Filmografia

Filmografia di Anna Ferruzzo


Non è stato mio figlio


2016 – Drammatico
? – Recitazione (Clementina)
1.0 1.0

Dramma sulle vicende della famiglia Geraldi: durante la festa di compleanno di nonna Anna, la giovane Barbara si uccide inspiegabilmente. La ragazza era rimasta incinta e aveva portato avanti di nascosto la gravidanza, convinta che il padre del piccolo fosse Andrea, suo zio. In realtà qualcuno sta complottando per distruggere i Geraldi e incastrare Andrea, facendolo anche accusare dell'omicidio di una ballerina.

Ovunque proteggimi


2018 – Drammatico
Recitazione
4.2 4.2

Alessandro, cinquantenne rabbioso, ingenuo e romantico al tempo stesso, è un cantante di musica folk. Nella sua vita l'amore è un ricordo sbiadito, fino a quando, in una corsia d'ospedale, incontra Francesca, grandi occhi verdi, malinconici e luminosi, i modi spontanei di una bambina, e il desiderio di fuggire da un mondo che non gli appartiene più.

In viaggio con Adele


2018 – Commedia
Recitazione (Letizia)

Adele, una ragazza 25enne con disturbi psichici, non ha mai conosciuto suo padre e vive da sempre sotto l'ala protettiva della mamma Margherita. Tutto cambia quando la sua esistenza viene stravolta proprio dalla morte improvvisa di quest'ultima. Abbandonata da tutti i parenti, che non hanno nessuna intenzione di prendersene cura, Adele incontrerà Aldo, un vecchio attore 65enne, arrivato in Puglia proprio per dare un ultimo saluto alla defunta Margherita...

Anche senza di te


2018 – Commedia
Recitazione (La madre di Sara)
3.4 3.4

Sara, giovane insegnante precaria, sta per sposarsi con Andrea, un medico che mette al primo posto il lavoro. Prossima all'altare, però, Sara si ritrova in preda agli attacchi di panico. La sua prospettiva sulla vita è destinata a cambiare, anche grazie al rapporto con il collega Nicola...

Fabrizio De André - Principe Libero


2018 – Drammatico
Recitazione (Vittoria Ghezzi)
3.7 3.7

Biopic dedicato a Fabrizio De André, dall’infanzia ai capolavori della maturità, passando attraverso il racconto accurato degli anni di Genova, del rapporto con la famiglia e dell’apprendistato formativo svolto nei caruggi della città, contornato da amici vicini come Paolo Villaggio – sarà lui a coniare per De André il soprannome con cui è tuttora noto, Faber – e delicatamente più distanti, come Luigi Tenco.