Rodrigo Plá

Regista
Biografia

Cenni biografici di Rodrigo Plá


Rodrigo Plá è nato a Montevideo, nell'Uruguay, ma si è trasferito dall'età di undici anni a Mexico City, dove ha dapprima studiato fotografia e video presso la Escuela Activa e, in seguito, sceneggiatura e regia al Centro de Capacitación Cinematográfica.
L'esordio alla regia avviene nel 1988 con il corto Moira. Dopo aver lavorato come assistente presso alcuni registi come Carlos Carrera e Marcel Sisniega, nel 1995 realizza Novia mía, selezionato in vari festival e vincitore di alcuni premi, tra cui quello di miglior cortometraggio a Ariel de Plata. Un successo che si rinnova nel 2001 con El Ojo en la Nuca, ambientato durante la dittatura militare nell'Uruguay degli anni Settanta e con protagonista Gael García Bernal, che viene selezionato nei maggiori festival internazionali come quello di Clermont-Ferrand e che ottiene una menzione speciale alla Muestra de Cine Mexicano di Guadalajara.

Nel 2007 Plá dirige il suo primo lungometraggio, La Zona, incentrato su un quartiere residenziale di Città del Messico, circondato da una muraglia e sorvegliato da poliziotti per evitare l'assalto della popolazione delle bidonville circostanti. Il film, che mescola il linguaggio del cinema di genere con elementi di critica sociale, ottiene il consenso del pubblico e riceve il Premio per il miglior debutto al Festival di Venezia e il Premio internazionale della critica al Festival di Toronto.
Decisamente diverso è l'argomento dell'opera successiva, Desierto adentro del 2008, un dramma religioso ispirato ai diari del filosofo Søren Kierkegaard e ambientato durante la Guerra Cristera in Messico, scoppiata contro un governo anticlericale che aveva bandito il culto cattolico. L'opera, estremamente complessa nei temi ed elaborata nello stile, vince ben sette premi al Guadalajara International Film Festival e quello per il miglior film al Lleida Latin-American Film Festival.

Dopo aver partecipato all'opera collettiva e celebrativa messicana Revolución del 2010, firmando uno dei dieci episodi, Rodrigo Plá dirige nel 2011 La demora, film dal taglio più intimista, con il quale torna alla sua natia Montevideo.