I 12 film da vedere del 2020

I film da vedere del 2020: da 1917 a Jojo Rabbit, da Judy a Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, i nostri consigli sulle pellicole dell'anno da guardare assolutamente.

APPROFONDIMENTO di 14/02/2020
1917 9
1917: una scena con George MacKay

Il 2020 promette di essere un anno davvero ricco dal punto di vista cinematografico, con tantissimi titoli da non lasciarsi assolutamente sfuggire. Adattamenti di romanzi immortali, attesissimi ritorni sul grande schermo, produzioni DC e Marvel e capolavori dei registi più amati: un 2020 davvero per tutti i gusti!

Per evitare che vi perdiate per strada le migliori uscite cinematografiche dell'anno, abbiamo deciso di accompagnarvi in questo 2020 pieno di appuntamenti, tenendovi costantemente aggiornati su tutte le pellicole da non perdere: da 1917 a Jojo Rabbit, da Judy a Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, scopriamo insieme quali sono i film 2020 da vedere.

I 50 film da vedere del 2019

1. Piccole Donne

Little Women Photos Ss02
Little Women: Saoirse Ronan e Timothée Chalamet in una foto del film

Iniziamo la nostra lista dei film del 2020 da guardare con uno splendido adattamento cinematografico firmato Greta Gerwig: Piccole Donne. Basato sull'omonimo romanzo di Louise May Alcott e con Saoirse Ronan, Timothée Chalamet, Emma Watson, Florence Pugh, Laura Dern, Louis Garrel e Meryl Streep, la narrazione segue le vite di quattro sorelle, diverse tra loro ma legatissime, in un periodo che va dal 1861 al 1868.

Jo March di Piccole donne: come e perché questo personaggio continua ad affascinarci

Little Women 1
Little Women: le giovani protagoniste del film

2. Judy

Judy
Judy: Renée Zellweger in una scena

Pellicola che ripercorre l'ultimo periodo della straordinaria vita dell'attrice e cantante Judy Garland, Judy, per la regia di Rupert Goold, è valso a Renée Zellweger il Premio Oscar alla miglior attrice protagonista. Dagli amori tormentati ai drammi familiari, un ritratto intimo e appassionato di una vera e propria icona del cinema, protagonista di film come Il mago di Oz, Incontriamoci a Saint Louis ed È nata una stella.

3. Diamanti Grezzi (Netflix)

Diamanti Grezzi 5
Diamanti grezzi: Adam Sandler in una scena del film

Per la regia di Joshua Safdie e Ben Safdie, Diamanti Grezzi segue le vicissitudini di Howard Ratner (Adam Sandler), un gioielliere di New York schiacciato dai debiti di gioco e con una doppia vita sentimentale. Un film adrenalinico e, a tratti, grottesco, che potete trovare sulla piattaforma Netflix.

4. Tolo Tolo

Checco Zalone Tolo Tolo 21
Tolo Tolo: una scena del film con Checco Zalone e Souleymane Silla

Prima volta alla regia e quinta volta al cinema dell'attore comico Checco Zalone, Tolo Tolo racconta la storia di Checco che, dopo un fallito tentativo imprenditoriale e pressato da creditori ed ex-mogli, si rifugia in un resort africano, nel quale inizia a lavorare come cameriere. Una pellicola che tocca i più importanti temi di attualità come quello dell'immigrazione e del razzismo e vede la collaborazione di Paolo Virzì.

5. Jojo Rabbit

Jojo Rabbit 15
Jojo Rabbit: Roman Griffin Davis e Thomasin McKenzie in una scena del film

Scritto, diretto e interpretato da Taika Waititi (nei panni di un buffo Adolf Hilter immaginario), Jojo Rabbit è una commedia nera che racconta la storia di Johannes Betzler detto Jojo, un bambino tedesco della Gioventù hitleriana che vive da solo con la madre Rosie (Scarlett Johansson). Ambientato nella Germania del 1945, il film segue il profondo cambiamento interiore di Jojo, dalla sua infantile ossessione per il nazismo alla scoperta di una ragazza ebrea nella soffitta di casa.

Jojo Rabbit, o "We can be heroes": un film da Oscar tra satira e fiaba

Jojo Rabbit Roman Griffin Davies Taika Waititi Sam Rockwell
Jojo Rabbit: Roman Griffin Davis, TaiKa Waititi e Sam Rockwell in una scatenata sequenza

6. Figli

98779 Ppl
Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea in una scena del film Figli

Tratto dal monologo scritto da Mattia Torre I figli invecchiano e diretto da Giuseppe Bonito, Figli racconta una storia familiare suddivisa in diversi capitoli; le vite del padre Nicola (Valerio Mastandrea), della madre Sara (Paola Cortellesi) e della primogenita Anna, vengono sconvolte dall'arrivo del secondo figlio Pietro che, in un attimo, turba tutti gli equilibri consolidati.

