Men in Black International, Serenity, Dead Trigger, The Field Guide to Evil e i voti di un mese in homevideo

Nella nostra rubrica mensile Blu-ray-DVD le recensioni di: Men in Black International, Serenity - L'isola dell'inganno, Dead Trigger, The Field Guide to Evil, Balloon - Il vento della libertà, In mani sicure - Pupille.

APPROFONDIMENTO di 04/12/2019
Men 2
Men in Black International: Tessa Thompson e Chris Hemsworth in una foto del film

Altro mese ricco di uscite in homevideo, con diversi blu-ray interessanti. Dopo aver trattato in modo specifico altri prodotti, con le nostre recensioni di Spider-Man: Far From Home in 4K e Blu-ray, della Limited Edition di Donnie Darko, della stagione 9 di Walking Dead, della stagione 1 di Krypton in DVD e dell'edizione speciale di Midsommar, eccoci con la rubrica mensile e una carrellata di altre uscite.

A partire ovviamente da Men in Black International, nuova uscita del celebre franchise, per seguire con Serenity - L'isola dell'inganno con un tormentato Matthew McConaughey. Spazio poi a molti interessanti direct to video: Dead Trigger, tratto da un videogioco a base di zombie, The Field Guide to Evil, raccolta di episodi horror, Balloon - Il vento della libertà su una storia vera di fuga dalla Germania Est, e il commovente e delicato In mani sicure - Pupille sul percorso di un'adozione.

Men in Black International: la recensione del blu-ray

Mib International

IL FILM. Quarto capitolo del franchise MIB, ma in fin dei conti uno spin-off senza i protagonisti storici, Men in Black International diretto da F. Gary Gray inizia dal passato, quando la ragazzina Molly vide di nascosto la scena della neuralizzazione dei suoi genitori da parte dei MIB, aiutando anche un alieno a scappare. Una volta adulta, con il sogno di diventare una MIB, Molly (Tessa Thompson) riesce a entrare nel quartier generale dopo aver rintracciato uno sbarco alieno. Vista la sua abilità, verrà assunta "in prova" come Agente M ed affiancata ad H (Chris Hemsworth) per una missione.

IL BLU-RAY. Diciamolo subito: il blu-ray di Men in Black International targato Sony e distribuito da Universal è tecnicamente spaziale. A partire da un video formidabile per nitidezza, incisività del dettaglio e ricchezza cromatica, con colori esuberanti e un nero profondo e compatto. Incarnati, abiti, ambientazioni, tutto presenta una definizione cristallina e anche gli effetti digitali sono fluidi e senza sbavature. Ma meraviglia anche l'audio grazie alla presenza, anche in italiano oltre che in originale, di una traccia lossless DTS HD 5.1 profondamente immersiva, dotata di una spazialità molto ampia che si esalta nelle numerose sequenze di azione dove agenti e alieni sfoderano le loro abilità. Le esplosioni o anche i campi di forza invisibili sono replicati in modo sublime da un sub in costante effervescenza, con i bassi che si integrano alla perfezione con l'attività degli altri diffusori, sempre precisa, ricca e ben bilanciata, anche nella riproduzione della colonna sonora.

Men In Black International 11
Men In Black International: un momento del film

DA NON PERDERE. Non indimenticabile ma comunque buono il reparto extra. Oltre a scene eliminate (12') e papere (2'), troviamo una serie di featurette. Alien-Cetry.com (1') e Neuralizzazione: come se non fosse mai successo (1') sono dei finti spot su un sito web e sul mitico gadget. Nuove reclute, abiti classici (7') parla del cast, mentre Azione e stuntman (6') è dedicato alle scene fisicamente più impegnative del film. Si prosegue con Guardate qui: Gadget, Armi e corse (4'), una rassegna delle tecnologie immaginarie che appaiono nel film, e con Allarghiamo l'universo dei MIB (6') come le riprese sui set di Londra e Marrakesh. Poi ancora Les Twins lo lasciano a terra (2') e Frank il carlino e il piccolo Pawny: galleria (5'). A chiudere Riassunto MIB (3') con il franchise condensato in pochi minuti, e The MIB incontra l'NBA (3'), con H e M che guardano al mondo del basket per trovare degli alieni.

