Oscar 2020: lista aggiornata dei favoriti nelle categorie principali

Oscar 2020, le nostre previsioni in costante aggiornamento sulla corsa ai premi e il punto della situazione sui favoriti e i candidati nominati nelle categorie principali.

APPROFONDIMENTO di 16/11/2019
Oscar Nominations
Academy Award, le statuette

Gli Oscar 2020, i premi dedicati dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences ai film usciti nel corso del 2019, verranno assegnati il prossimo 9 febbraio, in netto anticipo rispetto agli anni precedenti, mentre le nomination saranno rese note il 13 gennaio. Una awards season più breve del solito, dunque, ma che torneremo a seguire, come da tradizione, con le nostre previsioni aggiornate sui favoriti a essere candidati (nominati) nelle categorie più importanti degli Academy Award: quelle dedicate al miglior film, alla miglior regia, agli interpreti, al miglior film d'animazione e al miglior film internazionale, nuova denominazione ufficiale dell'Oscar per il miglior film straniero.

Questa edizione numero 92 degli Academy Awards, preceduta il 27 ottobre dagli Oscar alla carriera all'attore Wes Studi e a due grandi cineasti quali David Lynch e Lina Wertmüller, sarà dunque monitorata mese per mese: dai concorrenti della prima ora, lanciati dai vari festival mondiali, alle novità in arrivo nelle prossime settimane, fino ad arrivare, a partire da dicembre, ai tradizionali precursors, primi fra tutti i Golden Globe, destinati inevitabilmente a influenzare anche la corsa ai prossimi Oscar. Di seguito, ecco dunque le nostre previsioni sugli Oscar 2020 e le classifiche su favoriti e sfidanti per le nomination nelle categorie principali...

Oscar 2020: da Joker a Tarantino, 10 film da festival che puntano ai premi

Oscar 2020 al Miglior Film

Marriage Story
Storia di un matrimonio: Scarlett Johnasson e Adam Driver in un'immagine del film

16 ottobre - Dopo il grande successo registrato un anno fa con Roma, Netflix torna alla carica più forte che mai: Storia di un matrimonio di Noah Baumbach e The Irishman di Martin Scorsese, entrambi adorati dalla critica, sono infatti a nostro avviso i due attuali frontrunner fra i probabili candidati come miglior film agli Oscar 2020. Ma su quale fra i due titoli Netflix sceglierà di investire maggiormente? Nomination sotto ipoteca pure per C'era una volta a... Hollywood di Quentin Tarantino, mentre i primi, eccezionali riscontri dall'America ci autorizzano a sperare in una candidatura come miglior film per il coreano Parasite di Bong Joon-ho.

Parasite 1
Parasite: Lee Sun-kyun e Cho Yeo-jeong in una scena

16 novembre - Nell'arco dell'ultimo mese, il buon riscontro al box office sembra aver rafforzato le chance di Jojo Rabbit, ma soprattutto di Parasite, che sembrano aver ormai ipotecato la nomination nella categoria principale. Prime reazioni estremamente positive, ma per ora solo da parte di un piccolo gruppo di addetti ai lavori, per Piccole donne e Bombshell, in uscita nelle sale a fine anno e con buone possibilità di rientrare nella rosa dei candidati.

Ricapitoliamo dunque le previsioni sui candidati come miglior film agli Oscar 2020:

  • 1) Storia di un matrimonio (Noah Baumbach) [=]
  • 2) The Irishman (Martin Scorsese) [=]
  • 3) Jojo Rabbit (Taika Waititi) [+2]
  • 4) C'era una volta a... Hollywood (Quentin Tarantino) [-1]
  • 5) Parasite (Bong Joon-ho) [+1]
  • 6) 1917 (Sam Mendes) [-2]
  • 7) Joker (Todd Phillips) [+1]
  • 8) Piccole donne (Greta Gerwig) [+5]
  • 9) Bombshell (Jay Roach) [+3]
  • 10) The Farewell (Lulu Wang) [-3]
  • 11) I due Papi (Fernando Meirelles) [+3]
  • 12) Le Mans '66 (James Mangold) [-2]
  • 13) Un amico straordinario (Marielle Heller) [-2]
  • 14) Dolor y gloria (Pedro Almodóvar) [new entry]
  • 15) Waves (Trey Edward Shults) [=]

The Irishman e Storia di un matrimonio: agli Oscar 2020 sarà l'anno di Netflix?

