Federico Moccia

Scrittore, Sceneggiatore, Regista
Biografia

Cenni biografici di Federico Moccia


Federico Moccia, nato a Roma il 10 luglio 1963, è uno scrittore, sceneggiatore e regista italiano, noto soprattutto per aver scritto alcuni romanzi di stampo giovanilistico.

Suo padre è Giuseppe Moccia, in arte conosciuto come Pipolo, regista di alcuni successi commerciali della commedia italiana tra gli anni Settanta e Ottanta, tra cui Attila flagello di Dio, opera che segna anche l'esordio del diciannovenne Federico come aiuto-regista. Nel 1986 Federico è uno degli sceneggiatori della prima stagione de II ragazzi della Terza C , partecipando successivamente al progetto di College, un telefilm giovanile che ha un discreto successo. Per molto tempo rimane nel mondo della TV scrivendo i testi di alcune trasmissioni di successo nel campo dell'intrattenimento, come Ciao Darwin e Domenica In.

Il punto di svolta della sua vita è sicuramente legato alla stesura del suo primo romanzo, Tre metri sopra il cielo (1992); in un primo momento Moccia incontra parecchie difficoltà nel trovare una casa editrice disposta a pubblicarlo, e così lo pubblica a sue spese con una tiratura di poche copie. Quello che accadde in seguito fu a dir poco incredibile: il romanzo infatti venne fotocopiato dai giovani lettori che cominciarono a passarselo, appassionandosi sempre di più alla storia dei protagonisti Babi e Step. È nel 2004 che, a seguito del grande boom di diffusione tra i giovani, il romanzo viene pubblicato dalla Feltrinelli e viene realizzato l'omonimo film. Nel 2006 pubblica il suo secondo romanzo, Ho voglia di te, che nel 2007 appare nelle sale cinematografiche con i volti di Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti.

Il successo però non si ferma qui: nel 2007 Rizzoli pubblica il suo terzo romanzo Scusa ma ti chiamo amore: ancora una volta riesce a spopolare nel mondo dei giovani e degli adolescenti, tra i quali comincia ad annoverare numerosi fan. Anche da questo romanzo viene tratto un film, ma questa volta è Moccia in persona ad occuparsi della regia, lavorando con gli attori Raoul Bova e la esordiente Michela Quattociocche, ottenendo un grande risultato e chiudendo il botteghino con 13 milioni di euro. Forte ormai di questa formula vincente, è in produzione il film Amore 14, tratto dal suo ultimo romanzo uscito nel 2008.