I VOTI. Video: 9 - Audio: 9,5 - Extra: 7

Men In Black International 14
Men In Black International: una scena con Chris Hemsworth, Tessa Thompson

Serenity - L'isola dell'inganno: la recensione del blu-ray

Serenity

IL FILM. Thriller ammantato di mistero e dalla splendida ambientazione, Serenity - L'isola dell'inganno ha fatto forse parlare più di sé per le scene di nudo di Matthew McConaughey che per un intreccio a tratti discutibile. Nel film di Steven Knight, l'attore interpreta un capitano di un peschereccio che vive nei Caraibi, ossessionato dalla cattura di un gigantesco tonno ma anche da un passato enigmatico. Un giorno si fa viva la sua ex, con la quale ha avuto un figlio, che gli propone di uccidere il suo attuale marito molto violento in cambio di una grossa somma. Ma la realtà è davvero questa?

IL BLU-RAY. Serenity - L'isola dell'inganno è arrivato in homevideo anche in alta definizione grazie al blu-ray targato Lucky Red, un prodotto tecnicamente valido ma purtroppo povero di extra, visto che è presente solamente il trailer. Il video è buono ma a istantaneee molto efficaci sul piano del dettaglio negli esterni assolati, fanno riscontro alcune sequenze un po' problematiche. In condizioni di scarsa luminosità, o nelle scene subacquee, le immagini sono un po' pastose e il quadro meno preciso e nitido. Ottimo comunque il croma, soprattutto negli spettacolari esterni dell'isola.

Serenity Lisola Dell Inganno 27
Serenity - L'isola dell'iganno: Matthew McConau e Djimon Hounsou in ghey una scena del film

DA NON PERDERE. Ma il pezzo forte dell'edizione è l'audio, grazie anche a un DTS HD 5.1 presente sia in italiano che in inglese, che risulta convincente ed efficace fin dai primi istanti, con la fragorosa uscita dall'acqua. Scene come quella tempesta, o altre sequenze durante la pesca in mezzo al mare, sono davvero avvincenti: tutti i diffusori infatti intervengono non solo con precisione direzionale degli effetti, ma anche con un'energia complessiva davvero esuberante, esaltata da una vigorosa presenza di bassi.

I VOTI. Video: 7 - Audio: 8,5 - Extra: 4

Serenity - L'isola dell'iganno: Anne Hathaway e Matthew McConaughey in una nuova foto del film
Serenity - L'isola dell'iganno: Anne Hathaway e Matthew McConaughey in una nuova foto del film

Dead Trigger: la recensione del blu-ray

Dead Trigger

IL FILM. Tratto dall'omonimo videogioco, un survival horror in prima persona di buon successo, Dead Trigger vede in pista un muscolare Dolph Lundgren a capeggiare un team di ragazzini contro un'orda di zombie che da tempo imperversano dopo la comparsa di un misterioso virus. La missione del commando è di andare a Terminal City, l'origine dell'epidemia, per cercare un gruppo di scienziati che hanno lavorato su una possibile cura per la pandemia.

IL BLU-RAY. Dead Trigger è arrivato direct to video grazie al blu-ray targato Koch Media. Il video è un po' altalenante: a scene pulite, incisive e dotate di un buon dettaglio, fanno da contraltare altre meno convincenti, con una grana digitale e infastidire le immagini e a togliere smalto soprattutto ai fondali. Sempre vivace invece il croma. Un po' meglio l'audio, mentre negli extra è presente solamente il trailer.  

DA NON PERDERE. Sul fronte audio, il DTS HD 5.1 presente sia per l'italiano che per l'inglese risulta abbastanza coinvolgente nelle scene più convulse, con qualche buon effetto direzionale e una discreta spazialità. Manca però di energia e di potenza nelle numerose sparatorie, soprattutto per i bassi un po' dimessi, però un ascolto piacevole è sempre assicurato. 

I VOTI. Video 6,5 - Audio: 7 - Extra: 4

Dead Trigger 3
Dead Trigger: una scena con Dolph Lundgren

The Field Guide to Evil: la recensione del blu-ray

Field Guide

IL FILM. Il male che continua a viaggiare nel tempo, il suo fascino oscuro e le ripercussioni che provoca: questo il tema che The Field Guide to Evil cerca di sviluppare attraverso un'antologia di otto episodi, diretti da altrettanti registi provenienti da ogni parte del mondo. I vari episodi hanno per soggetto miti, leggende e credenze popolari, per dare una visione il più possibile globale dell'orrore tramandato nei secoli.

