Nella tana dei lupi, Il mistero di Donald C., Youtopia, The Lovers e i voti di un mese in homevideo - Parte 2

L'adrenalinico action-thriller con Gerard Butler, l'ossessione di Colin Firth navigatore solitario, il sesso virtuale e un matrimonio che non vuole finire al centro della seconda parte della rubrica homevideo. E poi ancora Montparnasse femminile singolare, Lauda - The Untold Story e il dissacrante cartoon italiano East End.

La seconda parte della nostra rubrica mensile homevideo si apre con l'avvincente e adrenalinico action-thriller Nella tana dei lupi, con un carismatico Gerard Butler. Sempre in tema di attori, Colin Firth è invece il protagonista di Il mistero di Donald C., ricostruzione di una storia vera e di un'ossessione. Si passa poi a Youtopia, un curioso film italiano tra video game e sesso virtuale, mentre The Lovers è il racconto di matrimonio che sembra ormai finito tra tradimenti e infedeltà, e che all'improvviso risorge. La scatenata Laetitia Dosch è l'indiscussa protagonista di Montparnasse femminile singolare, mentre il documentario Lauda: The Untold Story ci riporta all'incidente del campione austriaco nel 1976 e alla sicurezza in Formula 1. Si chiude con un irriverente cartoon tutto italiano molto particolare: East End.

Nella tana dei lupi: Gerard Butler in una scena del film

Rapine, azione e colpi di scena: Nella tana dei lupi

Locandina di Nella tana dei lupi
Totale 8
Video 8
Audio 9
Extra 7

IL FILM. Azione, adrenalina, rapine, intrecci e colpi di scena: Nella tana dei lupi è un solido e avvincente action movie diretto da Christian Gudegast, che si avvale del carisma di Gerard Butler e Pablo Schreiber, e che vede fronteggiarsi una banda di rapinatori che sta preparando con grande cura il colpo del secolo alla Federal Reserve Bank di Los Angeles, e una squadra speciale anticrimine di agenti dai metodi spicci con un leader deciso a tutto. Sarà uno scontro fisico ma anche psicologico, nel quale i due gruppi rivali non risparmieranno colpi bassi. Il tutto fra scene spettacolari, segreti da svelare e sorprese mozzafiato.

IL BLU-RAY. Nella tana dei lupi è disponibile anche in alta definizione con un blu-ray targato Koch Media formidabile sul piano tecnico e discreto negli extra. Il video presenta un quadro ben dettagliato e a tratti davvero incisivo, sia nelle panoramiche che nei particolari degli incarnati dei protagonisti. Qualche lieve flessione sul piano del dettaglio si riscontra in qualche circostanza estrema o in alcune scene più scure, ma le immagini restano pulite, fluide e avvincenti anche durante le scene convulse di azione. Straordinario l'audio mentre gli extra contengono un finale alternativo (5'), un dietro le quinte (3') e le featurette di stampo promozionale I maschi Alfa (2') e Nella tana (2'). A completare il tutto il trailer e ben 22 minuti di scene eliminate.

DA NON PERDERE. Come detto, l'aspetto più convincente dell'edizione è l'audio, davvero straordinario per capacità di coinvolgimento complessivo. Il DTS HD 5.1, sia in italiano che in originale, mostra subito i muscoli e la sua qualità nella sparatoria iniziale, che regala potenza da parte dei bassi ma anche grande precisione nella dislocazione di spari, proiettili e crash vari. La qualità continua anche per tutto il film, con dialoghi perfetti e un'ambienza tranquilla ben curata nel catturare rumori ed effetti, ma ovviamente è nelle scene di azione che è possibile apprezzare tutta la potenzialità di una traccia tutta da godere.

Nella tana dei lupi: Pablo Schreiber e 50 Cent in una scena del film

L'ossessione dell'impresa: Il mistero di Donald C.

Locandina di Il mistero di Donald C.
Totale 7.5
Video 7.5
Audio 8.5
Extra 7

IL FILM. L'ossessione di un navigatore dilettante, che si mette in testa di intraprendere una sfida epica e impossibile partecipando alla Golden Globe Race 1968, per vincere una grossa somma di denaro e salvare la sua attività di imprenditore, lasciando a casa una moglie e due figli. Un'incredibile storia vera che James Marsh narra in Il mistero di Donald C., film che si avvale di due attori di razza come Colin Firth e Rachel Weisz nei ruoli principali. 


IL BLU-RAY. Se il film ha qualche pecca, il blu-ray CG Entertainment-Adler si rivela tecnicamente molto valido. Già il video è di buonissima qualità e propone un dettaglio di livello sempre medio-alto, mentre la morbidezza che caratterizza il quadro è dovuto alla precisa scelta stilistica di far piombare lo spettatore a fine anni Sessanta con croma caratterizzato da colori pastello e  atmosfere d'epoca. Buona la tenuta del quadro anche nelle convulse scene in mare. Davvero ottimo l'audio, mentre negli extra troviamo 5 minuti di B-Roll con riprese sul set e la curiosità degli effetti per alcune scene nella tempesta, poi interviste a elementi del cast (15' in tutto), altre interviste a regista, sceneggiatori e troupe (16') e infine il trailer. 


