Marvel Fase 4: i film, gli attori e i supereroi che vedremo nel MCU

Chi e cosa vedremo nella Fase 4 del Marvel Cinematic Universe? Ecco film, attori e supereroi in sala e su Disney+ nel 2020 e nel 2021.

APPROFONDIMENTO di 23/04/2020
Avengers: Infinity War - una scena di gruppo nel primo trailer
Avengers: Infinity War - una scena di gruppo nel primo trailer

Dopo la conclusione della cosiddetta Infinity Saga, un arco durato undici anni e ventitré film, il Marvel Cinematic Universe si appresta a tornare sui nostri schermi nel 2020 con la Fase 4, un nuovo ciclo a base di lungometraggi e, per la prima volta, miniserie realizzate per il servizio di streaming Disney+. Sarà una Fase in apparenza "intermedia", senza un evento culminante alla fine, in vista di potenziali stravolgimenti nella Fase 5 che inizierà nel 2022. Non per questo, però, sarà meno ricco, tra ritorni molto attesi e debutti intriganti. Cosa possiamo aspettarci esattamente? In questa sede passeremo in rassegna tutto quello che c'è da sapere sulla Fase 4 del Marvel Cinematic Universe: i film, gli attori e i nuovi supereroi che vedremo sul grande e piccolo schermo per i prossimi tre anni.

I film

Avengers Endgame 25
Avengers: Endgame, un primo piano di Scarlett Johansson

La Fase 4 Marvel inizierà ufficialmente nell'autunno del 2020 con l'uscita di Black Widow, uno spy thriller che racconta le vicende di Natasha Romanoff dopo le vicende di Captain America: Civil War.

A seguire, nel febbraio del 2021, toccherà a Eternals, film cosmico diretto da Chloe Zhao che introdurrà l'omonima razza aliena immortale creata dai Celestiali, entità che abbiamo già visto in Guardiani della Galassia e il suo sequel (mentre Thanos, che nei fumetti è un ibrido tra gli Eterni e i Devianti, è stato l'antagonista principale della Infinity Saga).

Nel 2021 ci saranno, per la prima volta, quattro film del MCU nello stesso anno solare: dopo il debutto degli Eterni toccherà a Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, seguito a ruota da Doctor Strange in the Multiverse of Madness, titolo che allude esplicitamente al concetto delle dimensioni parallele (sarà, a detta di Scott Derrickson, il primo film spaventoso del franchise). Durante l'estate, tra quei due titoli, toccherà a Spider-Man, protagonista di un terzo film in solitario ancora senza titolo e realizzato, ancora una volta, in collaborazione con la Sony. Infine, per chiudere questa Fase al cinema, un altro ritorno, duplice: quello del Dio del Tuono e del regista Taika Waititi, con Thor: Love and Thunder, adattamento della recente storyline fumettistica dove Jane Foster ottiene i poteri di Thor. Questo nel 2022, anno che sulla carta vedrà sullo schermo due Fasi, una dopo l'altra, poiché nei mesi successivi arriveranno Black Panther 2 e Captain Marvel 2, ufficialmente parte della Fase 5. Quest'ultima, stando a dichiarazioni varie, conterrà anche il ritorno di Ant-Man e dei Guardiani della Galassia.

Avengers: Endgame, analisi del finale: il Marvel Cinematic Universe è morto, lunga vita al MCU!

Le miniserie

Falcon Winter Soldier Loro Disney Plus
Falcon & Winter Soldier: il logo della serie tv Disney+

Novità della fase 4 Marvel, le miniserie realizzate per il servizio di streaming Disney+. A differenza delle precedenti produzioni televisive legate al MCU, queste saranno prodotte da Kevin Feige e non da Jeph Loeb, che dal 2010 al 2019 è stato il responsabile della Marvel Television, e saranno apertamente legate agli eventi dei film.

Ad aprire le danze, alla fine del 2020, sarà The Falcon and the Winter Soldier, dove gli omonimi personaggi dovranno fare i conti con il pensionamento di Steve Rogers alla fine di Avengers: Endgame e con il ritorno in scena del perfido Helmut Zemo, il quale causò lo scioglimento degli Avengers nel 2016.

Sempre nel 2020 ci sarà WandaVision, sulla relazione tra Scarlet Witch e la Visione, mentre nel 2021 toccherà a Loki, che racconterà le avventure del fratellastro di Thor in una realtà alternativa creata inavvertitamente dai nostri eroi durante un viaggio nel tempo. Entrambe queste miniserie, stando a Kevin Feige, saranno legate al ritorno cinematografico di Doctor Strange. Durante l'estate del 2021 debutterà Marvel's What If...?, adattamento animato dell'omonimo fumetto che esplora versioni alternative delle storie che già conosciamo, con gli attori dei film a prestare le voci ai personaggi. A chiudere il tutto sarà Hawkeye, dove assisteremo al passaggio del testimone da parte di Clint Barton alla giovane Kate Bishop. Con l'eccezione della serie animata, tutte queste storie avranno un numero limitato di episodi, tra sei e otto. Come per le altre produzioni originali di Disney+, le puntate saranno a cadenza settimanale anziché in un unico blocco.

