Godzilla vs. Kong ancora in testa al box office USA

Godzilla vs. Kong continua a dominare il box office USA, mentre in contemporanea è disponibile in streaming su HBO Max, l'unica nuova uscita è Voyagers, con Lily-Rose Depp, solo quinto al botteghino.

NOTIZIA di 12/04/2021
Godzilla Vs Kong 1
Godzilla vs. Kong: Godzilla e Kong lottano per la supremazia

Dopo un debutto record, che gli ha permesso di segnare 9.6 milioni di dollari di incasso nel primo giorno di programmazione, Godzilla vs. Kong domina il box office USA per la seconda settimana consecutiva con un incasso di 3,37 milioni di dollari che lo porta a sfiorare il traguardo dei 70 milioni in patria. Il tutto con il film disponibile in contemporanea in streaming su HBO Max. Godzilla vs. Kong, diretto da Adam Wingard, vede nel cast Alexander Skarsgård, Millie Bobby Brown, Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Shun Oguri, Eiza González, Julian Dennison, Lance Reddick, Kyle Chandler e Demián Bichir.

Godzilla vs. Kong, analisi del trailer: chi sarà il nuovo re dei mostri?

Stabile al secondo posto Io sono nessuno, revenge thriller con Bob Odenkirk firmato dal regista John Wick Derek Kolstad che incassa altri 750.000 dollari arrivando a un totale di 15,6 milioni. Nel film, la star di Better Call Saul interpreta Hutch Mansell, un tranquillo marito e padre la cui famiglia è delusa da lui quando non riesce a difenderli dopo che la loro casa è stata scassinata da due ladri. Sebbene Hutch sia costantemente sottovalutato, le conseguenze dell'incidente innescano la sua rabbia risvegliando istinti sopiti e guidandolo verso una brutale vendetta che farà emergere oscuri segreti e abilità letali. In una raffica di pugni, spari e stridore di pneumatici, Hutch deve salvare la sua famiglia da un pericoloso avversario (Aleksey Serebryakov) e assicurarsi che nessuno lo giudichi mai più un signor nessuno.

Al terzo posto troviamo l'horror soprannaturale The Unholy, opera prima di Evan Spiliotopoulos prodotta da Sam Raimi, che incassa 670 mila dollari arrivando a 6,7 milioni. Al centro della storia un giornalista caduto in disgrazia (Jeffrey Dean Morgan) si reca in una cittadina del New England per indagare su una giovane con problemi di udito che, dopo una presunta visita della Vergine Maria, è inspiegabilmente in grado di ascoltare, parlare e curare i malati.

Quarto, il film Disney Raya e l'ultimo drago che incassa 615 mila dollari arrivando a 35,2 milioni complessivi. Qui la recensione di Raya e l'ultimo drago, nuovo lungometraggio d'animazione targato Walt Disney Animation Studios diretto da Don Hall e Carlos López Estrada. Il film trae ispirazione dalle culture e dai popoli dell'Asia sudorientale con un viaggio nel fantastico mondo di Kumandra, dove molto tempo fa umani e draghi vivevano insieme in armonia. Ma quando una forza malvagia ha minacciato la loro terra, i draghi si sono sacrificati per salvare l'umanità. Ora, 500 anni dopo, quella stessa forza malvagia è tornata e Raya, una guerriera solitaria, avrà il compito di trovare l'ultimo leggendario drago per riunire il suo popolo diviso. Durante il suo viaggio, imparerà che non basta un drago per salvare il mondo, ci vorrà anche fiducia e lavoro di squadra.

Raya e l'ultimo drago: tra spade e draghi, la cosa più importante è la fiducia

L'unica nuova uscita di questa settimana è Voyagers, sci-fi di Neil Burger con Lily-Rose Depp e Colin Farrell che apre con un incasso di 307.000 dollari in 1.972 sale con una misera media per sala di 155 dollari. Con il futuro della razza umana in gioco, un gruppo di giovani uomini e donne, scelti per obbedienza e intelligenza, si imbarca in una spedizione per colonizzare un pianeta lontano. Ma quando scoprono segreti inquietanti sulla missione, sfidano gli ordini e iniziano a esplorare la loro natura più primitiva. Mentre la vita sulla nave spaziale precipita nel caos, vengono consumati dalla paura, dalla lussuria e dall'insaziabile fame di potere.