Biografia di Jamie Bell

Lontano anni luce dalla leziosità e dai sorrisi di plastica di molti dei baby attori di Hollywood, l'inglese Jamie Bell, nel suo primo ruolo da protagonista per il grande schermo ha conquistato critica e spettatori con il sorriso malandrino e la straordinaria vitalità del suo Billy Elliot, ragazzino appassionato di danza classica a dispetto di un retaggio di assoluta virilità familiare (suo padre e suo fratello maggiore sono due minatori tutt'altro che solidali con le sue nuove velleità artistiche).
Onore al grandissimo fiuto del regista, l'inglese Stephen Daldry (lo stesso che, di lì a qualche anno, avrebbe riunito nello stesso set tre divine del cinema Usa, Julianne Moore, Meryl Streep e Nicole Kidman), che scelse il giovanissimo ragazzino di Billingham tra oltre duemila aspiranti, restandone colpito vedendolo ballare.

E pensare che la danza per Jamie è stata la seconda scelta. Dopo aver abbandonato l'hockey su ghiaccio, a soli sei anni Bell inizia a seguire le orme familiari (prima di lui infatti sua nonna, sua madre, una zia e sua sorella hanno tutte intrapreso la strada della danza). Passione che gli costò un bizzarro soprannome sui banchi di scuola ("Ballerina Boy"), ma che Jamie decise di portare avanti con grande determinazione ottenendo anche i primi ingaggi in alcune rappresentazioni teatrali londinesi e quindi il successo mondiale al cinema.

Vincitore del BAFTA come miglior attore protagonista proprio per Billy Elliot, il giovane vive ancora a Billingham con sua madre Eileen e la sorella Cathryn. Non ha invece mai conosciuto suo padre John, poiché i genitori hanno divorziato prima che lui nascesse. Ormai diciannovenne, Jamie ha dimostrato in questi anni di saper ben dosare la sua presenza al cinema. Nessuna commedia giovanilistica o teen movie, solo scelte ben calibrate, a partire dal dramma dickensiano Nicholas Nickleby per arrivare a Dear Wendy, atipico western nel quale il ragazzo recita accanto alla sua migliore amica (nella finzione): un piccolo revolver da cui non si separa mai e di cui si prende amorevolmente cura. Scritturato anche per il video dei Green Day "Wake Me Up When September Ends" incontra sul set l'affascinante Evan Rachel Wood, con cui intraprende una relazione.

Scelto da Peter Jackson per interpretare il giovane mozzo nel suo King Kong, Jamie ha fatto parte del prezioso cast del regista premio Oscar Clint Eastwood, Flags of our Fathers. Adolescente ombroso nel dramma famigliare Hallam Foe di David Mackenzie, Jamie passa al ben più disimpegnato Jumper - Senza confini, dove è un supereroe in grado di teletrasportarsi; mentre in Defiance - I giorni del coraggio, assieme a Liev Schreiber e Daniel Craig, si trasforma in un partigiano polacco durante la Seconda guerra mondiale.

Il suo portamento elegante e i tratti delicati del volto si addicono in particolare ai film in costume, come dimostra anche nei più recenti affreschi The Eagle di Kevin Macdonald, ambientato durante l'epopea dell'Impero romano, e nel nuovo adattamento di Jane Eyre, dove recita insieme a Mia Wasikowska e Michael Fassbender. Un volto ancora fanciullesco, che Steven Spielberg ha "plasmato", attraverso il processo digitale del "performance capture", per incarnare l'eroe del fumetto belga nel suo nuovo The Adventures of Tintin: Secret of the Unicorn.

Jamie Bell
Professione: Attore
Nato il:
14 Marzo 1986 (Billingham, Stockton on Tees, Inghilterra, Gran Bretagna)
Età: 35 anni