Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

Justice League: la versione di Joss Whedon "era un pezzo di m...a" secondo l'executive della Warner Bros

Un dirigente di Warner Bros ha svelato che la prima reazione dello studio alla visione di Justice League diretta da Joss Whedon è stata molto negativa.

NOTIZIA di 22/02/2021

Un dirigente della Warner Bros, rimasto anonimo, ha rivelato che la versione di Justice League completata da Joss Whedon non era stata accolta in modo positivo dallo studio, svelando che erano consapevoli del risultato disastroso ottenuto nel 2017.
Le indiscrezioni sono emerse grazie a un lungo articolo di Vanity Fair in cui si ripercorrono gli eventi che hanno portato al cambio alla regia che ha indignato i fan.

Zack Snyder ha spiegato che Geoff Johns aveva contattato Joss Whedon per sviluppare un film su Batgirl e lo aveva poi coinvolto in alcune modifiche allo script di Justice League: "Ho pensato che forse avrebbe scritto delle scene cool e sarebbe stato divertente".
Lo studio, tuttavia, aveva iniziato a dare sempre più spazio al creatore di Buffy che era stato coinvolto nella regia di alcune sequenze aggiuntive. Snyder, dopo la morte della figlia Autumn, ha quindi sottolineato che lui e la moglie Deborah hanno deciso di abbandonare il progetto: "Avevamo perso la voglia di lottare in molti modi. Tutti noi, l'intera famiglia, eravamo semplicemente a pezzi dopo la perdita di Autumn che parlare del film in quella situazione era diventato assurdo. Pensavo 'Davvero?'. Francamente penso che abbiamo fatto la cosa giusta perché saremmo stati o incredibilmente belligeranti o totalmente passivi".

Joss Whedon ha quindi riscritto il 75% del film e un dirigente dello studio ha dichiarato: "Quando abbiamo visto quello che Joss aveva realizzato è stato stupefacente. Il ladro sul tetto, così goffo e orrendo. La famiglia russa, così inutile e senza motivo. Tutti lo sapevano. Ed è stato così imbarazzante perché nessuno voleva ammettere che fosse una merda".
Quando Zack Snyder aveva lasciato la Warner Bros si era portato via un hard drive con la sua versione originale del film di quasi quattro ore, in bianco e nero. Il filmmaker ha spiegato di aver pensato: "Lo mostreremo semplicemente ad alcune persone, come i nostri amici".
A distanza di qualche anno, invece, Snyder ha avuto l'occasione di completare il lavoro sulla sua versione originale del film che verrà distribuita in tutto il mondo il 18 marzo.