Oscar 2020 al Miglior Regista

Img 7898 Copia
Roma 2018: Martin Scorsese sul red carpet

16 ottobre - Martin Scorsese vs Quentin Tarantino? Potrebbe risolversi in un duello fra titani la gara come miglior regista agli Oscar 2020, con il veterano Scorsese a caccia della sua seconda statuetta. Si tratta, al momento, degli unici due candidati su cui ci sentiamo di puntare con sicurezza, per quanto anche Noah Baumbach dovrebbe essere in grado di aggiudicarsi strappare una nomination da regista per Storia di un matrimonio. E sull'onda dell'entusiasmo per Parasite, che possa riuscire ad entrare nella rosa dei candidate pure Bong Joon-ho?

Il regista Bong Joon-Ho sul set di Mother
Il regista Bong Joon-Ho sul set di Mother

16 novembre - Martin Scorsese e Quentin Tarantino sembrano restare le uniche certezze nella competizione per l'Oscar alla regia, ma nel frattempo si rafforzano ulteriormente le chance del regista coreano Bong Joon-ho sull'onda del grande successo (anche commerciale) del suo Parasite. E in una sfida che al momento non lascia molto spazio per le donne, non è da sottovalutare l'ipotesi di una seconda nomination da regista per Greta Gerwig.

La lista completa dei nostri pronostici sui candidati agli Oscar 2019 come miglior regista:

  • 1) Martin Scorsese, The Irishman [=]
  • 2) Quentin Tarantino, C'era una volta a... Hollywood [=]
  • 3) Noah Baumbach, Storia di un matrimonio [=]
  • 4) Bong Joon-ho, Parasite [+1]
  • 5) Taika Waititi, Jojo Rabbit [+1]
  • 6) Sam Mendes, 1917 [-2]
  • 7) Pedro Almodóvar, Dolor y gloria [=]
  • 8) Todd Phillips, Joker [=]
  • 9) Greta Gerwig, Piccole donne [new entry]
  • 10) James Mangold, Le Mans '66 [-1]

Oscar 2020 al Miglior Attore

Joker
Joker: un primo piano di Joaquin Phoenix

16 ottobre - A dispetto di un'accoglienza tanto divisiva, Joker, possibile ma non scontato contendente come miglior film, farà guadagnare in ogni caso una quarta nomination al suo strepitoso mattatore, Joaquin Phoenix, il grande favorito come miglior attore agli Oscar 2020 in coppia con lo straordinario Adam Driver di Storia di un matrimonio. Ottime chance di una candidatura pure per Antonio Banderas grazie alla sua malinconica interpretazione in Dolor y gloria, in una categoria in cui abbondano i "pesi massimi": da Leonardo DiCaprio a Christian Bale, passando per il veterano Robert De Niro per il ruolo del titolo in The Irishman.

Marriage Story
Storia di un matrimonio: un profilo del protagonista Adam Driver

16 novembre - Poche variazioni all'interno di una categoria che, accanto ai due frontrunner Joaquin Phoenix e Adam Driver, vede in gara un manipolo di grandi nomi del cinema mondiale come Robert De Niro, Antonio Banderas e Leonardo DiCaprio. La Fox ha lanciato una campagna serrata per spingere Taron Egerton, che in Rocketman presta il volto a Elton John, ma sarà sufficiente per permettere al giovane di farsi strada in una competizione che, quest'anno, si preannuncia davvero agguerritissima?

