Peter Weir

Regista, Sceneggiatore
Biografia

Cenni biografici di Peter Weir


Nato a Sidney il 21 agosto 1944, Peter Weir è indubbiamente uno dei registi più importanti del cinema australiano e di certo tra i talenti più visionari della generazione della Ubu Film, di cui è uno dei membri fondatori. Laureatosi in legge, ma con il pallino dell'arte, Weir inizia in televisione a Channel 7 per poi passare alla Commonwealth Film Unite, dove completa il suo ideale apprendistato. Nel 1974 gira il suo primo film, un intrigante thriller intitolato The Cars that Ate Paris, che mette in luce lo stile elegante e selvaggio del successivo e celeberrimo Picnic ad Hanging Rock, opera con cui Weir si fa notare in tutto il mondo.

I temi della sua terra saranno argomento anche del successivo L'ultima onda, ulteriore conferma del talento di Weir, al pari de Gli anni spezzati del 1981 e di Un anno vissuto pericolosamente, in cui dirige un giovane Mel Gibson in un teso dramma civile che sarà anche il primo film australiano interamente finanziato da una major americana. Seguendo una parabola che ricorda quella dell'olandese Paul Verhoeven, Weir sbarca negli States per il suo primo film americano: Witness - Il testimone, ottimo poliziesco in grado di coniugare il suo stile con le necessità hollywoodiane, tanto che gli vale la nomination all'Oscar per la regia. Di molto inferiore il successivo Mosquito Coast, opera abbastanza anonima schiacciata tra l'illustre precedente e il successivo L'attimo fuggente che gli regala la seconda candidatura, un successo planetario e permette a Robin Williams di tornare al successo, con un personaggio distante anni luce dai ruoli che era abituato a interpretare.

È tempo di commedia agrodolce con Green Card - Matrimonio di convenienza, accolto fin troppo tiepidamente dal pubblico, come il successivo e deludente Fearless - Senza paura, thriller psicologico scentrato e farraginoso. Ancora una volta Weir affianca a una pellicola incolore un grande successo con il film più amato dai mass-mediologi del pianeta: The Truman Show, parabola sul voyerismo e sui reality show in netto anticipo sui tempi, anche nel saper sviluppare il personaggio di Jim Carrey fuori dall'usuale genere della commedia. Bisogna aspettare cinque anni, nel 2003, per trovare Weir nuovamente alla regia per Master and Commander: Sfida ai confini del mare, adventure marittimo ridondante ma di ottimo respiro, con un lanciatissimo Russel Crowe in uno dei suoi personaggi più riusciti.