Antonio Banderas

Attore, Regista, Produttore
Biografia

Cenni biografici di Antonio Banderas


Folta chioma corvina e occhi nerissimi e penetranti, José Antonio Domínguez Banderas (questo il suo nome per esteso), esemplare purissimo di bellezza latina, ha dapprima incantato il pubblico spagnolo, grazie a Pedro Almodóvar, per cui è divenuto un attore feticcio, mentre in seguito è sbarcato a Hollywood, scaldando il cuore di Melanie Griffith (galeotto fu il set di Two Much - Uno di troppo), ma anche quello di tutte le spettatrici, che lo anno potuto apprezzare nei panni di un caliente Zorro. Ha invece divertito grandi e piccini di mezzo mondo con la sua irresistibile versione del gatto con gli stivali nella serie di Shrek, tanto apprezzato da aver dato origine a un film tutto suo.

Nato a Málaga, il 10 agosto 1960, figlio di un'insegnate e di un poliziotto, voleva diventare calciatore professionista, ma il suo sogno è sfumato quando si è rotto il piede a 14 anni. Ripiega dunque sul cinema, iscrivendosi all'Accademia di Málaga. Trasferitosi a Madrid, ha iniziato a recitare in teatro e in televisione, dedicandosi al contempo per arrotondare all'attività di cameriere e di modello. A rimanere colpito dal suo naturale fascino è il regista Pedro Almodóvar, che di lì a poco diventerà un autore di culto in tutto il mondo, e che ha contribuito a lanciare l'attore alla ribalta internazionale.

Almodóvar lo fa esordire in Labirinto di passioni, dove interpreta il ruolo sui generis di un terrorista islamico gay, cui seguono Matador, dove è ancora un omosessuale paranoico, e La Legge del desiderio, nella parte di un ragazzo timido e inesperto. Banderas diviene in breve tempo una specie di musa per il controverso regista castigliano, con cui prosegue il rapporto nel brillante Donne sull'orlo di una crisi di nervi, e in Legami! dove assume ancora il ruolo di un giovane instabile.

Grazie al successo internazionale dei film di Almodóvar, Banderas può tentare lo sbarco a Hollywood. Dopo un inizio di fortuna nel documentario A letto con Madonna (pare che la pop star non fosse indifferente al suo fascino) e nel biopic I Re del mambo, inizia a farsi notare come amante dell'avvocato gay Andrew Beckett (Tom Hanks) nel pluripremiato Philadelphia; mentre in La casa degli spiriti suscita l'interesse di Winona Ryder (solo nella finzione scenica, s'intende, perché l'attore è fidanzato con la bella Ana Leza). Seguono partecipazioni in film progressivamente importanti, come Intervista col vampiro, dove è l'ambiguo non-morto Armand, un episodio nel collettivo Four Rooms, nonché i thriller Assassins e Mai con uno sconosciuto.

Il texano Robert Rodríguez (che lo ha conosciuto sul set di Four Rooms) lo sceglie come protagonista, in coppia con la provocante Salma Hayek, per il suo folle action Desperado, sequel statunitense di El Mariachi. Il sodalizio con il regista pulp proseguirà poi con C'era una volta in Messico, terzo capitolo della trilogia d'azione, sempre in compagnia della Hayek, e con la serie per ragazzi di Spy Kids. Il maggior successo di pubblico del periodo è però la commedia di Fernando Trueba Two Much - Uno di troppo, dove il bell'Antonio è addirittura conteso da due bionde mozzafiato, Melanie Griffith e Daryl Hannah. Sul set nasce un'intensa relazione con la Griffith, che li porterà al matrimonio nel 1996. La coppia ha dato alla luce Stella del Carmen, che compare anche nel film "famigliare" Pazzi in Alabama, esordio alla regia di Banderas.

È l'inizio di uno dei periodi più fortunati per l'attore, che ottiene poco dopo la massima popolarità grazie al premiatissimo musical Evita, dove torna al fianco di Madonna, calandosi nei panni di Ernesto Che Guevara, narratore del film. Ma il ruolo che lo consacra definitivamente è quello del vendicatore mascherato che fa perdere la testa a Catherine Zeta-Jones ne La Maschera di Zorro e nel seguito, meno fortunato, La leggenda di Zorro.

Il nome di Banderas entra ormai di diritto nell'Olimpo delle star, e l'attore viene coinvolto in numerose produzioni, dal fantasy muscolare Il tredicesimo guerriero, alla commedia Incontriamoci a Las Vegas (dove è un pugile in coppia con Woody Harrelson), dal thriller a sfondo religioso The Body, fino ai torbidi Femme Fatale con la conturbante Rebecca Romijn e Original Sin insieme alla splendida Angelina Jolie, nonché nel biopic Frida (dove si ricongiunge con la protagonista Salma Hayek) e nella commedia campione d'incassi Ti va di ballare?, dove si trasforma in insegnate di ballo.

Doppiatore d'eccezione del felpato e spagnoleggiante gatto con gli stivali nella serie di Shrek (che dato il successo del personaggio ha dato origine persino a uno spin-off, dove sarà accoppiato alla gattina-Hayek), l'attore, che si è cimentato con successo anche a Broadway nel musical Nine (per cui è stato nominato al Tony Award), ha lavorato di recente ai thriller Bordertown, The Code, e L'ombra del sospetto, alla commedia Homeland Security (assieme a Meg Ryan), e ha avuto l'onore di essere diretto da Woody Allen nella sua trasferta londinese Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni. A anni di distanza si rinsalda il sodalizio con Pedro Almodóvar, che lo vuole di nuovo come protagonista nel suo La piel que habito.