon Spaiths, Passengers propone spunti molto interessanti e mescola fantascienza a romanticismo, nonostante qualche limite evidente di scrittura quando si addentra nella profondità della narrazione. Eppure i motivi di interesse non mancano: su tutti un comparto tecnico notevole (effetti visivi eccellenti e bellissime scenografie, candidate all'Oscar) e soprattutto due protagonisti iconici quali Jennifer Lawrence e Chris Pratt.

Jennifer Lawrence: il nudo e la violenza, poi l'impegno. La ragazza di fuoco diventa adulta

35. Piccole donne (2019)

Little Women Photos Ss02
Little Women: Saoirse Ronan e Timothée Chalamet in una foto del film

Interessante e raffinata trasposizione del romanzo di Louisa May Alcott. Piccole Donne, scritto e diretto da Greta Gerwig, si caratterizza per una messa in scena che coinvolge e commuove. Convince l'attenzione per i dettagli nel cogliere le sensazioni delle protagoniste (con loro si può ridere, piangere e riflettere) e la gestione dei tempi narrativi, con un racconto che si chiude dal punto in cui era iniziato e nel mezzo incrocia presente e passato, rendendo sempre attuali le emozioni dei personaggi. Un aspetto sul quale la Gerwig si è soffermata è soprattutto quello del significato che le piccole, grandi donne riservano all'amore: chi non si piega alle sue logiche ottocentesche, chi lo desidera ma secondo le proprie regole, chi invece lo ritiene un rifugio essenziale all'interno della società.

La qualità della sceneggiatura esprime, dunque, la contemporaneità del libro e ne avvalora tutte le sfumature, rinnovandolo con giusta misura e avvalendosi di un cast eccezionale: Saoirse Ronan nel ruolo di Jo March, Florence Pugh in quello di Amy, Emma Watson e Eliza Scanlen rispettivamente nelle parti di Meg e Beth. Senza dimenticare Timothée Chalamet, Laura Dern e Meryl Streep. Candidato a sei Oscar, ha vinto la statuetta per i magnifici costumi di Jacqueline Durran.

Piccole donne e Lady Bird: il racconto di formazione secondo Greta Gerwig

36. Revolutionary Road (2008)

Kate Winslet e Leonardo DiCaprio in una scena del film Revolutionary Road
Kate Winslet e Leonardo DiCaprio in una scena del film Revolutionary Road

Frank Wheeler e la moglie April rappresentano, insieme ai figli, ciò che si potrebbe definire la famiglia ideale negli Stati Uniti degli Anni Cinquanta. Vivono in una villetta nel Connecticut. La realtà è però totalmente differente da come appare. Frank è un impiegato ben retribuito ma profondamente insoddisfatto del suo lavoro, e sfoga le frustrazioni in avventure con altre donne; April avverte le mancanze del marito e non le tollera, incolpandolo di averla confinata in una vita senza alcuno sbocco. L'unica opportunità per rilanciare il loro matrimonio sarebbe quella di un trasferimento a Parigi, per realizzare un progetto di una nuova vita che hanno in mente da tempo. Ma Frank, inizialmente favorevole, sembra non essere più così persuaso...

Diretto da Sam Mendes, scritto da Justin Hayte e tratto dal romanzo di Richard Yates, Revolutionary Road è un film dall'impianto narrativo straordinario, esaltato da una regia solida e soprattutto dall'interpretazione eccezionale di Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, qui al loro secondo film insieme dopo Titanic. Così come nel libro capolavoro di Yates, anche il film evidenzia come un rapporto di coppia, condizionato dal contesto nel quale viene vissuto, possa sfociare in rabbia e nel rimpianto per le occasioni perdute. Soprattutto quando le aspettative di una società fintamente avanzata ingannano le persone di poter raggiungere una realizzazione integrale. Revolutionary Road ha ricevuto tre nomination agli Oscar e quattro ai Golden Globe (statuetta per Kate Winslet, miglior attrice in un film drammatico).

Leonardo DiCaprio: i 15 migliori film dell'attore

37. Ritratto della giovane in fiamme (2019)

Ritratto Della Giovane In Fiamme Dx7Wskt
Ritratto della Giovane in fiamme: una scena del film

Nella seconda metà del XVIII secolo, la giovane pittrice Marianne (Noémie Merlant) viene incaricata di realizzare un ritratto in occasione del matrimonio di Héloïse (Adèle Haenel), una ragazza che di recente ha lasciato il convento. Nonostante l'epoca e le convenzioni sociali rigide, Héloïse rifiuta di sposarsi e, di conseguenza, non intende posare per Marianne. Quest'ultima, però, non intende rinunciare, e inizia a dipingerla in segreto, dopo averla raggiunta. Fingendosi sua dama di compagnia, osserva la sua modella di giorno, per ritrarla durante la notte. Ma la vicinanza farà scoccare la scintilla di un amore tenero e sincero.

Scritto e diretto da Céline Sciamma, Ritratto della giovane in fiamme è un film che ha ricevuto un ottimo riscontro di critica e pubblico, conquistando anche una candidatura al Golden Globe. Ottimo impianto scenico e regia delicata, per un'opera che parla di un amore impossibile in tempi che certamente non contemplavano un sentimento tra due donne giovani e desiderose di vivere un'agognata libertà dagli schemi.

