Richard Dreyfuss

Attore
Biografia

Cenni biografici di Richard Dreyfuss


Richard Stephen Dreyfuss nasce a Brooklyn, New York, il 29 Ottobre 1947, da una famiglia ebrea di origine tedesca. A nove anni si trasferisce in California, dove scoprirà la sua passione per la recitazione. A 15 anni debutta in televisione nella serie TV In Mama's House. Frequenta il San Fernando Valley State College - attualmente CSU-Northridge - che lascia dopo solo un anno. Quando viene chiamato per la guerra del Vietnam si dichiara obiettore di coscienza; in questo periodo lavora come impiegato all'ospedale di Los Angeles e continua a recitare in piccole parti in serie televisive. La prima apparizione in un film, non accreditato, è in Il laureato, di Mike Nichols, dove ha solo una battuta. Ottiene il primo ruolo importante invece nel film di George Lucas American Graffiti, dove recita la parte dello studente del College accanto alle future star Harrison Ford e Ron Howard.

Il salto lo fa insieme a Steven Spielberg, che lo vuole prima nel thriller culto Lo squalo, del '75, poi come attore protagonista nel film fantascientifico del '77 Incontri ravvicinati del terzo tipo, film che lo consacrano tra le stelle di Hollywood. L'anno successivo vince l'Academy Award come Miglior attore per la commedia romantica Goodbye amore mio!, diventando l'attore più giovane - all'epoca - ad aver vinto il premio.
Dal '78 comincia a fare uso frequente di cocaina, ed i suoi problemi diventeranno di dominio pubblico dopo che la droga viene ritrovata nella sua auto nell'incidente che lo vede coinvolto nell'82. Non bastasse i suoi ultimi film sono un insuccesso al botteghino. Entra in riabilitazione e riesce a tornare al cinema dopo quattro anni nel film Su e giù per Beverly Hills, commedia in cui recita accanto a Nick Nolte. Nello stesso anno si presta come voce narrante nel nostalgico film di Rob Reiner Stand by me - Ricordo di un'estate.

Nel '87 viene nominato al Golden Globe come Miglior attore non protagonista per la sua interpretazione nel dramma Pazza, diretto da Martin Ritt, dove recita accanto a Barbra Streisand. Nel '91 ottiene una parte importante nel film Tutte le manie di Bob, di Frank Oz, dove interpreta il ruolo di uno psicologo che diventa pazzo cercando di curare le manie ossessive di un paziente interpretato da Bill Murray. Nello stesso anno ricopre il ruolo di produttore nel film TV prodotto dalla HBO Prisoner of Honor.

Nel '95 viene nominato sia ad un Academy Award che ad un Golden Globe per la sua interpretazione di Glenn Holland in Goodbye Mr. Holland, storia di un compositore alla ricerca del pezzo perfetto che si rende conto la sua vera passione sia l'insegnamento. Da allora ha continuato a lavorare stabilmente sia in televisione che al cinema ed in teatro. Nel '97 registra il voice over della celebre campagna della Apple Inc. 'Think different'.
Nel 2006 appare come uno dei sopravvissuti nel disaster movie di Wolfgang Petersen Poseidon, e nello stesso anno interpreta Dick Cheney nel film W. di Oliver Stone, sulla presidenza di George W. Bush. Nel 2009 lo troviamo insieme ad Edward Norton nella commedia nera indipendente Fratelli in Erba, diretta da Tim Blake Nelson, nel quale interpreta un boss della droga. Il film, che ha partecipato al Toronto Film Festival, uscirà nelle sale nel 2010. Nello stesso anno partecipa al film d'azione Red, tratto dal fumetto omonimo della DC Comics, diretto da Robert Schwentke, accanto a Bruce Willis, Morgan Freeman e John Malkovich.