Oscar 2022: "Don’t Look Up? Uno scherzo. CODA eccellente in ogni aspetto" I giudizi di un votante anonimo

Un membro del ramo produttori dell'Academy, cui è stato concesso l'anonimato per parlare liberamente, ha condiviso i suoi giudizi sul film che voterà agli Oscar 2022.

NOTIZIA di 23/03/2022

A pochi giorni dalla Notte degli Oscar 2022, un membro anonimo del ramo produttori dell'Academy si è "confidato" con l'Hollywood Reporter esprimendo i suoi giudizi sulla rosa dei candidati.

Dont Look Up 7
Don't Look Up: Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence in un'immagine

Tra giudizi tranchant e apprezzamenti sinceri, il produttore anonimo ha anticipato all'Hollywood Reporter la sua visione su tutte le categorie degli Oscar 2022. Particolarmente gustose le opinioni sui candidati a miglior film riguardo a cui ha dichiarato:

"Nella mia classifica personale metto Tick, Tick... Boom! al numero uno. Credo anche che The Unforgivable è stato sottovalutato - è il film più potente sul sacrificio che io abbia mai visto, con una fantastica performance di Sandra Bullock. Per quanto riguarda i 10 candidati? Drive My Car non è un brutto film, ma appartiene alla categoria del miglior film straniero, non a questa, proprio come Parasite. Dune è meritevole in un sacco di categorie, ma non in questa. Non vedevo l'ora di vedere il nuovo West Side Story, ma se si escclude la sequenza d'apertura è quasi una copia carbone dell'originale; so che stanno sottolineando che questa volta hanno scelto attori latini e latini, ma l'attrice che interpreta Maria si chiama Rachel Zegler, quindi penso che sia un po' sopravvalutato. Don't Look Up è uno scherzo. Una famiglia vincente - King Richard non è male, ma non è neanche eccezionale. Licorice Pizza è un capolavoro per certi aspetti, ma non so quanto abbia da dire in realtà".

Oscar 2022: lista aggiornata dei favoriti nelle categorie principali

Arriva il momento dei quattro film preferiti dal votante anonimo: "Gli altri quattro - Belfast, CODA - I segni del cuore, Nightmare Alley e Il potere del cane - sono tutti meritevoli. Il potere del cane è ben recitato, fotografato, diretto, ma è troppo lungo, con alcuni momenti imbarazzanti. Belfast è commovente, con grandi performance, e mostra come i Troubles abbiano condizionato la gente comune, cosa che non avevo mai visto prima rappresentata; non sono sicuro del perché il ragazzino si chiami "Buddy" invece di "Kenneth", ma questa è un'altra faccenda. La Fiera delle Illusioni - Nightmare Alley è superiore all'altro film di Guillermo del Toro che ha vinto questo premio (La forma dell'acqua); è visivamente incredibile ed è uno studio sull'avidità, a molte persone farebbe bene vederlo. Ma Coda - I segni del cuore mostra una fetta di vita che vivono alcune persone, mentre la maggior parte ne è ignara, ed è eccellente in molti modi in cui un film da Oscar deve essere - ha una grande sceneggiatura, è ben recitato e diretto, e inoltre veicola un importante messaggio per la società. Merita un riconoscimento".