Baby Driver - Il genio della fuga

2017, Azione

I 10 migliori momenti musicali del 2017, da La La Land a Baby Driver

Ripercorriamo il 2017 cinematografico grazie alla selezione delle dieci migliori scene in cui musica e immagini si sono fuse in modo indimenticabile.

Il 2017 cinematografico si è in un certo senso aperto con l'arrivo nelle sale di La La Land e si è concluso con la distribuzione di The Greatest Showman, confermando il periodo positivo per il genere musical. Le scelte realizzate per ogni tipo di film, dall'action all'animazione, senza dimenticare sci-fi e cinecomic, hanno però confermato il ruolo ormai centrale della colonna sonora nelle produzioni per il grande schermo, essendosi rivelata uno strumento efficace e suggestivo per far evolvere la narrazione e non più un semplice accompagnamento per le immagini.
I fan di Guardiani della Galassia non potevano che attendersi un epico mix per il sequel diretto da James Gunn, mentre Edgar Wright ha sorpreso un po' tutti con la sua idea davvero unica per ovviare ai problemi fisici del giovane protagonista di Baby Driver - Il genio della fuga. Nel corso dei dodici mesi le scene che hanno fuso immagini e musica per dare vita a momenti in grado di imprimersi nella memoria degli spettatori sono state numerose, ma solo alcune sono riuscite a emergere, conquistando così uno spazio in questo breve bilancio del 2017 che, per praticità e per limitare il materiale da analizzare, non prende ad esempio in considerazione i brani utilizzati sui titoli di coda, come ad esempio l'emozionante cover di Starry Starry Night di Lianne La Havas incisa per Loving Vincent o le canzoni originali di Sia create per Wonder Woman e My Little Pony: Il film, senza dimenticare Mighty Power affidata a Mary J. Blige per concludere Mudbound.
Quando ormai mancano pochi giorni all'arrivo del 2018, ripercorriamo l'anno che sta per concludersi con le migliori dieci scene "musicali", in ordine alfabetico e non di merito.

Leggi anche: Guardiani della Galassia Vol. 2: salvare l'universo è un affare di famiglia!

1. Charlize Theron combatte sulle note di George Michael

Atomic Blonde: Charlize Theron in azione in una foto del film

L'attrice Charlize Theron in Atomica bionda è impegnata in duri combattimenti corpo a corpo e durante uno degli scontri Lorraine fa partire sullo stereo la canzone Father Figure di George Michael prima di neutralizzare i suoi avversari e fuggire spettacolarmente all'esterno dell'appartamento.
La regia di David Leitch unisce con bravura la durezza dello scontro con la voce suadente dell'artista, rendendo la lotta coinvolgente e interessante.

Leggi anche: Atomica Bionda: più glaciale che furiosa, la Theron si conferma l'eroina action del momento

2. La fuga adrenalinica di Baby

Baby Driver: Jamie Foxx ed Ansel Elgort in una foto del film

Il film Baby Driver - Il genio della fuga diretto da Edgar Wright pone al centro della trama proprio la musica, sfruttando l'idea che il protagonista Baby stia cercando di superare i disturbi legati all'acufene, causato dall'incidente stradale in cui hanno perso la vita i suoi genitori, ascoltando brani e canzoni di ogni tipo.
Sul grande schermo la colonna sonora ha così un ruolo essenziale per far avanzare la storia, come accade ad esempio con Debora che si sovrappone all'incontro con la ragazza interpretata da Lily James. Tra i passaggi più memorabili c'è inoltre la sequenza di apertura sulle note di Bellbottoms, firmata Jon Spencer Blues Explosion, scelta perfetta per introdurre i personaggi e l'atmosfera che contraddistingue il progetto con protagonista Ansel Elgort, sfruttando un'adrenalinica fuga a tutta velocità.

Leggi anche: Baby Driver: rapinare banche, fuggire ed innamorarsi a suon di musica

3. L'incontro tra passato e futuro

Blade Runner 2049: Ryan Gosling e Harrison Ford in una foto del film

Harrison Ford e Ryan Gosling, in Blade Runner 2049, si affrontano in una stanza in cui è presente un'ologramma di Elvis Presley in concerto. Il contrasto tra l'atmosfera del passato e il romanticismo dei brani e il mondo in cui vivono i due personaggi dà vita a un passaggio visivamente ed emotivamente efficace, gestito in modo brillante e originale dal regista Denis Villeneuve.

Leggi anche: Blade Runner 2049: un sequel all'altezza non è fantascienza

4. Una malinconica ninnananna

Coco: una nuova immagine del film Disney/Pixar

Il protagonista del film Pixar Coco è Miguel: un bambino che sogna di diventare un cantante come il suo idolo Ernesto de la Cruz.
Era quindi prevedibile che il team composto da Michael Giacchino, Germaine Franco, Robert Lopez e Kristen Anderson-Lopez avrebbero regalato una colonna sonora particolarmente brillante.
Tra sonorità messicane e tanto ritmo, è però la malinconica Remember Me, una ninnananna cantata da un padre a sua figlia prima di partire, a conquistare il cuore degli spettatori grazie alla sua semplicità e dolcezza.

Leggi anche: Coco in anteprima a Lucca: cosa aspettarsi dal nuovo film Pixar?

