Téa Leoni

Attrice
Biografia

Cenni biografici di Téa Leoni


Sexy assistente sociale al seguito di una bizzarra coppietta americana (Amori e disastri); testimone scomoda in minigonna e tacchi a spillo (Bad Boys); ambiziosa giornalista in fuga da un asteroide impazzito (Deep Impact); mammina premurosa ad alto tasso di zucchero e ironia (The family man e Jurassic Park III). In quindici anni di carriera Téa Leoni ha dato vita a personaggi tra loro molto diversi, prestando ad ognuno di loro il sorriso contagioso e un'invidiabile verve da commediante di lusso.

Newyorchese, classe 1966, Téa è figlia di un affermato avvocato e di una nutrizionista. Quando decide di dedicarsi a tempo pieno alla recitazione, abbandona gli studi di antropologia e psicologia.
Contattata per l'ambito casting del remake televisivo della serie di culto Charlie's Angels, vede purtroppo naufragare il progetto e inizia a lavorare come modella per la pubblicità e per la televisione. Dopo l'esperienza nella soap Santa Barbara, la giovane viene finalmente coinvolta in un progetto per il grande schermo. È il 1991 e il regista che la vuole nel cast della commedia Nei panni di una bionda è il maestro Blake Edwards. Téa non è l'interprete principale, ma il ruolo le vale comunque una bella fetta di visibilità e i successivi ingaggi nel western Wyatt Earp, nella commedia sportiva al femminile Ragazze vincenti, dove forma una squadra con Geena Davis e Madonna, e in quella romantica Amori e disastri con il travolgente Ben Stiller.

Dal 1997 sposa felice del collega David Duchovny, protagonista della serie televisiva cult X-Files, l'attrice ottiene un ruolo di spicco nell'adrenalinico action Bad Boys, accanto a Will Smith e Martin Lawrence. Il film di Michael Bay le porta fortuna e nel 1998 finalmente arriva il primo ruolo da protagonista nel catastrofico Deep Impact.
La dolcezza del suo viso e la sua bellezza rassicurante ne fanno l'interprete ideale della commedia natalizia alla Frank Capra, The family man in coppia con Nicolas Cage, e del sequel del blockbuster per famiglie Jurassic Park III. In entrambi Téa veste i panni di una madre: dolce, appassionata e divertente nel film di Brett Ratner; combattiva ed energica in quello di Joe Johnston. Nel 2003 il suo nome figura nel cast della commedia di Woody Allen Hollywood Ending e nel 2004 in quello del romantico Spanglish, nei panni della moglie di Adam Sandler.

Non può naturalmente mancare nel debutto alla regia del marito David Duchovny, l'autoriale House of D, ma in seguito torna al cinema commerciale con la commedia action Dick e Jane: Operazione furto, dove sfoggia il suo talento brillante al fianco dell'istrionico Jim Carrey. Replica il mix tra azione e commedia nel successivo You Kill Me, questa volta insieme a Ben Kingsley e Luke Wilson. L'intreccio soprannaturale è invece alla base del divertente Ghost Town, dove entra addirittura in contatto con lo spirito del defunto ex marito grazie al medium Ricky Gervais.

Nel 2008 la relazione con Duchovny entra in crisi per alcuni mesi, durante i quali la coppia è stata formalmente separata, ma successivamente marito e moglie si riavvicinano. Nel frattempo Téa è tornata al cinema con The Smell of Success, dove è la figlia di un industriale che si affida all'abile venditore Billy Bob Thornton, e con la commedia corale di Brett Ratner Tower Heist, insieme a Ben Stiller, Casey Affleck, Zachary Levi, Matthew Broderick e Eddie Murphy.