Facebook

Blonde: per gli utenti Netflix l'orribile scena di Marilyn Monroe con JFK "si spinge troppo oltre"

Non si fermano le critiche contro il film Netflix Blonde, nel mirino c'è la scena di Marilyn Monroe con JFK, che per molti e orribile e oltraggiosa.

Che Blonde stia urtando la sensibilità di una parte degli spettatori di Netflix è ormai assodato. Tra le critiche rivolte al film, in molti si lamentano dell'"orribile scena" tra Marilyn Monroe e il Presidente JFK che "si spingerebbe troppo oltre".

Blonde 2
Blonde: Ana de Armas in una foto del film

Qui trovate la nostra recensione di Blonde. Il film, che ha debuttato in anteprima mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia 2022, si è guadagnato una standing ovation di ben 11 minuti alla fine della proiezione in Sala Grande a Venezia 2022, dove il film è stato presentato in Concorso. Ma la visione ha disturbato non pochi spettatori.

Molti potrebbero credere che Blonde sia un film biografico standard su Monroe, ma è vero il contrario: a causa del materiale originale - il romanzo fiume di Joyce Carol Oates - il film presenta diverse scene immaginarie della vita della star di Hollywood. tra queste vi sarebbe anche la scena incriminata, accusata di andare troppo oltre.

Blonde n.1 su Netflix, ma per gli utenti è "sessista", "crudele" e "uno dei film più detestabili mai fatti"

la scena riguarda John F. Kennedy, il presidente degli Stati Uniti con cui si ritiene che Marilyn Monroe avesse avuto una relazione negli anni '60. Le voci su questa relazione rimangono non verificate fino ad oggi, ma Blonde va oltre come commenta Insider.

In una scena verso la fine del film, viene mostrato che Marilyn Monroe viene drogata e portato da un personaggio chiamato "il presidente" che ha una sorprendente somiglianza con JFK (l'attore Caspar Phillipson lo aveva precedentemente interpretato in Jackie).

Blonde
Blonde: un'immagine di Ana de Armas

Mentre è al telefono confutando le affermazioni di aggressione sessuale, costringe Marilyn a compiere un atto sessuale su di lui, mentre la voce fuori campo di Ana de Armas mostra Marilyn che tenta di dissociarsi dalla situazione.

Alcuni spettatori che non sono a conoscenza del materiale originale sembrano credere che ciò sia effettivamente accaduto, nonostante non esistano testimonianze al riguardo. Questo è uno dei motivi per cui la scena è stata messa in discussione, e secondo alcuni considerata un "assassinio del personaggio". Altri lo hanno definito "sfruttamento" della storia della Monroe.

Blonde, Ana De Armas: "Si sono messi tutti a piangere quando mi hanno vista per la prima volta"

"Non so se questo è stato provato o meno. Ma è un grande azzardo mentire su questo" ha commentato un utente.

"Perché il film #Blonde dovrebbe inventare uno stupro di #MarilynMonroe da parte di #JFK?" è intervenuto un altro spettatore, definendo la scena "sfruttamento disgustoso" della vita della star di Hollywood.

Altri hanno detto che la scena "non avrebbe mai dovuto far parte del film" e hanno convenuto che è probabilmente ciò che ha portato al divieto ai minori di 17 anni. "Mi chiedo se è NC-17 per via della scena di JFK con la rappresentazione più degradante di Marilyn Monroe", ha commentato uno spettatore.