5. Un mixtape coinvolgente

images/2017/12/27/babygroot-guardiansofthegalaxy2-217041.jpg

James Gunn aveva già conquistato gli appassionati di musica con il suo Awesome Mixtape realizzato per il primo capitolo della storia degli eroi e con Guardiani della Galassia Vol. 2 conferma come la colonna sonora sia un elemento di primaria importanza per raccontare la storia di Star-Lord e dei suoi compagni di avventure sul grande schermo adattando quanto presente tra le pagine dei fumetti della Marvel. Nel secondo capitolo del franchise non è solo il personaggio interpretato da Chris Pratt ad avere la passione per la musica e nei primi minuti è Baby Groot, in una delle sequenze più divertenti e spettacolari, a lasciarsi andare sulle note di Mr. Blue Sky, reagendo in modo irato quando il suo ascolto viene improvvisamente interrotto.

Leggi anche: Guardiani della Galassia Vol. 2: l'Awesome Mix e le musiche di Bates conquistano e trascinano

6. Lo struggente saluto della Bestia

La Bella e la Bestia: Emma Watson e Dan Stevens danzano in una scena del film

Le canzoni del film d'animazione La bella e la bestia sono tra le più amate e conosciute dai fan della Disney. Per la versione live-action si è deciso di aggiungere dei brani originali ed è Evermore a suscitare in particolare grandi emozioni grazie all'interpretazione di Dan Stevens e alla costruzione della scena. Assistere alla Bestia mentre si arrampica sulle torri del castello, pur di riuscire a vedere la sua amata Belle allontarsi a cavallo, e ascoltare le sue parole, in cui diventa chiaro il modo in cui è stato trasformato grazie a lei, rende il brano indimenticabile e struggente. La canzone, composta da Alan Menken e Tim Rice, è una new entry nella tracklist della colonna sonora di assoluto livello che meriterebbe, senza troppi dubbi, una nomination agli Oscar.

Leggi anche: La Bella e la Bestia: 5 cose che potreste non aver notato del film

7. Un altro giorno di sole a Hollywood

La La Land: un'immagine dalla scena musicale iniziale

Il musical diretto da Damien Chazelle potrebbe, senza troppa difficoltà, riempire quasi tutta la top 10 delle scene musicali dell'anno. La sequenza di apertura di La La Land entra di diritto nei momenti cinematografici cult degli ultimi decenni per il mix perfetto di musica, interpretazione, coreografie e regia impeccabile; è quasi impossibile resistere al brano creato da Justin Hurwitz, Benj Pasek e Justin Paul senza lasciarsi andare al ritmo e alla sferzata di positività che lo contraddistingue.

Leggi anche: La La Land e l'elogio della nostalgia: Here's to the ones who dream

8. Una canzone al posto di mille parole

images/2017/12/27/moonlight.jpg

E' Hello Stranger di Barbara Lewis la canzone che accompagna una delle migliori scene di Moonlight, che rischia ingiustamente di restare nella storia principalmente a causa dello scambio di buste avvenuto sul palco degli Oscar. Il brano riesce a dare voce ai pensieri inespressi dei personaggi interpretati da Trevante Rhodes e Andre Holland, sottolineando con la giusta enfasi i loro gesti ed espressioni.

Leggi anche: Moonlight e gli altri "Oscar Shock": i 10 sorpassi più clamorosi nella storia dell'Academy

9. Un musical per celebrare la diversità

The Greatest Showman: Hugh Jackman in una foto del film

Benj Pasek e Justin Paul, già reduci del successo di La La Land, hanno unito nuovamente le forze per firmare le canzoni del musical The Greatest Showman. Tra i brani ideati per il film con protagonista Hugh Jackman è This Is Me, interpretato dalla star di Broadway Keala Settle, a essere diventata una vera hit ancora prima dell'arrivo nelle sale del film grazie al suo messaggio positivo e una melodia accattivante che lascia il segno.

Leggi anche: The Greatest Showman: Hugh Jackman infiamma il grande spettacolo del circo

10. Una battaglia molto rock

Thor: Ragnarok, Chris Hemsworth in un momento del film

I cinecomic Marvel regalano un altro momento musicale di grandissimo effetto con Thor: Ragnarok in cui Immigrant Song dei Led Zeppelin viene utilizzata per accompagnare l'epica sequenza della battaglia finale.
Il ritmo concitato del brano, gli effetti speciali e la difficile situazione che devono affrontare gli eroi danno vita a uno dei momenti migliori del lungometraggio e trascinano gli spettatori al centro dello scontro.

Leggi anche: Thor e il Ragnarok: come cambierà il Marvel Cinematic Universe?

Menzione speciale

I segreti di Twin Peaks: Kyle MacLachlan e Sherly Lee

Il ritorno della serie I segreti di Twin Peaks è stato considerato, da molti critici ed esperti, un'opera cinematografica e il suo innegabile valore tecnico e artistico lo porta a conquistare un posto nelle tante classifiche che celebrano i migliori progetti arrivati sugli schermi nel 2017. Gli episodi sono stati caratterizzati anche da un brillante uso della musica e le performance immortalate da David Lynch andrebbero citate tutte. Tra i tanti brani interpretati dal vivo segnaliamo Out of Sand di Eddie Vedder, il cui testo si inserisce alla perfezione nel mondo creato dal regista insieme a Mark Frost.

Leggi anche: Twin Peaks 3, episodi 17-18: la fine è un nuovo inizio?

I 10 migliori momenti musicali del 2017, da La La...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

La La Land e il paradosso del troppo amore: quando il successo può far male ad un film
Guardiani della Galassia Vol. 2: l'Awesome Mix e le musiche di Bates conquistano e trascinano