Massimo Germoglio

Montatore
Biografia

Cenni biografici di Massimo Germoglio


Nel 1977, seguendo la tradizione di famiglia, Massimo Germoglio debutta presso lo studio 2B di Milano come assistente fotografo impegnato nella moda e nell'attualità per i cinegiornali. Un anno dopo l'incontro con il "maestro" Mario Damicelli (operatore alla macchina da presa, ricordato per la sua collaborazione con Federico Fellini in 8 e mezzo) all'Advision, casa di produzione di film industriali con teatro di posa, macchine da presa, moviole, sala audio.
Nel 1979 inizia la collaborazione come assistente al montaggio con la Green Movie, azienda milanese all'avanguardia nel montaggio e nella post-produzione, e successivamente dal 1983 fino al 1992 lavora come montatore freelance, raccogliendo vari riconoscimenti tra i quali il primo premio al Festival della Pubblicità nell'83 con il commercial Golia e nell'84, con la campagna Sangemini. Il lavoro di montatore freelance si evolve attraverso la collaborazione con agenzie di pubblicità, che gli consentono di seguire i progetti creativi dall'idea alla loro realizzazione, e cominciando a realizzare qualche spot come regista. Seguono stage e viaggi professionali negli Stati Uniti, in Inghilterra e in Olanda per conoscere diversi sistemi di lavoro e nuove tecnologie.

La rivoluzione tecnologica che inizia nell'83 e termina a metà degli anni '90 lo trova preparato ai necessari cambiamenti e lo stimola a collaborare con i costruttori di vari sistemi contribuendo alla loro diffusione nel mercato. Dal 1989 fino alla fine del 1992, Germoglio lavora con Avid Technology, per lo sviluppo del software Media Composer, diventandone il primo montatore in Italia, oltre che uno tra i primi utilizzatori nel mondo ed ottiene l'autorizzazione all'insegnamento come trainer. Nel 1992 collabora con la Discreet Logic per lo sviluppo dei software per il compositing Flint e Flame. Nel '94 Microsoft e poi Softimage si avvalgono della sua cooperazione per lo sviluppo del software Digital Studio.
Nel 1992 ispira la nascita del Gruppo Interactive e fonda la Rumblefish Srl, che nacque con lo scopo di gestire la post-produzione avvalendosi della interazione con le altre aziende del gruppo. L'esperienza nel Gruppo Interactive durò circa due anni sino a quando gli investimenti alla Rumblefish consentirono di gestire internamente l'intero flusso della post-produzione. Dal '92 alla fine del '99 si registra il passaggio da una realtà di solo montaggio off-line ad una società in grado di gestire e finalizzare in digitale un intero progetto, grazie all'acquisizione del primo Flint RT in Italia della Discreet Logic.
Nel '99, attraverso una partnership, la Rumblefish ha sostenuto il lancio di MTV Italia realizzando tutta la grafica di rete e montandone quasi tutta la produzione; nacque in Italia il primo gruppo di designer per la televisione.

Nel 2000 la realizzazione di Honolulu Baby di Maurizio Nichetti, il primo lungometraggio in Europa e tra i primi nel mondo, interamente post-prodotto in digitale (DI) e finalizzato in 2K. Germoglio ricopre il ruolo di Film Editor, (importante menzionare, a tale proposito, la candidatura al David di Donatello per il miglior montaggio) di Supervisore alla post-produzione e agli Effetti Speciali. Nello stesso anno il completamento di un grosso progetto multimediale per l'AEM (azienda elettrica municipale) per la Casa dell'Energia di Milano. Nello stesso periodo portano il nome Rumblefish anche una serie di sit-com e fiction per Mediaset (Casa Vianello e Finalmente Soli, Real Fighters, Real Tv etc.) senza dimenticare una serie di cartoni animati (Cocco Bill) in onda sulla RAI.
Dal 2002 i primi prodotti in Alta Definizione, videoclip, spot e film come Anime di M. A. Avati e Scacco Pazzo di Alessandro Haber distribuiti al cinema.
Nel 2003 Sky Italia sceglie Rumblefish come partner per il lancio dei due canali Sky Sport e Sky Cinema, per i quali vengono realizzati la grafica, i promo ed alcune trasmissioni.
Nel 2006 All Music, nomina Rumblefish partner operativo per il loro lancio dopo l'acquisizione da parte del Gruppo Espresso, e l'anno seguente Germoglio rinnova la Rumblefish iniziando un processo che modifica la sua "mission"; intuisce in anticipo i cambiamenti del mercato e decide di dedicarsi ad aree più specifiche nelle quali offrire un valore aggiunto. (effetti speciali, character animation, motion graphics e correzione colore in 2K/HD). La novità principale è rappresentata dalla nuova pipeline, completamente in 2K, frutto dell'esperienza partita nel 2000, offrendo al mercato pubblicitario il metodo cinematografico. Tre lavori importanti sono rappresentativi della svolta del 2007: Reactine, che vince il Leone di Bronzo a Cannes, ING Bank e Volkswagen Fox.
Nel 2008 proseguendo nella stessa direzione, Germoglio investe in un Film Scanner e in due sistemi di Digital Color Correction per completare l'offerta di alto profilo. All'infrastruttura esistente si affianca una SAN che consente di migliorare ed ottimizzare il flusso di lavoro. Ai clienti sopra citati si aggiunge H3G con cui viene stipulato un contratto quadro per realizzare tutte le grafiche per il lancio del loro canale su telefonino. Rumblefish conscia dei propri mezzi inizia il proprio processo di internazionalizzazione.