Star Wars: L'Ascesa di Skywalker, il fratello di Carrie Fisher svela: "Doveva essere lei l'ultimo Jedi"

La star di Star Wars: L'Ascesa di Skywalker Carrie Fisher doveva essere lei l'ultimo Jedi, come rivela il fratello Todd Fisher.

NOTIZIA di 07/11/2019

Il fratello di Carrie Fisher torna a parlare della sua apparizione in Star Wars: L'Ascesa di Skywalker rivelando che sarebbe dovuta essere lei l'ultimo Jedi. Chi crede che l'epiteto contenuto nel titolo del precedente capitolo del franchise Lucasfilm fosse rivolto a Mark Hamill dovrà ricredersi.

Schermata 2019 04 12 Alle 192452
Star Wars: The Rise of Skywalker - L'abbraccio tra Daisy Ridley e Carrie Fisher nel primo teaser

A fare chiarezza sulla faccenda è Todd Fisher, fratello della compianta Carrie Fisher, che vedremo per l'ultima volta in Star Wars: L'Ascesa di Skywalker grazie ai materiali video avanzati dai precedenti capitoli e all'aiuto della CGI. Parlando della morte della sorella, Todd Fisher a rivelato a Yahoo Entertainment: "Sarebbe stata il pezzo forte del capitolo finale. Sarebbe stata l'ultimo Jedi. Non è incredibile?"

Le abilità di Leia e il suo controllo della Forza sono state anticipate da Rian Johnson in una scena chiave di Star Wars: Gli ultimi Jedi in cui lei riesce a fare ritorno nella nave spaziale dopo essere stata catapultata nello spazio, ma il Generale della Resistenza avrebbe avuto la chance di apparire in tutta la sua potenza in Star Wars: L'Ascesa di Skywalker se non fosse scomparsa prematuramente.

"Le persone mi chiedevano, 'Perché Carrie non usa mai una spada laser per fare a fette i nemici?'" prosegue Todd Fisher. "Obi-Wan Kenobi lo faceva ed era nel fiore degli anni all'età di Carrie!"

Star Wars: L'Ascesa di Skywalker, parla Chewbecca: "Uscirete dal cinema con le lacrime agli occhi"

Purtroppo il pubblico non vedrà mai questa scena. Dopo la morte della Fisher, J.J. Abrams ha studiato per il personaggio di Leia un arco narrativo che ponesse fine alle sue avventure in modo adeguato: "La verità è che J.J. Abrams e Carrie erano grandi amici. Lui le voleva molto bene". Questo affetto ha spinto il cineasta a prendere una decisione rischiosa, usare materiale avanzato da Star Wars: Il risveglio della forza e usarlo per far comparire Leia in Star Wars: L'Ascesa di Skywalker.

"Avevano otto minuti di girato. Hanno preso ogni frame e lo hanno analizzato. E poi lo hanno manipolato per inserirlo nella storia. E' quasi una magia. Questo è l'omaggio di J.J., è Carrie che ci parla dall'aldilà. La cosa bella riguardo al concetto della Forza è che non esiste la morte, esisti in un'altra dimensione. Perciò Carrie ci sta guardano da un'altra parte e fa ancora parte di noi." conclude Todd Fisher.