J.K. Rowling

Scrittrice
Biografia

Cenni biografici di J.K. Rowling


Nata il 31 Luglio 1965 a Chipping Sodbury, Gloucestershire (Inghilterra - Regno Unito), a 26 anni J.K. Rowling si trasferisce in Portogallo dove lavora come insegnante di Inglese. Qui conosce il futuro marito, un giornalista portoghese, tuttavia il matrimonio fallisce poco dopo la nascita della figlia Jessica (1993) e, ritornata in Inghilterra, la Rowling si ritrova divorziata, disoccupata e costretta a tirare avanti grazie al sussidio dei servizi sociali in un minuscolo appartamento di Edimburgo.
Visse di stenti fino alla conclusione della sua prima storia, Harry Potter e la pietra filosofale, e si procurò un agente per riuscire a pubblicare il libro. Il racconto fu rifiutato da molti editori, ma finalmente, nell'agosto del 1996, Joanne ricevette una lettera dalla Casa Editrice Bloomsbury Press: "Supponevo fosse un rifiuto", dice al Daily Telegraph, "ma dentro la busta c'era una lettera che diceva 'Grazie, saremmo felici di poter rappresentare il suo manoscritto in esclusiva'. Fu la più bella lettera della mia vita. La rilessi otto volte".

Il primo libro di Harry Potter ha cambiato la vita di J.K. Rowling, a partire dalla borsa di studio concessa dallo Scottish Arts Council per poter terminare il romanzo, cui si sono aggiunti ben presto i diritti d'autore, in crescita esponenziale, mentre il primo libro della serie (uscito nel 1997) batteva ogni record di vendita attraversando l'oceano Atlantico e diffondendosi in tutta Europa.
Ad oggi, tra diritti d'autore, diritti cinematografici e diritti d'immagine sul merchandising, J.K. Rowling ha guadagnato più di un miliardo di euro ed è diventata più ricca della Regina, nonchè della maggior parte degli scrittori britannici.

L'idea di Harry Potter e della Scuola di Magia le venne in mente tutta in un colpo, sul treno di ritorno per Londra. Il treno si era fermato a causa di un guasto che avrebbe causato un ritardo di circa quattro ore. Joanne era sfinita dopo la giornata di lavoro, e non le rimase che guardare le mucche fuori dal finestrino: "Ero lì, seduta in treno, e guardavo le mucche fuori dal finestrino" racconta allo School Library Journal, "Non era il soggetto più suggestivo che ci sia. Eppure, tutto d'un tratto,l'ispirazione per Harry mi apparve dal nulla davanti all'occhio della mente. Non saprei dirvi cosa l'avesse scatenata, o perché. Ma potevo vedere con chiarezza il concetto di Harry e della scuola di magia. Improvvisamente avevo questa idea di base: un ragazzo che non sapeva chi o che cosa fosse". Joanne era attratta da quell'idea a tal punto di cercare foglio e penna, ma quel giorno ne era sprovvista. Affidandosi solo alla memoria, quando finalmente giunse alla stazione di King's Cross (a Londra) aveva già delineato la maggior parte dei personaggi. Scrivere di Harry l'aiutò moltissimo, e Joanne ritrovò il sorriso che per tanto tempo le era mancato.