La nostra lista dei favoriti per l'Oscar 2020 come miglior attore:

  • 1) Joaquin Phoenix, Joker [=]
  • 2) Adam Driver, Storia di un matrimonio [=]
  • 3) Robert De Niro, The Irishman [+2]
  • 4) Antonio Banderas, Dolor y gloria [-1]
  • 5) Leonardo DiCaprio, C'era una volta a... Hollywood [-1]
  • 6) Jonathan Pryce, I due Papi [+1]
  • 7) Taron Egerton, Rocketman [+2]
  • 8) Eddie Murphy, Dolemite Is My Name [=]
  • 9) Christian Bale, Le Mans '66 [-3]
  • 10) Adam Sandler, Uncut Gems [=]

Oscar 2020 alla Miglior Attrice

Judy
Judy: Renée Zellweger in una scena

16 ottobre - Tre interpreti, ora come ora, possono considerare pressoché scontata la propria partecipazione agli Oscar 2020 come miglior attrice protagonista: Renée Zellweger, apprezzatissima nella parte di Judy Garland in Judy; Charlize Theron, che presta il volto alla reporter della Fox Megyn Kelly in Bombshell; e Scarlett Johansson, co-protagonista di Storia di un matrimonio. Fra le aspiranti candidate ci sono poi Cynthia Erivo per il dramma storico Harriet, l'attrice e cantante Awkwafina per The Farewell e la veterana Alfre Woodard per l'apprezzato Clemency.

Bombshell
Bombshell: un primo piano di Charlize Theron

16 novembre - La Charlize Theron trasformista di Bombshell, con una prova che sta generando grande entusiasmo, Renée Zellweger nei panni di Judy Garland e la Scarlett Johansson di Storia di un matrimonio rimangono le capofila nella corsa all'Oscar per la miglior attrice. Una competizione in cui potrebbe inserirsi anche Saoirse Ronan, a caccia di una quarta nomination a soli venticinque anni grazie al ruolo di Jo March in Piccole donne: si tratterebbe di un record assoluto, che al momento appare a portata di mano per la giovane attrice irlandese.

Ecco dunque la lista delle nostre previsioni per le candidate all'Oscar 2020 come miglior attrice protagonista:

  • 1) Charlize Theron, Bombshell [+1]
  • 2) Renée Zellweger, Judy [-1]
  • 3) Scarlett Johansson, Storia di un matrimonio [=]
  • 4) Cynthia Erivo, Harriet [=]
  • 5) Saoirse Ronan, Piccole donne [+2]
  • 6) Awkwafina, The Farewell [-1]
  • 7) Alfre Woodard, Clemency [-1]
  • 8) Lupita Nyong'o, Noi [=]
  • 9) Jodie Turner Smith, Queen & Slim [=]
  • 10) Florence Pugh, Midsommar [new entry]

Judy Garland, oltre l'arcobaleno: ricordando la star de Il mago di Oz

Oscar 2020 al Miglior Attore Non Protagonista

Once Upon A Time In Hollywood Brad Pitt
C'era una volta a... Hollywood: Brad Pitt in una scena del film

16 ottobre - Una categoria che si preannuncia di livello clamoroso, quest'anno, è quella riservata al miglior attore non protagonista agli Oscar 2020, che si prepara a schierare due icone di Hollywood del calibro di Brad Pitt, l'irresistibile stuntman di C'era una volta a... Hollywood, e di Al Pacino, pronto al suo grande ritorno agli Oscar (e alla sua nona nomination) per la parte di Jimmy Hoffa in The Irishman. Quotazioni altissime anche per il Tom Hanks di A Beautiful Day in the Neighborhood, con un manipolo di veterani impegnati a contendersi i due posti rimanenti, fra cui Anthony Hopkins, John Lithgow, Alan Alda, Joe Pesci e Tracy Letts.