Disney+: cos'è, come funziona, uscita in Italia e catalogo

Gli attori

Falcon Winter Soldier Serietv Disney Zemo
The Falcon and the Winter Soldier: Zemo con indosso la maschera viola

Nella fase 4 del Marvel Cinematic Universe torneranno ovviamente diversi volti storici del MCU, attori tra cui Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Benedict Cumberbatch, Tom Hiddleston, Chris Hemsworth e Natalie Portman, e la maggior parte di essi saranno presenti anche nella miniserie animata.

Tra le nuove reclute vale la pena segnalare l'inglese Florence Pugh, protagonista di Midsommar - Il villaggio dei dannati, che reciterà al fianco della Johansson nei panni di Yelena Belova, erede del titolo di Vedova Nera, e Tony Leung Chiu Wai, che seminerà il terrore nel mondo di Shang-Chi nei panni del Mandarino, precedentemente impersonato dagli antagonisti di Iron Man 3.

Gli Eterni avranno invece i volti di attori come Angelina Jolie, Salma Hayek, Richard Madden e Gemma Chan (quest'ultima già apparsa in Captain Marvel in un ruolo diverso). Jeffrey Wright presterà la voce a Uatu l'Osservatore, membro di una razza aliena onnisciente e onnipresente che abbiamo visto di sfuggita in Guardiani della Galassia Vol. 2.

Avengers: Endgame, chi saranno i nuovi supereroi del Marvel Cinematic Universe

I supereroi

Doctor Strange: Benedict Cumberbatch in una foto in cui Strange usa i suoi poteri
Doctor Strange: Benedict Cumberbatch in una foto in cui Strange usa i suoi poteri

Come già detto in precedenza, nella Fase 4 torneranno diversi eroi storici del MCU: Black Widow, Hawkeye, Falcon, Winter Soldier, Doctor Strange, Scarlet Witch, la Visione, Spider-Man e Thor (nella miniserie ci saranno anche, tra gli altri, Steve Rogers, i Guardiani della Galassia, Black Panther e, stando alle ultime indiscrezioni, Tony Stark).

Nelle fila degli Eterni è particolarmente significativa la presenza di Makkaris, prima supereroina sorda del franchise (interpretata da Lauren Ridloff, non udente nella vita), e farà parte del gruppo anche il primo eroe apertamente gay del Marvel Cinematic Universe, anche se al momento non è nota l'identità del personaggio (i fan hanno ipotizzato che possa trattarsi di Ikaris, che avrà le fattezze di Richard Madden). Al fianco di Natasha Romanoff vedremo Yelena Belova, giovane pupilla della spia russa, e nella miniserie dedicata a Scarlet Witch e Visione debutterà la versione adulta di Monica Rambeau, presumibilmente in vista di un ruolo più importante in futuro (nei fumetti Monica ottiene gli stessi poteri di Carol Danvers ed entra a far parte degli Avengers).

Shang-Chi, primo supereroe asiatico del MCU, è un maestro di arti marziali, tecnicamente privo di capacità sovrumane ma capace di tenere testa persino ad avversari divini. Nonostante non sia propriamente un supereroe, è significativo anche l'esordio di Uatu, un alieno dotato di un intelletto smisurato e capace di osservare le realtà alternative. Nei fumetti è un comprimario ricorrente nelle storie dei Fantastici Quattro, i quali dovrebbero apparire nel MCU durante la Fase 5.

Disney e Fox, l'accordo: tutto quello che c'è da sapere sull'acquisizione

I registi

Molto interessante anche la squadra di registi che porteranno sullo schermo i vari film di questa Fase: l'unico veterano è Taika Waititi, nuovamente alle prese con Thor, mentre gli altri lungometraggi saranno firmati da nomi importanti del cinema indipendente come Cate Shortland, Chloe Zhao e Destin Cretton. La nota pi?u curiosa, però, riguarda il secondo capitolo delle avventure di Doctor Strange: inizialmente era confermato il ritorno in cabina di regia di Scott Derrickson, il quale poi si è tirato indietro per divergenze creative e rimarrà coinvolto solo come produttore esecutivo. A sostituirlo è stato chiamato nientemeno che Sam Raimi, che ha già avuto a che fare con la Casa delle Idee dirigendo la prima trilogia di Spider-Man per la Sony, tra il 2002 e il 2007. Ironia della sorte, Spider-Man 2 contiene una scena che ora è profetica, quando J. Jonah Jameson e il suo staff fanno brainstorming sul nome da dare al cattivo di turno. Una delle proposte? "Doctor Strange!", a cui Jonah risponde "Mi piace, ma lo stanno già usando."