Guillermo del Toro, Sofia Coppola e Luca Guadagnino: i loro film preferiti del 2019

35 registi, tra cui Guillermo del Toro, Sofia Coppola e Luca Guadagnino, hanno svelato i loro film preferiti dell'anno appena concluso.

NOTIZIA di 02/01/2020
Venezia 2017: Sally Hawkins e Guillermo del Toro sul red carpet di The Shape of Water
Venezia 2017: Sally Hawkins e Guillermo del Toro sul red carpet di The Shape of Water

35 registi, tra cui Guillermo del Toro, Sofia Coppola e Luca Guadagnino, hanno svelato i loro film preferiti del 2019. È accaduto grazie al sito americano Indiewire, che ha chiesto i pareri di diversi cineasti internazionali, principalmente legati alla sfera del cinema indipendente. Un insieme di opinioni piuttosto eclettiche, che mettono in evidenza la vitalità e diversità della produzione mondiale del 2019. Quasi tutti i registi interpellati hanno stilato delle vere e proprie Top 10, in ordine di gradimento o meno, mentre altri si sono soffermati su singoli aspetti di determinati titoli. C'è anche chi ha deciso di andare controcorrente, come Bill Hader, creatore e protagonista della serie televisiva Barry, che nella propria classifica ha inserito produzioni seriali di un certo peso come Chernobyl e la seconda stagione di Fleabag.

Guillermo Del Toro: 50 anni di mostri

Tra quelli che non hanno fatto una vera e propria graduatoria c'è Luca Guadagnino, che cita titoli come La mafia non è più quella di una volta, The Irishman e C'era una volta a... Hollywood, ma anche il videogioco Death Stranding. Il film di Martin Scorsese appare anche nella classifica di Guillermo del Toro insieme a Parasite, il cui autore Bong Joon-ho ha invece chiamato in causa opere come Midsommar - Il villaggio dei dannati, Storia di un matrimonio e, sul versante televisivo, la seconda annata di Mindhunter. Sofia Coppola, dal canto suo, ha amato la performance di Adam Sandler in Uncut Gems, prossimamente su Netflix, e spende parole positive anche per Charlize Theron, irriconoscibile in Bombshell - La voce dello scandalo nei panni della giornalista Megyn Kelly. Il cineasta francese Olivier Assayas mette al primo posto Il traditore di Marco Bellocchio, e tra le scelte più eclettiche c'è la Top 10 dell'autore horror Adam Wingard, il quale ha messo al decimo posto Star Wars: L'Ascesa di Skywalker, film che non ha riscosso entusiasmi unanimi a livello di critica o pubblico.

15 film con le scene hot più belle del 2019