Filmografia

Filmografia di Nazzareno Zamperla


Un uomo in ginocchio


1978 – Drammatico
Recitazione
4.0 4.0

Da qualche giorno Nino - che gestisce un chiosco accanto alla cattedrale di Palermo - si accorge che un tale che lo pedina e lui non sa perché. Il suo socio Colicchia gli spiega che l'uomo è il sicario di un boss mafioso, che ha deciso di eliminarlo perché sospetta che sia amico di un boss rivale.

La Madama


1976 – Commedia
Recitazione
3.0 3.0

La vicenda di Vito Minchiello, un pelandrone diventato per raccomandazioni agente della squadra mobile, disposto a tutto pur di fare carriera.

Troppo per vivere... poco per morire


1967 – Thriller
Recitazione (Flash)
0.0

Quando Gordon Smash cerca di allontanarsi con il bottino durante una sfilata di moda al Grand Hotel di Londra, i suoi compagni della banda gli sparano alla schiena. Prima di morire però Smash riesce a consegnare a Robert, un giornalista presente alla sfilata, una chiave e gli mormora delle misteriose cifre. Il giornalista inizia una personale indagine sul caso e nel contempo anche l'ispettore Chandler si da da fare...

Il bianco, il giallo, il nero


1975 – Avventura, Commedia, Western
Recitazione (Sergente Donovan)
2.8 2.8

Sakura, aspirante samurai, si mette sulle tracce di un cavallino sacro, che l'imperatore giapponese ha inviato in dono a una colonia di emigrati nipponici nel West, e che è stato rapito per provocare una guerra contro i pellerossa, colpevoli di opporsi al passaggio di una ferrovia sul loro territorio. Per il suo riscatto i rapitori chiedono un milione di dollari...

Il cittadino si ribella


1974 – Azione, Drammatico
Recitazione
3.8 3.8

A Genova, durante una rapina in banca, l'ingegner Carlo Antonelli viene preso in ostaggio dai banditi, pestato a sangue e abbandonato in un'auto. Poiché la polizia non sembra molto disposta ad aiutarlo, egli giura di ritrovare da solo i delinquenti e di ucciderli. Munito di macchina fotografica, riesce a cogliere sul fatto un giovane rapinatore, Tommy; ricattandolo, lo costringe a procuragli delle armi e a metterlo in contatto, col pretesto di un "colpo" da fare, coi peggiori arnesi della malavita.