Filmografia

Filmografia di Rina Mascetti


Quer pasticciaccio brutto de via Merulana (MINISERIE TV IN 4 PARTI)


1983 – Drammatico
Recitazione
1.8 1.8

Roma, 1927. Il commissario Francesco Ingravallo indaga su un furto di gioielli. Poco tempo dopo, nello stesso palazzo del furto, viene uccisa una donna. Due crimini consumati a poca distanza di tempo in un solo tetro palazzo in via Merulana 219.

Dove vai se il vizietto non ce l'hai?


1979 – Comico, Commedia
Recitazione
4.0 4.0

Un detective privato e il suo assistente, molto "maschi" entrambi, sono costretti, per scoprire se nella vita di un ricco uomo d'affari ci sia un'altra donna, a spacciarsi il primo per un maggiordomo omosessuale e il secondo per una cuoca vergine e onorata. Un compito difficile, poiché l'uno deve resistere al fascino di tre donne giovani e spregiudicate - la padrona di casa e le sue cameriere - e, l'altro, deve difendersi dagli assalti di un focoso giardiniere

Il santo patrono


1975 – Commedia
Recitazione
5.0 5.0

La popolazione di Ponteparadiso si ribella alla decisione del vescovo che ha sancito il cambio del santo patrono. I cittadini vogliono festeggiare San Satiro Vedovo e non San Silvestro...

Gatti rossi in un labirinto di vetro


1975 – Poliziesco, Horror, Giallo, Thriller
Recitazione
0.0

Un gruppo di americani in gita a Barcellona si trova improvvisamente coinvolto in una serie di efferati delitti in cui un ignoto assassino uccide a coltellate giovani donne cui strappa poi l'occhio sinistro. La polizia sospetta, dopo avere a lungo brancolato nel buio, che l'omicida sia il pubblicitario Mark Burton, amante della signorina Paulette Stone. L'uomo, dal canto suo, ritiene che responsabile degli omicidi sia però sua moglie Alma, da tempo malata di nervi.

Qui squadra mobile


1973 – Poliziesco
1973 – Recitazione (Una ragazza) – 1 episodio
3.5 3.5

Doppia Vela Ventuno alla Centrale. Non è un taxi ma il richiamo dei poliziotti italiani al loro capo Antonio Carraro. Che con paterna indulgenza e integerrima onestà coordina il lavoro di un pugno di funzionari rispettivamente a capo delle sezioni rapine, omicidi, furti, buoncostume e polizia femminile. C'è spazio e tempo, qualche volta, per dissentire dal procuratore capo e dal suo rigido sostituto.