Harvey Weinstein

Produttore
Biografia

Cenni biografici di Harvey Weinstein


Harvey Weinstein nasce a Flushing, New York, il 19 Marzo 1952; lui e suo fratello Bob cominciano a lavorare in campo artistico come produttori musicali, ma in breve, data la passione comune per il cinema, decidono, coi primi proventi, di fondare la loro casa di produzione indipendente, la Miramax, crasi dei nomi dei rispettivi genitori Miriam e Max.

Inizialmente producono film musicali e distribuiscono in patria film stranieri; fra questi, spiccano la release di film impegnati come Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante di Peter Greenaway e Legami! di Pedro Almodovar.

Spinti da questi successi, cominciano a produrre film di fiction e documentari. I primi successi, il documentario The Thin Blue Line di Errol Morris, Sesso, bugie e videotape di Steven Soderbergh e La moglie del soldato di Neil Jordan li fanno notare dalla Disney, che compra la Miramax per 80 milioni di $ mantenendoli a capo della compagnia. Grazie alla copertura di questo colosso, i due fratelli possono produrre il loro primo blockbuster, Pulp Fiction di Quentin Tarantino, e, confermando il loro straordinario fiuto, distribuiscono il primo film di un giovane regista, Clerks - Commessi di Kevin Smith, uno degli esordi più sorprendenti della storia del cinema americano contemporaneo.

Nel 1996 producono il loro primo film premio Oscar, Il paziente inglese; nel 2005 hanno lasciato la Miramax per fondare una nuova casa di produzione, la The Weinstein Company.

Impossibile citare tutti i successi da loro prodotti, basti citare alcuni dei registi con cui hanno lavorato: Quentin Tarantino, Martin Scorsese, Robert Rodriguez, Kevin Smith, Michael Moore. Hanno inoltre prodotto la trilogia de Il signore degli anelli.

I Weinstein sono stati però anche molto criticati per il loro metodi aggressivi e intimidatori: esemplificativo è stato il loro atteggiamento con Sydney Pollack, molestato, secondo il Newsweek, fino al suo letto di morte a causa della produzione di The reader, seguita da Pollack proprio prima di morire. Distributori inoltre di molti film asiatici in America, sono noti per i loro tagli aggressivi nel tentativo di rendere le pellicole più appetibili per il pubblico statunitense, come è successo per Shaolin Soccer (tagliato di 26 minuti) e Hero.