The Irishman
The Irishman: un primo piano di Al Pacino nel ruolo di Jimmy Hoffa

16 novembre - Insieme a Brad Pitt, sembra ormai scontata la candidatura anche per la strepitosa coppia di comprimari di The Irishman, vale a dire i mostri sacri Al Pacino e Joe Pesci, entrambi elogiatissimi nel film di Scorsese. E in una competizione piena zeppa di veterani, fra il Tom Hanks di Un amico straordinario e lo Joseph Ratzinger di Anthony Hopkins ne I due Papi, è ancora apertissima la gara per aggiudicarsi gli altri posti disponibili della cinquina.

La nostra lista dei favoriti per le candidature all'Oscar 2020 come miglior attore non protagonista:

  • 1) Brad Pitt, C'era una volta a... Hollywood [=]
  • 2) Al Pacino, The Irishman [=]
  • 3) Joe Pesci, The Irishman [+4]
  • 4) Tom Hanks, Un amico straordinario [-1]
  • 5) Anthony Hopkins, I due Papi [-1]
  • 6) Alan Alda, Storia di un matrimonio [=]
  • 7) John Lithgow, Bombshell [-2]
  • 8) Tracy Letts, Le Mans '66 [=]
  • 9) Willem Dafoe, The Lighthouse [=]
  • 10) Sterling K. Brown, Waves [=]

Oscar 2020 alla Miglior Attrice Non Protagonista

Bombshell 2019 Margot Robbie
Bombshell: un primo piano di Margot Robbie

16 ottobre - Margot Robbie, oltre a prestare il volto a Sharon Tate, ha un altro ruolo che dovrebbe valerle la nomination all'Oscar 2020 come miglior attrice non protagonista: quello in Bombshell, appena presentato alla stampa statunitense (e nella stessa categoria, il film proverà a schierare anche Nicole Kidman). Accanto alla Robbie potremmo ritrovare poi due fra le attrici più stimate d'America, la Laura Dern di Storia di un matrimonio e la Annette Bening di The Report, mentre appare sempre più inevitabile una nomination per Jennifer Lopez, comprimaria del thriller campione d'incassi Hustlers.

Le Ragazze Di Wall Street 1 Inenpjm
Le ragazze di Wall Street - Business I$ Business: Jennifer Lopez durante una scena del film

16 novembre - Margot Robbie, Laura Dern e Jennifer Lopez: sono i tre nomi per i quali si parla di una nomination all'Oscar ormai quasi sotto ipoteca. Ma la categoria in questione potrebbe riservare ancora diverse sorprese, incluso il nome di Florence Pugh, giovane attrice in ascesa e particolarmente elogiata all'interno del cast di Piccole donne.

La nostra lista delle favorite candidate all'Oscar 2020 come miglior attrice non protagonista:

  • 1) Margot Robbie, Bombshell [=]
  • 2) Laura Dern, Storia di un matrimonio [=]
  • 3) Jennifer Lopez, Le ragazze di Wall Street [=]
  • 4) Zhao Shuzhen, The Farewell [+1]
  • 5) Annette Bening, The Report [-1]
  • 6) Florence Pugh, Piccole donne [new entry]
  • 7) Nicole Kidman, Bombshell [-1]
  • 9) Thomasin McKenzie, Jojo Rabbit [-2]
  • 8) Scarlett Johansson, Jojo Rabbit [=]
  • 10) Maggie Smith, Downton Abbey [-1]

Margot Robbie, da Scorsese a Suicide Squad: l'ascesa di una giovane diva

Oscar 2020 al Miglior Film d'Animazione

Toy Story 4
Toy Story 4: un'immagine del film

16 ottobre - Sarà un ennesimo round tutto interno alla Disney, ovvero un 'derby' Disney vs Pixar, per la categoria del miglior film d'animazione agli Oscar 2020? Molto probabilmente sì, con ben due sequel, il fortunatissimo Toy Story 4 e l'imminente fenomeno Frozen II - Il segreto di Arendelle, in prima fila in questa categoria. C'è poi un terzo sequel di cui tenere conto, ovvero Dragon Trainer - Il mondo nascosto, capitolo conclusivo della saga, mentre Netflix tenterà di piazzare nella cinquina la commedia natalizia Klaus.

