Facebook

Pulp Fiction, Quentin Tarantino ha rifiutato Johnny Depp: "Dubitavo che mi avrebbe fatto incassare di più"

Quentin Tarantino ricorda le insistenze di un dirigente che voleva a tutti i costi Johnny Depp al posto di Tim Roth in Pulp Fiction.

Pulp Fiction, Quentin Tarantino ha rifiutato Johnny Depp: "Dubitavo che mi avrebbe fatto incassare di più"

Ogni tanto la casting list di Pulp Fiction rispunta fuori, creando l'occasione per far riemergere alcuni aneddoti sul cult di Quentin Tarantino. Da notare che la lista in questione rivela la presenza di Johnny Depp come seconda scelta per il ruolo di Pumpkin, ruolo che Tarantino aveva scritto esplicitamente per la star de Le iene Tim Roth. Il regista ha confermato in un recente episodio del podcst 2 Bears, 1 Cave (via NME) che un dirigente dello studio volva a tutti i costi Depp, ma Tarantino si è rifiutato di ingaggiarlo.

"Su internet c'è una voce che gira sulla mia lista dei desideri del cast di Pulp Fiction", ha detto Tarantino. "Non sapevo esattamente chi volevo interpretasse questa o quella parte, quindi ho scritto una lista enorme con un sacco di nomi. Volevo che fossero tutti pre-approvati perché non sapevo se avrebbe funzionato o se avrei trovato il giusto feeling con la tal persona o se avrebbe fatto un buon lavoro. Volevo solo farli approvare".

Quentin Tarantino: 7 attori che hanno rifiutato ruoli nei suoi film

Amanda Plummer e Tim Roth in una scena di Pulp Fiction
Amanda Plummer e Tim Roth in una scena di Pulp Fiction

Il co-fondatore di Orion Pictures ed ex presidente di TriStar Pictures Mike Medavoy, però, ha cercato di forzare la mano sulla casting listi di Pulp Fiction, perché avrebbe voluto Johnny Depp nel cast, ma Quentin Tarantino gli preferiva Christian Slater in caso di un rifiuto di Tim Roth. Tarantino ricorda di aver sfidato Medavoy, chiedendo al dirigente: "Pensi che se Johnny Depp interpreta il ​​ruolo di Pumpkin, che vediamo all'inizio e alla fine del film, aggiungerà così tanto all'insieme? Pensi davvero che farà incassare di più?"

"Mike rispose: 'Non aggiungerà un centesimo ma mi farebbe sentire meglio'", ha detto Tarantino.

Alla fine Pulp Fiction è andato alla Miramax che ha permesso a Tarantino di ingaggiare Tim Roth. Il resto è storia.