38. Se mi lasci ti cancello (2004)

Una romantica e spettacolare immagine dei protagonisti di Se mi lasci ti cancello
Una romantica e spettacolare immagine dei protagonisti di Se mi lasci ti cancello

Dopo una lite dovuta a diverse incomprensioni con il fidanzato Joel, Clementine si rivolge al dottor Howard Mierzwiak, responsabile di una clinica dove viene realizzata una procedura attraverso la quale si possono eliminare tutti i ricordi collegati ad una storia d'amore finita nel peggiore dei modi. Pur essendo una ragazza solare ed estroversa, Clementine decide di andare fino in fondo. Quando Joel la cerca per riappacificarsi con lei, la ragazza non ricorda effettivamente alcunché. Deluso, Joel si sottopone al trattamento a sua volta. Durante la procedura, il ragazzo inizia a rivivere tutti i ricordi che la legano a Clementine: nonostante ci abbia ripensato, non riesce a evitare la cancellazione. Il giorno dopo, durante una festa, incontra proprio la sua Clementine: non conoscendosi, iniziano nuovamente a frequentarsi...

Il titolo originale, Eternal Sunshine of the Spotless Mind, è stato ripreso da un verso dell'opera Eloisa to Abelard (1717) del poeta inglese Alexander Pope. In un passo, essa recita: "Com'è felice il destino dell'incolpevole vestale! Dimentica del mondo, dal mondo dimenticata. Infinita letizia della mente candida! Accettata ogni preghiera e rinunciato a ogni desiderio." Se mi lasci ti cancello (nella terribile traduzione italiana, alla quale è stato poi affiancato in un secondo tempo il titolo reale) è un film dall'impianto narrativo praticamente perfetto, e si è ritagliato negli anni un posto di prim'ordine nel cinema contemporaneo. La sceneggiatura di Charlie Kaufman, su un soggetto dello stesso autore, di Pierre Bismuth e del regista Michael Gondry, ha ricevuto anche il Premio Oscar. Iconica anche la coppia formata da Jim Carrey (candidato al Golden Globe) e Kate Winslet (candidata all'Oscar e al Globe): forse nessun altro avrebbe potuto interpretare Joel e Clementine come loro. A completare il cast, assolutamente straordinario, anche Kirsten Dunst, Tom Wilkinson, Mark Ruffalo e Elijah Wood.

Se mi lasci ti cancello e gli altri film dai titoli stravolti

39. Storia di un matrimonio (2019)

Marriage Story 1
Storia di un matrimonio: una scena del film con Scarlett Johansson, Adam Driver

Charlie è un regista teatrale. Nicole è un'attrice. Sono sposati ed hanno un bambino. Lei è una madre affettuosa e complice, lui è un padre attento e presente. A unirli una stima reciproca e un'intesa eccezionale su ogni argomento. Ma dietro un quadro apparentemente idilliaco vi sono dei tasselli che, se infranti, possono portare alla rottura del rapporto. Quando questo accadrà, la strada che dovranno percorrere sarà quella sofferta della separazione.

Scritto e diretto da Noah Baumbach, Storia di un matrimonio (titolo originale Marriage Story), presentato alla 76^ Mostra del Cinema di Venezia, ha tutte le caratteristiche del film d'autore d'eccellenza. Regia sublime, cast eccezionale, sceneggiatura efficace e significativa. Il tema della separazione, e le conseguenze che essa comporta in una famiglia, viene qui trattato con delicatezza e profondità, ma anche con un tocco d'ironia necessaria ad alleggerire il tono narrativo. Fondamentale poi la presenza di due attori magnifici: Adam Driver e Scarlett Johansson, entrambi candidati come attori protagonisti ai Golden Globe, ai BAFTA e agli Oscar 2020. Tutte statuette vinte da Laura Dern, qui nel ruolo dell'avvocato Nora Fanshaw.

Scarlett Johansson: i migliori film dell'attrice di Storia di un matrimonio

40. Tuo, Simon (2018)

Tuo, Simon: Nick Robinson e Katherine Langford in una scena del film
Tuo, Simon: Nick Robinson e Katherine Langford in una scena del film

Simon Spier (Nick Robinson) ha una vita regolare, una bella famiglia e tanti amici, ma custodisce un segreto molto importante: nessuno sa che è gay. Simon non trova il coraggio di confessarlo ai suoi familiari, decidendo di esporsi soltanto sulla rete, iniziando una corrispondenza con un compagno di classe del quale non conosce l'identità, e che si nasconde dietro lo pseudonimo di "Blue". Tra una mail e l'altra, l'amore sboccia in modo tenero e passionale, ma un imprevisto potrebbe sconvolgere le certezze di Simon: uno dei messaggi finisce nelle mani sbagliate, e questo rischia di far emergere la verità. Sotto ricatto dai bulli della scuola, il solo modo per Simon di porre fine a una situazione sempre più complicata potrebbe essere quella di aprirsi come mai aveva fatto.

Diretto da Greg Berlanti, scritto da Elizabeth Berger e Isaac Aptaker e tratto dal romanzo di Becky Albertalli, Tuo, Simon racconta una storia importante e delicata, affrontando la narrazione con il giusto tono, tra commedia e dramma.

I 15 migliori film a tematica LGBT