Figli, la recensione: Genitorialità tragicomica

7. Hammamet

Pierfrancesco Favino Craxi
Pierfrancesco Favino è Craxi nel film Hammamet sull'uomo politico italiano

Diretto da Gianni Amelio, Hammamet ci offre uno spaccato degli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi, interpretato da Pierfrancesco Favino. Dieci anni dopo i fatti di Tangentopoli, l'ex leader del Psi vive, anziano e malato, nella città tunisina di Hammamet, insieme alla moglie e alla figlia. Un film che non aspira a essere una biografia di Craxi ma vuole fornirci il ritratto di un uomo solo, passato dall'essere una delle figure italiane più carismatiche di sempre a diventare un fuggitivo.

8. Birds Of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

Birds  Of Prey E La Fantasmagorica Rinascita Di Harley Quinn 4
Birds Of Prey - E la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn: Margot Robbie durante una scena del film

Ottava pellicola del DC Extended Universe e ambientato quattro anni dopo gli eventi narrati in Suicide Squad, Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn vede la folle villain (interpretata da Margot Robbie) alla scoperta dell'indipendenza dopo la rottura con Joker. Il suo passato sentimentale, però, la perseguita e, per non cadere vittima di Black Mask (Ewan McGregor), dovrà stringere un'alleanza con tre supereroine: Huntress (Mary Elizabeth Winstead), Black Canary (Jurnee Smollett) e Renee Montoya (Rosie Perez).

Birds  Of Prey E La Fantasmagorica Rinascita Di Harley Quinn 7
Birds Of Prey - E la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn: un'immagine del film

9. 1917

1917
Una scena del film 1917

Ambientato durante la Prima Guerra Mondiale, il film, diretto da Sam Mendes, mette in scena un anno cruciale della guerra: il 1917. Schofield (George McKay) e Blake (Dean-Charles Chapman) sono due giovani caporali britannici che vengono scelti per compiere una missione pericolosissima e di cruciale importanza: attraversare il territorio nemico per portare un messaggio destinato a un battaglione composto da 1600 uomini, tra i quali c'è anche Joseph (Richard Madden), fratello di Blake. Un momento poco noto della Prima Guerra Mondiale, raccontato come se si trattasse di un'unica e coinvolgente lunga ripresa.

1917 e la morte in sequenza: le 10 (+1) migliori scene di guerra al cinema

10. Odio l'estate

4216 Paologalletta
Odio l'estate: una divertente foto dal set

Dopo quattro anni di assenza dal cinema, Odio l'estate, per la regia di Massimo Venier, segna il ritorno cinematografico del trio comico composto da Aldo, Giovanni e Giacomo. Come potete leggere nella nostra recensione di Odio l'estate, la trama segue le disavventure di tre famiglie, in procinto di trascorrere una tranquilla vacanza su un'isola della Puglia, che si ritrovano ad aver affittato la medesima casa vacanza.

11. Richard Jewell

Richard Jewell 17
Richard Jewell: Sam Rockwell e Paul Walter Hauser una scena del film

Diretto da Clint Eastwood e interpretato da Paul Walter Hauser, Richard Jewell racconta la storia dell'omonima guardia giurata che, durante le Olimpiadi di Atlanta del 1966, scoprì una bomba situata nel Centennial Park e salvò centinaia di vite. Nel giro di pochi giorni, però, la vita di Richard crolla a pezzi: diventa, infatti, il sospettato numero 1 per l'attentato e dovrà dimostrare la sua innocenza con l'aiuto dell'avvocato Watson Bryant (Sam Rockwell).

12. Gli anni più belli

Gli Anni Piu Belli 4
Gli anni più belli: Micaela Ramazzotti, Claudio Santamaria, Kim Rossi Stuart e Pierfrancesco Favino in una scena del film

Racconto generazionale per la regia di Gabriele Muccino, Gli anni più belli segue le vite di quattro amici, Giulio (Pierfrancesco Favino), Gemma (Micaela Ramazzotti), Riccardo (Claudio Santamaria) e Paolo (Kim Rossi Stuart), in un periodo che copre 40 anni, dagli anni Ottanta ai giorni nostri. Un ritratto commovente e, a tratti, esasperato, proprio come la tradizione mucciniana vuole.

Gli anni più belli, la recensione: per Muccino arriva il tempo del ricordo