Grammy 2021: No Time to Die di Billie Eilish, Jojo Rabbit e Joker tra i vincitori

No Time to Die, Jojo Rabbit e Joker tra i vincitori dei Grammy 2021: Billie Eilish conquista il premio per la miglior canzone per il nuovo capitolo della saga di James Bond, in uscita in autunno.

NOTIZIA di 15/03/2021

Nessuno ha ancora visto No Time To Die, ma la cantante Billie Eilish si è già portata a casa un Grammy per il tema omonimo, la title song del nuovo capitolo della saga di Bond in arrivo nei cinema (speriamo) in autunno. Tra i premiati anche Jojo Rabbit e Joker.

Schermata 2019 12 04 Alle 1647
No Time to Die: un'immagine del trailer

No Time to Die di Billie Eilish è stata premiata come Miglior Canzone scritta per un Medium Visivo. Il brano è co-firmato dalla Eilish col fratello Finneas. mentre l'uscita di No Time to Die è slittata a ottobre a causa dell'emergenza sanitaria, il brano è uscito il 13 febbraio debuttando al 16 posto nella Billboard Hot 100.

Billie Eilish è la più giovane artista ad aver firmato una canzone per un film di James Bond. La cantante, che si è esibita nel corso della cerimonia dei Grammy, ha ritirato il premio insieme al fratello e co-autore Finneas O'Connell. No Time to Die ha battuto rivali quali Taylor Swift ("Beautiful Ghosts", Cats), Cynthia Erivo ("Stand Up", Harriet), Brandi Carlile ("Carried Me With You", Onward) e "Into the Unknown" da Frozen 2.

No Time to Die, il commento al trailer: l'inizio della fine per il Bond di Daniel Craig

Grande la sorpresa per la vittoria di Jojo Rabbit come miglior compilation soundtrack. Il regista Taika Waititi, anche produttore dell'album, ha accettato il premio con un divertente messaggio in cui dichiara:

"A questo punto credo che diano i Grammy a chiunque. È passato tanto di quel tempo che ricordo appena di aver fatto quel film". L'album della score è una collezione eclettica di brani classici e pop che raccoglie, tra gli altri, una versione in lingua tedesca del classico dei Beatles "I Want to Hold Your Hand".

Premiata anche la score di Joker: Hildur Guðnadóttir ha aggiunto all'Oscar anche il Grammy per la Miglior Colonna Sonora per un Medium Visivo.