Giffoni 2017: Claudio Amendola, Gabriele Salvatores e i registi di Mine tra i protagonisti delle masterclass

Fabio Grassadonia, Antonio Piazza, Paolo Giordano, Francesco Montanari, Francesco Apolloni, gli autori della Mad Entertainment, Fabio & Fabio, Iginio Straffi, Alessandro D'Alatri, Marco Giallini, Claudio Amendola, Casa Surace, Giovanni Veronesi, Edoardo De Angelis, Giorgio Colangeli, Gabriele Salvatores, i maestri "in cattedra".

Un viaggio nella creatività declinata in tutte le sue forme, dalla regia per il grande schermo alla scrittura per le piattaforme digitali, insieme ai più acclamati ed importanti protagonisti dell'universo audiovisivo: è il filo conduttore di Giffoni Masterclass, la sezione speciale di approfondimento del Giffoni Film Festival (14 al 22 luglio 2017) organizzata anche quest'anno in collaborazione con BadTaste.it.

Gabriele Salvatores sul set di Quo Vadis, Baby?

Otto mattinate di cinema e 16 imperdibili incontri con oltre 20 testimonial d'eccezione, riservati a 100 ragazzi tra i 18 ed i 25 anni, compongono il programma della sezione ideata, nove anni fa, per costruire un ponte tra i talenti di oggi e i professionisti di domani, attraverso un confronto unico, diretto e costruttivo.

Sotto la guida del critico cinematografico Francesco Alò i masterclasser analizzeranno nelle mattinate le opere di punta degli ospiti, mentre nel pomeriggio interagiranno con registi, attori e autori per scoprirne il punto di vista nel processo creativo. Alcuni incontri saranno moderati dal giornalista partenopeo Gianmaria Tammaro.

Si parte, venerdì 14 luglio, con il mistero di Sicilian Ghost Story svelato dagli stessi registi e sceneggiatori Antonio Piazza e Fabio Grassadonia. Il film, uscito nelle sale il 18 maggio scorso in contemporanea con la sua presentazione in apertura della Semaine de la critique al Festival di Cannes, è ispirato ad un fatto realmente accaduto ed è valso ai due autori il premio alla sceneggiatura al Sundance Film Festival 2016.

Il permesso - 48 ore fuori: Luca Argentero in una scena del film

Tre le sessioni programmate per sabato 15 luglio con altrettanti protagonisti: lo scrittore Paolo Giordano, già Premio Strega con il bestseller La solitudine dei numeri primi di cui ha firmato anche l'adattamento cinematografico; gli attori Francesco Montanari e Francesco Apolloni, impegnati di recente al cinema con Ovunque tu sarai (2017) - di cui Apolloni è anche sceneggiatore - e gli autori della Mad Entertainment di Luciano Stella, la factory partenopea - nota per aver dato vita al pluripremiato L'arte della felicità.

Domenica 16 luglio Fabio Guaglione e Fabio Resinaro (alias Fabio & Fabio) parleranno del loro esordio esplosivo con il primo lungometraggio Mine. Sempre domenica 16 'salirà in cattedra' Iginio Straffi, fondatore e presidente del Gruppo Rainbow, il più grande studio di animazione in Europa affermatosi, sotto la sua guida visionaria, grazie a tanti successi televisivi e cinematografici come l'acclamatissimo Winx Club e le nuove produzioni Regal Academy e Maggie & Bianca Fashion Friends.

Lunedì 17 luglio i masterclasser avranno l'occasione di confrontarsi sia con il regista, attore e sceneggiatore Alessandro D'Alatri e il suo recente The Startup - Accendi il tuo futuro (2017), incentrato sul giovanissimo ideatore del social network Egomnia, che con Marco Giallini parlerà al pubblico.

Martedì 18 luglio la Masterclass Giffoni accoglierà Claudio Amendola con la sua seconda prova da regista, Il permesso - 48 ore fuori, uscito nelle sale nel 2017, a distanza da 4 anni dal suo debutto dietro la macchina da presa; nella stessa giornata, toccherà anche a CASA SURACE, factory e casa di produzione napoletana che, con le sue pillole video, ha dato vita ad una vera e propria social community online.

Leggi anche: Il permesso: la carne, il sangue, l'umanità di Claudio Amendola in un puzzle a tinte noir

Non è un paese per giovani: Sergio Rubini in una scena del film

Riflettori puntati ancora una volta sul cinema italiano, mercoledì 19 luglio, con Giovanni Veronesi che parlerà ai ragazzi del suo attualissimo film Non è un paese per giovani (2017), l'esodo silenzioso dei giovani dall'Italia visto da un regista dotato di sensibilità e di un gusto in grado di rendere con naturalezza il passaggio dall'adolescenza all'età adulta. Cambio di guardia, giovedì 20 luglio, con Edoardo De Angelis e il suo pluripremiato Indivisibili.

Venerdì 21 luglio la sezione ospiterà Giorgio Colangeli, decano del teatro italiano e amatissimo coprotagonista della fiction tv Tutto può succedere", e il Premio Oscar Gabriele Salvatores che, prima di ricevere il Premio Truffaut, dedicherà ai giffoners un incontro-lezione sul suo cinema straordinariamente vivace e capace sempre di rinnovarsi. Gli incontri per questa sezione potrebbero non finire qui e presto potrebbero essere svelate altre grandi Masterclass targate Giffoni. Tutti gli aggiornamenti sui canali ufficiali del Festival: www.giffonifilmfestival.it e su www.facebook.com/GiffoniExperience.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Giffoni 2017: Claudio Amendola, Gabriele...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Il permesso – 48 ore fuori, Claudio Amendola: "Un noir criminale che è anche un grande film d'amore"
Gabriele Salvatores al TFF 2016: 'Il cinema è una passione, Internet una delusione'