Assassinio sul Nilo di Kenneth Branagh in vetta al box office USA del Super Bowl

Il cast all star e il fascino di Agatha Christie si rivelano ancora una volta un'arma vincente, Assassinio sul Nilo primo al box office americano nel weekend del Super Bowl.

NOTIZIA di 14/02/2022
Assassinio Sul Nilo 15
Assassinio sul Nilo: Gal Gadot in una foto del film

La cattiva pubblicità dovuta alla presenza di Armie Hammer nel cast non sembra aver danneggiato più di tanto Assassinio sul Nilo, che debutta in prima posizione nel box office USA nel weekend del Super Bowl. il murder mistery di Kenneth Branagh, targato Disney e 20th Century Studios, incassa 12,8 milioni da 3.280 sale e segna una media per sala di 3.902 dollari. Ma la produzione della pellicola all star con Gal Gadot, Annette Bening, Russell Brand e Letitia wright è costata ben 90 milioni di dollari - per non parlare dei costi aggiuntivi che il film ha accumulato in diversi ritardi legati all'emergenza sanitaria - il che significa che non sarà facile recuperare i costi. Come si legge nella recensione di Assassinio sul Nilo, Kenneth Branagh torna nei panni dell'iconico detective Hercule Poirot per risolvere un nuovo intricato delitto che si è consumato durante una crociera in Egitto.

Assassinio sul Nilo: cosa cambia (e perché) nel film di Kenneth Branagh

Perde una posizione Jackass Forever, nuovo capitolo della folle saga con Johnny Knoxville che incassa altri 8 milioni arrivando a un totale di 37,4 milioni.

Bam Margera denuncia i Jackass e la Paramount per discriminazioni: "Sono incazzato e ferito"

Fiacco il debutto della romcom Marry Me - Sposami, interpretata da Jennifer Lopez e Owen Wilson. Solo 8 milioni raccolti in 3.642 sale, con una media per sala di 2.196 dollari, per il film. Come rivela la nostra recensione di Marry Me - Sposami, al centro della storia troviamo un'improbabile storia d'amore tra una celebre cantante e un uomo comune che accompagna la figlia al concerto della diva.

Finito il dominio in vetta al box office, Spider-Man: No Way Home scivola in quarta posizione e incassa altri 7 milioni di dollari arrivando a un totale nazionale di 759 milioni di dollari. Come anticipa la nostra recensione di Spider-Man: No Way Home, il cinecomic si riallaccia ai fatti accaduti nel finale di Spider-Man: Far From Home in cui la vera identità di Spider-Man viene rivelata al mondo. Ora che tutti i cittadini di New York hanno scoperto chi si nasconde dietro la maschera del supereroe di quartiere, il giovane Peter Parker (Tom Holland) deve fare i conti con l'opinione pubblica e con la consapevolezza che non potrà mai più separare la propria vita privata da quella di eroe.

Spider-Man: No Way Home, le 10 migliori scene del film

Apre al quinto posto Blacklight, nuovo thriller con Liam Neeson stavolta nei panni di Travis Block, agente del governo che deve fare i conti con il suo oscuro passato. Quando scopre un complotto che prende di mira cittadini americani, Block si ritrova nel mirino del direttore dell'FBI che una volta aveva aiutato a proteggere. Il film apre con un incasso di 3,6 milioni da 2.772 sale e una media per sala di 1.298 dollari.