I migliori film del 2017 per Movieplayer.it: le top 20 di Stefano Lo Verme, Luca Ottocento e Beatrice Pagan

Ecco altre tre classifiche redazionali sui venti migliori film usciti in sala nel 2017. In attesa di svelare la top 20 complessiva, ecco le classifiche di Stefano, Luca e Beatrice.

Anche quest'anno abbiamo chiesto ai redattori di Movieplayer.it di selezionare i loro 20 film preferiti tra quelli usciti in sala nel 2017. Vi presentiamo il risultato in una serie di articoli, che si concluderà con la pubblicazione della top 20 generale, ricavata dalle preferenze di tutto il team. Oggi proseguiamo con le classifiche di Stefano Lo Verme, Luca Ottocento e Beatrice Pagan.

Stefano Lo Verme

Elle: una assorta Isabelle Hupper con un gatto in un momento del film

La struggente malinconia e il romanticismo senza tempo di una fiaba musicale dei giorni nostri; il fascino tenebroso e la seducente ambiguità di una Isabelle Huppert da standing ovation. Sono La La Land ed Elle, opere diversissime ma ugualmente meravigliose, a dominare la classifica dei miei "film del cuore" del 2017, su un podio in cui idealmente meriterebbe un posto anche l'inedito Le donne della mia vita, fra i più sinceri ed emozionanti coming of age che il cinema americano ci abbia regalato. Ma nell'elenco dei miei titoli preferiti di quest'anno trovano spazio anche il magistrale ritratto di Jackie realizzato da Pablo Larrain e Natalie Portman e quello, più intimo e sommesso, della Huppert de Le cose che verranno; la potenza e le suggestioni della messa in scena di maestri come Martin Scorsese, Christopher Nolan, James Gray, Kathryn Bigelow e Sofia Coppola; la fantascienza al contempo intima e visionaria di Denis Villeneuve, autore di una doppietta da applausi con Arrival e Blade Runner 2049; la genuina commozione di Coco. E poi ancora, film come Moonlight, Toni Erdmann, Billy Lynn, Manchester by the Sea e Il cliente: sguardi sul quotidiano il cui dolente realismo è illuminato da pennellate di ironia, ma soprattutto da un'incrollabile fiducia nel valore dell'essere umano.

1) La La Land

2) Elle

3) Jackie

4) Silence

5) Dunkirk

6) Arrival

7) Civiltà perduta

8) Le cose che verranno

9) Moonlight

10) Blade Runner 2049

11) Detroit

12) Coco

13) Vi presento Toni Erdmann

14) Billy Lynn - Un giorno da eroe

15) Manchester by the Sea

16) Il cliente

17) Baby Driver - Il genio della fuga

18) L'inganno

19) 120 battiti al minuto

20) Miss Sloane - Giochi di potere

Luca Ottocento

Vi presento Toni Erdmann: Sandra Hüller e Peter Simonischek in un momento del film

Rispetto al 2016 quest'anno ho fatto molta meno fatica ad isolare le mie preferenze cinematografiche. Se dodici mesi fa avevo dovuto rinunciare a includere nella top 20 un numero considerevole di film che avevo apprezzato molto, questa volta i sacrificati sono stati pochi: vedi alla voce Elle, Silence, Scappa - Get Out, Civiltà perduta e Gatta cenerentola. Ci tengo però anche a specificare che alcuni lavori particolarmente apprezzati, di autori importanti o di cui si è molto parlato, non ho avuto purtroppo modo di recuperarli. Nello specifico, mi riferisco a L'altro volto della speranza, Il cliente, Coco, Loving Vincent, La ruota delle meraviglie, Your Name, Song to Song, It, Split e L'intrusa. Il podio di questa mia lista dei 20 migliori film del 2017 si è composto in un batter d'occhio, perché Vi presento Toni Erdmann, Manchester by The Sea e Dopo l'amore sono i tre film che più mi hanno coinvolto e scosso sul piano emotivo. Si tratta di tre opere molto potenti che fanno riflettere in maniera diversa ma egualmente lucida e stimolante sulla natura dei rapporti interpersonali (di conseguenza, sulla vita) e sono dunque i film che mi sono maggiormente rimasti impressi nel corso dell'anno. Per conoscere gli altri 17 titoli, non vi resta che dare un'occhiata qui sotto.

L'économie du couple: Bérénice Bejo e Cedric Kahn insieme in una scena del film

1) Vi presento Toni Erdmann

2) Manchester by the Sea

3) Dopo l'amore

4) The Square

5) A Ciambra

6) Loveless

7) Jackie

8) Sieranevada

9) Moonlight

10) Dunkirk

11) L'insulto

12) Arrival

13) La La Land

14) Lady Macbeth

15) Sicilian Ghost Story

16) L'inganno

17) Detroit

18) L'infanzia di un capo

19) T2 Trainspotting

20) Tanna

Beatrice Pagan

Emma Stone e Ryan Gosling con Damien Chazelle al TLC Chinese Theatre

Al primo posto della mia classifica dovrebbe esserci un pari merito tra La La Land e Arrival, entrambi in grado di emozionare e rimanere coinvolgenti e affascinanti a ogni visione. Denis Villeneuve, presente anche al terzo posto, ha inoltre saputo ricreare un universo visivamente senza paragoni confrontandosi con personalità con uno dei cult più amati di sempre. A dominare l'annata è stata poi l'inventiva che ha dato vita a un film animato su tela, a raccontare il dolore e il razzismo in modo nuovo, a portare in vita primati più umani dei loro nemici, a mostrare un mondo dei morti colorato e travolgente, a ricreare pagine di storia con originalità, a distinguersi in un panorama ormai ricco di adattamenti di fumetti, a riportare sugli schermi storie molto apprezzate con un approccio contemporaneo, a confezionare un musical trascinante, e ad avere il coraggio di allontanarsi da percorsi sicuri. Se la classifica fosse più lunga non mancherebbero titoli come Barriere, Split, Borg vs Mc Enroe, Vi presento Toni Erdmann, la superlativa Cate Blanchett di Manifesto, l'irresistibile burbero Mr. Ove, gli originali Orecchie e Baby Boss, o gli onesti The Big Sick e Life, animated, e tanti lungometraggi di valore che purtroppo non sono riuscita a recuperare in sala.

1) La La Land

2) Arrival

3) Blade Runner 2049

4) Personal Shopper

5) Logan - The Wolverine

6) Dunkirk

7) It

8) Loving Vincent

9) Coco

10) The War - Il pianeta delle scimmie

11) L'insulto

12) Scappa - Get Out

13) Manchester by the Sea

14) Moonlight

15) Wonder Woman

16) Guardiani della Galassia Vol. 2

17) Sette minuti dopo la mezzanotte

18) Star Wars: Gli ultimi Jedi

19) La Bella e la Bestia

20) The Greatest Showman

I migliori film del 2017 per Movieplayer.it: le...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Arrival: Amy Adams e Jeremy Renner "Gli alieni come i migranti? Niente politica sul set"
Christopher Nolan rivela cosa chiederebbe a Stanley Kubrick