Jerry Lewis

Attore, Produttore, Regista
(1926 - 2017)
Biografia

Cenni biografici di Jerry Lewis


Joseph Levitch, in arte Jerry Lewis nasce a Newark, nel New Jersey, il 16 marzo 1926. Il padre Daniel lavora come attore di vaudeville, un mestiere che permette a Jerry di entrare subito in contatto con piccoli teatri di provincia. Esordisce sul palcoscenico a soli 5 anni, mentre a 12 scrive il suo primo sketch comico. Abbandona gli studi quando è alle scuole superiori per coltivare la sua passione per la recitazione a New York, dove frequenta teatri, night club e spettacoli di burlesque. Il 1946 è per Lewis l'anno della svolta: due anni dopo aver conosciuto il cantante Dean Martin forma con lui una coppia che sarà destinata ad entrare nell'immaginario mondiale. Le loro performance consistono in giochi di coppia in cui Martin canta e Lewis impazza sulla scena per poi unirsi al compare nel canto. Il loro successo ad Atlantic City ed al celeberrimo Copacabana di New York farà sì che i due ricevano molte offerte da Hollywood.

Il loro primo film, La mia amica Irma (1949), impone Martin e Lewis come giganti del botteghino ed i seguenti Irma va a Hollywood ed Il sergente di legno - entrambi del 1950 - confermano questa tendenza. Diventano la coppia di comici più popolari del decennio e negli 8 anni che seguono realizzano ben 16 lungometraggi tra cui Morti di paura, I figli del secolo ed Artisti e modelle. Partecipano spesso a show televisivi e fanno parte del cast dello spettacolo della NBC The Colgate Comedy Hour. E' proprio durante la loro collaborazione con la NBC che Jerry Lewis inizia a dare il suo contributo alla MDA, associazione di sostegno alle persone affette da distrofia muscolare.

Dopo Mezzogiorno di fifa (1956), ennesimo successo di Lewis e Martin, tra i due scoppia un malinteso e la loro partnership s'interrompe bruscamente, fatto che sarà ampiamente pubblicizzato dalla stampa. In seguito Jerry prosegue da solo la sua carriera di attore e, nonostante avesse lavorato con registi del calibro di Frank Tashlin e Norman Taurog, decide di dirigere per conto proprio la maggior parte dei suoi film. Spesso la formula dei suoi film è semplice e geniale allo stesso tempo: creare un personaggio che si trovi coinvolto nei mestieri più disparati e fargli combinare disastri a ripetizione. Ne sono un chiaro esempio i suoi Ragazzo tuttofare, L'idolo delle donne e Il mattatore di Hollywood. Nel 1963 torna davanti (e dietro) la macchina da presa per produrre quello che da molti sarà considerato il suo film migliore: Le folli notti del dottor Jerryll. Nonostante il buon successo da quell'anno in poi la sua attività nel cinema subisce un calo notevole a livello quantitativo.

La sua pellicola successiva, Scusi dov'è il fronte?, è realizzata sette anni dopo. Si tratta di una commedia satirica che mette alla berlina la guerra ed il militarismo ed è generalmente considerato un capolavoro nel suo genere. Dopo Scusi dov'è il fronte? Lewis non comparirà più sul grande schermo per ben 11 anni. Nel 1972 realizza le riprese di The Day the Clown Cried, ma il film non sarà mai rilasciato nelle sale. Nel periodo che segue l'attore continua la sua opera per la MDA. Nel 1976 Frank Sinatra lo invita in uno show tv dove a sorpresa lo fa reincontrare con Dean Martin: i due si riappacificano durante lo spettacolo. Nel 1981 tenta un ritorno alla commedia con Bentornato picchiatello, ma riesce ad ottenere nuova notorietà solo 2 anni dopo, quando accetta un ruolo drammatico offertogli da Martin Scorsese nel cult Re per una notte.

Seguono partecipazioni ai serial televisivi Wiseguy, tra il 1988 ed il 1989, e Funny Bones del 1995. Proprio quest'anno la carriera di Lewis ha una nuova impennata per merito della rivisitazione del musical Damn Yankees che va in scena a Broadway. Nel 2009 Jerry Lewis ha ricevuto il Jean Hersholt Humanitarian Award.