IL BLU-RAY. The Field Guide to Evil è arrivato direct to video anche in alta definizione grazie a Koch Media, che per la sua collana Midnight Classic presenta il consueto elegante slipcase. Il video è un po' altalenante fra i vari episodi, anche per i diversi stili dei registi ed i mezzi utilizzati. Ad alcuni un po' problematici con un quadro pastoso, grana invadente, dettaglio non eccelso e croma dimesso, fanno da contraltare altri con immagini più incisive e definizione più curata. Nel complesso la resa è discreta. Negli extra c'è solo il trailer, ma non dimentichiamo il booklet presente nella confezione.

DA NON PERDERE. Grazie alle tracce in DTS HD 5.1, pur non toccando vette particolari l'audio consente un buon coinvolgimento, replicando in maniera abbastanza curata gli effetti ambientali, soprattutto quelli con scene nei boschi e nelle foreste, e le sequenze con più azione e tensione. L'asse posteriore è attivo e preciso, anche se non sempre molto incisivo, mentre i dialoghi hanno sempre un buon timbro.

I VOTI. Video: 6,5 - Audio: 7,5 - Extra: 5

Field Guide Scene
The Field Guide to Evil: una scena del film

Balloon - Il vento della libertà: la recensione del blu-ray

Balloon

IL FILM. Basato sulle vera storia delle famiglie Strelzyk e Wetzel, e della loro fuga dalla Germania Est a quella Ovest con l'uso di una mongolfiera, Balloon - Il vento della libertà ha vinto il premio come "Miglior Film" al Washington DC FilmFest 2019 fornendo un buon mix fra thriller e sociopolitica. Nel 1979, due famiglie sviluppano un piano per fuggire dalla Repubblica Democratica Tedesca costruendo una mongolfiera artigianale. Il primo tentativo non riesce, ma nonostante l'implacabile spionaggio che li bracca, ci provano di nuovo.

IL BLU-RAY. Balloon - Il vento della libertà è arrivato direct to video anche in alta definizione grazie al blu-ray targato Koch Media. Un prodotto tecnicamente eccellente, anche se purtroppo povero di extra, visto che c'è solamente il trailer. Peccato, perché i motivi di approfondimento sul piano storico non mancavano. Ma il prodotto si prende la rivincita sul profilo audio-video. Le tracce in DTS HD 5.1 in italiano e in originale assicurano un ottimo coinvolgimento, soprattutto nei momenti più concitati e quelli a bordo della mongolfiera, restituendo un sonoro credibile grazie al coinvolgimento di tutti i diffusori.

DA NON PERDERE. Ma è soprattutto il video a convincere, con un quadro nitido e dettagliato in ogni condizione. Le scene notturne abbondano, eppure le immagini conservano sempre una buona compattezza, mantenendo un ottimo livello di dettaglio e una sensazione di profondità suggestiva ed efficace. Ottimo anche l'aspetto cromatico, che alterna il grigiore della realtà della Germania Est alla colorata voglia di libertà rappresentata dalla mongolfiera.

I VOTI. Video: 8,5 - Audio: 8 - Extra: 4

Balloon Scena
Balloon - Il vento della libertà: una scena con la mongolfiera

In mani sicure - Pupille: la recensione del DVD

In Mani Sicure

IL FILM. L'uscita direct to video in DVD targata Koch Media permette di scoprire In mani sicure - Pupille (qui potete leggere la nostra recensione del film), prezioso gioiellino di produzione franco-belga diretto da Jeanne Henry che racconta con efficacia il percorso di un'adozione: le speranze, i timori e i desideri che coinvolgono una giovane madre che lascia il neonato in adozione, una donna che persegue da anni il sogno di diventare madre e il folto gruppo i assistenti sociali e operatori familiari chesi assumono la responsabilità di fare le scelte più opportune. 

IL DVD. Il DVD targato Koch Media di In mani sicure - Pupille sfodera davvero un ottimo video mentre l'audio è discreto: si tratta di un dolby digital 5.1 per italiano e originale che deve soprattutto riprodurre una fitta rete di dialoghi facendolo in modo esemplare con un timbro preciso e sicuro. Poca l'attività degli altri diffusori, ma è il film ad avere minimi effetti ambientali. Negli extra è presente solamente il trailer.  

DA NON PERDERE. Video davvero superbo per il formato DVD, con un quadro sempre preciso e un dettaglio molto efficace, che riesce a scavare nelle emozioni dei protagonisti con primi piani molto incisivi. Qualche piccola pastosità sui fondali e nelle pochissime scene scure, vola via senza problemi, perché le immagini conservano sempre un'invidiabile solidità.
I VOTI. Video 8,5 - Audio: 7 - Extra: 4

Pupille 3
In mani sicure - Pupille: una scena con Gilles Lellouche e Élodie Bouchez