How To Train Your Dragon The Hidden World
Dragon Trainer - Il mondo nascosto: un'immagine del film

16 novembre - In un'annata in cui la concorrenza appare meno forte del solito, accanto al frontrunner Toy Story 4 non dovrebbero avere troppe difficoltà a strappare una candidatura anche altri sequel, come Dragon Trainer - Il mondo nascosto e Frozen II - Il segreto di Arendelle. Netflix, tuttavia, ha ben due titoli che potrebbero conquistarsi un posto nella cinquina: il già citato Klaus e l'originale film d'animazione francese Dov'è il mio corpo?, disponibile fra pochi giorni e già apprezzatissimo dalla critica.

La nostra lista dei favoriti per l'Oscar 2020 come miglior film d'animazione:

  • 1) Toy Story 4 [=]
  • 2) Dragon Trainer - Il mondo nascosto [+1]
  • 3) Frozen II - Il segreto di Arendelle [-1]
  • 4) Klaus [=]
  • 5) Dov'è il mio corpo? [new entry]
  • 6) Missing Link [+2]
  • 7) Buñuel en el laberinto de las tortugas [=]
  • 8) Funan [-3]
  • 9) Spie sotto copertura [new entry]
  • 10) Shaun, vita da pecora: Farmageddon [-4]

Toy Story 4, recensione: vecchi giocattoli per nuove emozioni

Oscar 2020 al Miglior Film Straniero

Parasite 2
Parasite: Woo-sik Choi con So-dam Park durante una scena

16 ottobre - Una sola, granitica certezza nella competizione per l'Oscar 2020 miglior film straniero: comunque vada nelle altre categorie (riuscirà ad aggiudicarsi ulteriori nomination?), Parasite di Bong Joon-ho, già ricompensato con la Palma d'Oro, sarà un concorrente quasi impossibile da battere. A tentare l'impresa dovrebbe esserci comunque uno dei beniamini dell'Academy, Pedro Almodóvar, con l'autobiografico Dolor y gloria. La Francia proverà a rompere la 'sfortuna' degli scorsi anni con un altro titolo premiato a Cannes, Les misérables dell'esordiente Ladj Ly, mentre dall'Italia il "sogno proibito" sarebbe la prima nomination per Marco Bellocchio grazie a Il traditore.

Dolor Y Gloria 5
Dolor Y Gloria: Penelope Cruz e altri membri del cast in una scena

16 novembre - Il coreano Parasite e lo spagnolo Dolor y gloria si confermano le teste di serie della categoria, anche in virtù dell'ottimo responso al box office americano (dodici milioni di dollari per il film di Bong, tre milioni per Almodóvar). Fra i vari titoli "all'inseguimento", per ora segnaliamo Les misérables dalla Francia, il thriller colombiano Monos (piuttosto apprezzato negli USA) e il dramma sentimentale dalla Svezia And Then We Danced.

La nostra lista dei favoriti candidati per l'Oscar 2020 come miglior film internazionale:

  • 1) Parasite (Corea del Sud) [=]
  • 2) Dolor y gloria (Spagna) [=]
  • 3) Les misérables (Francia) [=]
  • 4) Monos (Colombia) [=]
  • 5) And Then We Danced (Svezia) [+3]
  • 6) La vita invisibile di Euridice Gusmau (Brasile) [-1]
  • 7) Incitement (Israele) [-1]
  • 8) Il traditore (Italia) [-1]
  • 9) Corpus Christi (Polonia) [=]
  • 10) Instinct (Olanda) [=]

Parasite, la recensione: la sinfonia della separazione sociale