Christian Clavier

Attore, Sceneggiatore
Biografia

Cenni biografici di Christian Clavier


Fratello del regista Stéphane Clavier, Christian Clavier ha studiato con gli attori Michel Blanc, Gérard Jugnot e Thierry Lhermitte, con i quali fonderà la compagnia di teatro comico Splendid.
Clavier diviene autore di teatro, mettendo in scena e interpretando diverse commedie, tra cui Je vais craquer, Ma tête est malade e Amours, coquillages et crustacés.
Nel 1975 arriva il debutto cinematografico accanto a Philippe Noiret e Jean Rochefort nell'affresco storico Che la festa cominci di Bertrand Tavernier, e in F. come Fairbanks di Maurice Dugowson.

Dopo l'avventura e il successo con gli Splendid in Les Bronzes e Le Bronzes font du ski di Patrice Leconte, Clavier incontra il regista Jean-Marie Poiré. Il successo, da allora, non li ha mai abbandonati. Divenuti inseparabili, i due consolidano il loro sodalizio con Papy fait de la résistance, Le Père Noël est une ordure, Compagni miei atto I, Mes meilleurs copains, e Soldi proibiti, con Gerard Depardieu.
Negli anni Novanta girano con successo Operazione Corned-beef, dove Clavier è per la prima volta accanto a Jean Reno: la coppia si consoliderà ne I visitatori, enorme successo al box office, e nel sequel I visitatori II, commedia fantastica dove interpretano rispettivamente lo scudiero zuccone Jean Cojon e il conte sbruffone Goffredo di Malafesta.
Con il trionfo de I visitatori, Clavier diventa uno tra i più popolari attori comici francesi, ripetendo il successo di Louis De Funès, al quale si richiama frequentemente. L'affinità tra i due attori è evidente nel film La Soif de l'or di Gérard Oury, il cineasta che ha fatto la fortuna di De Funès.

Nel 1999 Clavier interpreta Asterix al fianco di Gérard Depardieu in Asterix e Obelix contro Cesare: il pubblico è ancora una volta ai suoi piedi. La critica più rigida deplora invece una scelta attoriale giudicata troppo commerciale. L'anno dopo è Thenardier ne I Miserabili, miniserie per il piccolo schermo che annovera nel cast Gérard Depardieu, Jeanne Moreau e John Malkovich.
Dopo i sequel I Visitatori III e Asterix e Obelix missione Cleopatra, ripete il successo in coppia con Reno nella commedia gialla Il Bandito Corso, e quindi presta il volto all'imperatore Napoleone nell'omonima serie televisiva. Nel 2005 è accanto all'indimenticabile Jacques Villeret in L'Antidoto per la regia di Vincent De Brus. Lo stesso De Brus lo ha diretto anche in L'intesa, con Daniel Auteuil.

Nel 2006 Clavier ritrova gli Splendid per il seguito di cassetta Les bronzés 3: amis pour la vie (4 milioni di biglietti venduti solo la prima settimana), e in seguito alterna il film tv storico Il destino di un principe, sulla dinastia degli Asburgo, con altre rutilanti commedie, come L'entente cordiale, questa volta in coppia con Daniel Auteuil, il triangolo amoroso di Le prix à payer, e la black-comedy L'Auberge rouge.
Più di recente, l'attore si è dedicato soprattutto alla televisione, prendendo parte alla serie Kaamelott, che ancora una volta mescola commedia e fantasy, dove compare come guest star, e recitando nelle nuove trasposizioni televisive francesi de Il malato immaginario (2008) e Il borghese gentiluomo (2009) di Molière, nonché in quella de Il vizietto (2011). Per il grande schermo, invece, nel 2009 si è cimentato in un ruolo drammatico nel thriller La sainte Victoire, ma nel 2011 è tornato subito alla commedia con On ne choisit pas sa famille, dove si ritrova ancora con Jean Reno.