Basic Instinct, Sharon Stone non è felice dell'uscita del director's cut: "Le nuove regole non mi tutelano"

Le celebrazioni per il 30° anniversario del thriller erotico di Paul Verhoeven, Basic Instinct, non sono state accolte con grande entusiasmo dalla protagonista Sharon Stone.

NOTIZIA di 18/05/2021

Sharon Stone, protagonista del thriller erotico di Paul Verhoeven del 1992, Basic Instinct, non è felice dell'uscita del director's cut del film in occasione del 30° anniversario.

Sharon Stone in Basic Instinct
Sharon Stone in Basic Instinct

Nel suo memoir The Beauty of Living Twice, fresco di pubblicazione, Sharon Stone non ha fatto mistero dei traumi subiti durante la lavorazione di Basic Instinct e degli scontri col regista Paul Verhoeven. Commentando la celebre scena dell'accavallamento delle gambe, Sharon Stone ha svelato di aver addirittura schiaffeggiato Paul Verhoeven a causa del suo comportamento.

Adesso Basic Instinct sta per tornare in sala in versione restaurata in 4K, ma la Stone sembra tutt'altro che contenta del director's XXX cut, come ha spiegato a Yahoo! News. Sebbene grazie alla Screen Actor's Guild, oggi le regole sulla tutela degli attori siano più rigide, purtroppo queste regole non sono retroattive e non sanano quanto accaduto sul set di Basic Instinct. ecco il commento di Sharon Stone:

"Hanno deciso di diffondere il director's cut per il 30° anniversario. Grazie alla Screen Actors Guild sono state create nuove regole dopo che io, da giovane, ho fatto questo film perciò nel mio caso non si applicano. Ma i rimpianti sono come le scorregge, non puoi riaverli indietro. Una volta che sono fuori, puzzano e poi sono sparite".

Basic Instinct, Sharon Stone: "Un produttore mi consigliò di andare a letto con la mia co-star"