Thor: Love and Thunder, 5 personaggi LGBT che potrebbero diventare la nuova regina di Asgard

In Thor: Love and Thunder Valchiria cercherà la sua regina di Asgard: ecco 5 personaggi che potrebbero completare la prima coppia LGBT del Marvel Cinematic Universe.

APPROFONDIMENTO di 12/08/2019
Natalie Taika
Natalie Portman e Taika Waititi al San Diego Comicon

Thor: Love and Thunder potrebbe essere il film più importante nella Fase 4 del Marvel Cinematic Universe e forse è proprio per questo che la chiuderà. La nuova pellicola di Taika Waititi è avvolta in un alone di mistero: sappiamo pochi dettagli sul cast e sulla storia e l'uscita nelle sale è prevista alla fine del 2021. Sembra proprio che Waititi proseguirà sul controverso sentiero comedy intrapreso con quel Thor: Ragnarok che ha spaccato in due i fan del Dio del Tuono cinematografico. L'altra novità che riguarda questo film sono i personaggi LGBT che potrebbero far parte del MCU e di cui ci accingiamo a parlare in questo articolo.

Thor Donna 2
La potente Thor

In un nostro recente approfondimento vi abbiamo parlato del ritorno di Natalie Portman, che indosserà nuovamente i panni di Jane Foster in Thor: Love and Thunder, ma anche quelli di una Thor al femminle proprio come nella recente saga a fumetti di Jason Aaron, La potente Thor. Questo potrebbe significare che il Thor nel titolo di Thor: Love and Thunder potrebbe essere Jane. Per alcuni, questa svolta e il fatto che il film di Waititi chiuda la Fase 4, potrebbe significare che Chris Hemsworth è pronto a congedarsi dal ruolo che lo ha reso famoso negli ultimi dieci anni. Il sottotitolo, però, sembrerebbe riferirsi a un'altra storyline che potrebbe anche essere la trama portante del film. Quando Kevin Feige ha presentato il film sul palco della Comic Con di San Diego, l'attrice Tessa Thompson ha dichiarato che Valchiria, il suo personaggio che Thor ha nominato sovrana di Asgard alla fine di Avengers: Endgame, sta cercando una regina.

E così è ufficiale: Valchiria sarà la prima eroina gay nel Marvel Cinematic Universe. Una notizia non proprio scioccante per chi segue i social, dato che si vociferava da tempo che Marvel Studios e Disney stessero preparando questa mossa. A questo punto sono iniziate le scommesse sull'identità dell'altra eroina che rappresenterà la comunità LGBT nel variopinto e sempre più attuale universo cinematografico dei supereroi. Ragionando sulle informazioni trapelate fino a questo momento sulla Fase 4, e su decenni di storie a fumetti, abbiamo pensato a cinque personaggi LGBT che potrebbero sposare Valchiria e traghettarci verso la Fase 5 del MCU.

Thor

Thor Cancro
La potente Thor nel fumetto

Nella saga a fumetti di Jason Aaron, Thor diventa indegno del suo martello magico che sceglie la sua ex Jane come nuova portatrice: la donna sta morendo di cancro ma ogni volta che impugna Mjolnir e si trasforma in Thor, guarisce temporaneamente... salvo ammalarsi peggio di prima quando torna umana, poiché il martello annulla anche l'effetto della chemioterapia. Non sappiamo se la sceneggiatura seguirà fedelmente la storia di Aaron, anche perché il personaggio di Jane nei film è molto diverso: non è una scienziata, ma un'infermiera, e dopo aver rotto con Thor si è sposata e ha avuto un figlio da un uomo che è morto insieme al bambino in un incidente stradale. L'ultima volta che abbiamo visto Jane, se escludiamo le scene tagliate di Thor: The Dark World che i fratelli Russo hanno riciclato in Avengers: Endgame, risale proprio al secondo film incentrato sul dio del tuono.

Thor: Ragnarok - Tessa Thompson interpreta Valkyrie
Thor: Ragnarok - Tessa Thompson interpreta Valkyrie

In seguito Natalie Portman si è allontanata dal Marvel Cinematic Universe e nei film Thor ha maldestramente affermato di essere stato lui a rompere, anche se probabilmente non è vero. Forse Jane Foster ha scoperto di apprezzare maggiormente la compagnia femminile: rintroducendola nella storia come nuova Thor, Taika Waititi potrebbe instaurare un legame con Valchiria che potrebbe trasformarsi in un sentimento più profondo. Nei film, come nei fumetti, Jane è un'intellettuale coraggiosa e determinata che ha tenuto testa a dèi e alieni invasori: Mjolnir in pugno, sarebbe una compagna perfetta per la grintosa Valchiria di Tessa Thompson.

