Filmografia

Filmografia di Giuliani G. De Negri


Dicembre


1990 – Commedia, Drammatico
Produzione (Produttore)
0.0

I numerosi componenti di una famiglia meridionale, trapiantata a Roma, sono molto uniti fra loro e mantengono le antiche usanze del paese d'origine. Solo Gianna, che ha un carattere impulsivo e contraddittorio, e non sopporta ipocrisie e formalismi, si comporta sempre in modo diverso dagli altri, suscitando antipatie e disagi. L'unico a capirla è suo marito, Alberto, e la loro unione è molto felice. Ma, pochi giorni prima di Natale, Alberto muore improvvisamente, e Gianna, interiormente disperata, ma apparentemente quasi indifferente, rifiuta le attenzioni insistenti dei parenti, cercando l'isolamento e chiudendosi in se stessa. Il fratello Federico ...

Il sole anche di notte


1990 – Drammatico
Produzione (Produttore)
3.4 3.4

Il giovane Sergio Giuramondo, per entrare nelle grazie del re Carlo III di Borbone, acconsente al matrimonio con la bella duchessina Cristina Del Carpio. Con l'avvicinarsi delle nozze, nasce anche un sentimento sempre più profondo tra i due fidanzati. Quando Sergio scopre però che Cristina è stata per un anno l'amante del re, disperato, si fa monaco. In seguito, spinto da una caparbia determinazione, diventa eremita e fa perdere le sue tracce.

Good Morning Babilonia


1987 – Drammatico
Produzione (Produttore)
3.5 3.5

I fratelli Nicola e Andrea Bonanno, sono due abili artigiani ed emigrano dalla Toscana negli Stati Uniti, agli albori del Novecento. Dopo gli inizi difficili si affermano all'Esposizione internazionale di San Francisco e, in seguito, lavorano per le scenografie del film "Intolerance", il capolavoro del grande David W. Griffith. La Prima Guerra Mondiale però interrompe il loro lavoro.

Figlio mio, infinitamente caro...


1985 – Drammatico
Produzione (Produttore), Sceneggiatura
0.0

Kaos


1984 – Commedia, Drammatico, Episodi
Produzione (Produttore)
3.0 3.0

Quattro episodi ispirati a Pirandello. Nel primo una vedova vive nell'illusione di restare in contatto con i figli emigrati in America che non hanno mai dato notizie di sé, mentre ignora volutamente la presenza di un terzo figlio rimasto al paese perché frutto di una violenza subita molti anni prima. Nel secondo una giovane sposa scopre che il marito, nelle notti di luna piena, ha delle crisi nervose. Nel terzo Zì Dima resta imprigionato nell'enorme recipiente che stava riparando. Nel quarto una comunità di contadini ottiene dal latifondista un terreno dove verrà realizzato un camposanto.