Capitan Marvel

L'orientamento sessuale di Captain Marvel, la Carol Danvers cinematografica, interpretata da Brie Larson nel film omonimo Captain Marvel e in Avengers: Endgame, ha fatto molto discutere la fanbase, specialmente dopo che l'eroina è comparsa nell'ultima avventura degli Avengers con un taglio di capelli molto più androgino. La sua storia di origini non allude ad alcun interesse sentimentale, ma soltanto a una grande amicizia con la collega Maria Rambeau, interpretata da Lashana Lynch. Sappiamo poco su questo personaggio, perlopiù che la sua famiglia ospitava spesso Carol quando era piccola, che sono cresciute insieme e che Carol ha aiutato Maria quando questa è rimasta incinta della piccola Monica. Feige e i Marvel Studios potrebbero aver sostenuto questa ambiguità per distanziarsi dai fumetti, in cui Carol è eterosessuale, e per preparare il palcoscenico a Thor: Love and Thunder. Quanto al modo in cui Valchiria e Carol potrebbero incontrarsi... Captain Marvel passa più tempo nello spazio che sulla Terra, non ci sarebbe nulla di strano se le sue avventure la conducessero ad Asgard.

Captain Marvel: 10 cose che potreste non aver notato

Captain Marvel 8
Captain Marvel: Brie Larson durante una scena

Monica Rambeau

Monica Rambeau Spectrum
Monica Rambeau

Nei fumetti Marvel, Monica Rambeau ha ottenuto i super poteri in un incidente molto simile a quello che ha conferito a Carol i suoi. Negli anni, Monica ha assunto vari nomi da battaglia, tra i quali proprio quello di Capitan Marvel, ma anche Photon, Pulsar e più recentemente Spectrum, e ha militato negli Avengers, guidandoli addirittura per qualche tempo. La bambina interpretata da Akira Akbar in Captain Marvel è, insomma, destinata a diventare un'eroina, e la sua versione adulta comparirà per la prima volta nella miniserie WandaVision di Disney+. Sul palco del Comic Con, Kevin Feige ha spiegato che le miniserie Disney+ faranno parte integrante della Fase 4 e collegheranno tra loro i vari film. WandaVision, per esempio, getterà le basi per Doctor Strange in the Multiverse of Madness. Non sappiamo praticamente nulla su WandaVision, tranne che dovrebbe essere una serie TV a dir poco sperimentale, ma non ci stupirebbe se l'introduzione di Monica servisse a stabilire il suo personaggio in modo da legarlo a Thor: Love and Thunder e, quindi, a Valchiria.

Quando lei ama lei: le 5 tappe dell'amore saffico sullo schermo

Dragoluna

Moondragon
Moondragon

Questo personaggio non ha ancora esordito nel Marvel Cinematic Universe e, per quanto ne sappiamo, non è previsto che compaia durante la Fase 4, anche se Feige e i suoi potrebbero riservarci qualche sorpresa. Nei fumetti, Dragoluna è la figlia di Drax, una potente eroina dello spazio che ha militato per diverso tempo nei Guardiani della Galassia. Nei film, ovviamente, la storia è diversa: Drax afferma di aver perso la moglie e la figlia a causa di Ronan e di Thanos. Tuttavia ci sono alcuni particolari che potrebbero indurre Feige a rimescolare le carte, attingendo a personaggi diversi per creare una versione cinematografica di questa eroina che, nei fumetti, è gay. Dragoluna, infatti, ha avuto una relazione lunga e tormentata con Phylia-Vell, la figlia di Mar-Vell. Quest'ultimo nei fumetti era maschio, ma era comunque l'alieno Kree che ha coinvolto Carol Danvers facendole ottenere i suoi poteri. Alla fine di Avengers: Endgame, Thor partiva insieme ai Guardiani della Galassia, ribattezzandoli Asgardiani della Galassia. Ci sono, insomma, vari punti di collegamento che potrebbero contribuire a delineare la figura di uno dei potenziali personaggi LGBT, interesse sentimentale per Valchiria.

Sersi

Eternals Sersi
Eternals Sersi

Alcuni mesi fa, nel corso di qualche intervista Feige aveva suggerito che il primo eroe LGBT sarebbe stato introdotto nel film The Eternals di Chloe Zhao, un film peraltro scritto dallo sceneggiatore Matthew K. Firpo che, in effetti, è omosessuale. Al Comic Con di San Diego abbiamo visto praticamente tutto il cast al gran completo, un cast che sarebbe uno spreco isolare in questa singola pellicola, anche perché sappiamo che ogni film nel Marvel Cinematic Universe prima o poi ha importanti ripercussioni sui successivi. Il problema è che mancava solo Sersi all'appello: eravamo convinti che l'avrebbe interpretata Angelina Jolie, ma quest'ultima sarà invece Thena. Quella degli Eterni è una specie aliena creata dai Celestiali nell'antichità che non può invecchiare: chissà che Sersi non sopravviva fino all'era contemporanea per far perdere la testa alla tenace Valchiria.

I 10 anni di Brokeback Mountain: la Top 10 delle più belle love story gay del decennio