DA NON PERDERE. Il DTS HD 5.1 presente sia nella traccia italiana che originale, è davvero molto coinvolgente: l'audio si rivela già ricco e frizzante nell'ambienza delle scene tranquille, anche negli interni catturando i rumori più lievi, ma dove può scatenarsi è ovviamente nei momenti drammatici della tempesta in mare aperto, con un asse posteriore incisivo e preciso negli effetti, appoggiato da un sub deciso. Il risultato è una spazialità accentuata che permette allo spettatore di essere in mezzo all'oceano travolto da onde e pioggia.

Il mistero di Donald C.: Colin Firth in un'immagine del film

Tra cam-girl, sesso virtuale e videogame: Youtopia

Locandina di Youtopia
Totale 6.5
Video 7
Audio 7
Extra 5.5

IL FILM. Interessante film italiano diretto da Berardo Carboni, capace di sondare la condizione delle donne tra reale e virtuale, fra cam-girl e videogame, Youtopia vede protagonista Matilde (una bravissima Matilda De Angelis), ragazza che arrotonda mostrandosi nuda su internet e intrattiene anche una relazione virtuale con un ragazzo. Quando la madre (Donatella Finocchiaro) sarà sommersa dai debiti, per aiutarla la ragazza sarà disposta a mettere in vendita sul web la sua verginità. Risponderà un farmacista sessantenne (Alessandro Haber) sposato con figlio, spesso in cerca di emozioni forti e di sesso a pagamento.

IL BLU-RAY. Youtopia arriva in homevideo anche in alta definizione grazie al blu-ray targato Koch Media. Il video è sicuramente la parte più convincente dell'edizione, mentre l'audio in DTS HD 5.1 è discreto ma ha poche occasioni di mettersi in mostra in un film tranquillo sul piano sonoro. Qualche effetto in più durante le fasi del videogame, per il resto dialoghi chiari e una soddisfacente ambienza. Negli extra, oltre al trailer, troviamo solamente un finale alternativo di 5', che comunque differisce dall'originale solo per un particolare.

DA NON PERDERE. Il video restituisce un quadro pulito e nitido, con un dettaglio molto buono, soprattutto sugli elementi in primo piano. Gli incarnati sono porosi e definiti, le ambientazioni rivelano parecchi particolari, solo in qualche frangente emerge una certa morbidezza, soprattutto su alcuni fondali. Le parti migliori sono comunque quelle del videogame, dotate di un dettaglio incisivo e di una suggestiva profondità

Youtopia: Matilda De Angelis e Donatella Finocchiaro in una scena del film

Quanto è difficile lasciarsi: The Lovers

Locandina di The Lovers
Totale 7
Video 7
Audio 6.5
Extra 7

IL FILM. Ben interpretata da Debra Winger e Tracy Letts, e diretta da Azazel Jacobs, The Lovers è un'intrigante commedia sull'alchimia tra marito e moglie dura a morire. Al centro della vicenda una coppia sposata da molti anni con un rapporto ormai in declino: entrambi hanno relazioni extraconiugali e sembrano sempre sul punto di fare il grande passo e separarsi per andare a vivere con i nuovi amanti. Ma quando scatta nuovamente l'attrazione fra loro, continuano a tergiversare. La visita del figlio con la nuova ragazza cambierà le carte in tavola.

IL DVD. The Lovers è arrivato in homevideo con un DVD distribuito da Universal Pictures Home Entertainment Italia. Il video presenta un quadro abbastanza solido, che si mantiene compatto anche nei fondali e nelle più scure, anche se il dettaglio resta sempre piuttosto morbido, con qualche incertezza sui contorni soprattutto in qualche interno poco illuminato. L'audio dolby digital 5.1 restituisce dialoghi chiari e puliti, mentre sull'ambienza è un po' timido, con asse posteriore poco coinvolto, anche se la delicata colonna sonora è riprodotta con calore e buon timbro.  

DA NON PERDERE. Non male i contenuti speciali. Innanzitutto troviamo il commento audio del regista seguito da due featurette. Una passione complicata (18 minuti e mezzo) è in pratica un dietro le quinte composto da momenti sul set durante le riprese e parecchie interviste a regista e cast. A seguire Musica della storia: colonna sonora, un contributo di 13' tutto dedicato alla realizzazione e all'importanza della colonna sonora del film firmata da Mandy Hoffman.

Thelovers Newtribeca

Una ragazza a Parigi: Montparnasse singolare femminile

Locandina di Montparnasse femminile singolare
Totale 6.5
Video 6.5
Audio 7.5
Extra 4

IL FILM. Da Cannes 2017, doveva aveva vinto il Caméra d'Or, ecco finalmente in homevideo Montparnasse femminile singolare, brioso, ironico, a tratti drammatico ma comunque mai scontato percorso dell'inquieta Paula (un'eccezionale Laetitia Dosch, capace di reggere da sola tutto il peso del film), diretto da Léonor Serraille. La ragazza, dopo una burrascosa rottura con il suo compagno, si ritrova a girovagare per Parigi per trovare però solamente porte chiuse. Scoprirà che dovrà far conto su tutte le sue risorse, e anche su un gatto, per andare avanti.

IL DVD. Montparnasse femminile singolare è disponibile in un DVD Mustang/Parthénos/Lucky Red distribuito da CG Entertainment, soddisfacente sul piano tecnico ma povero di contenuti speciali, visto che è presente solamente il trailer. Il video alterna buona qualità del dettaglio su elementi ravvicinati e incarnati, con alcuni magnifici primi piani molto particolareggiati della protagonista, a qualche sbavatura sui fondali, con gli elementi più ostici da riprodurre che talvolta sgranano e sono caratterizzati da contorni non molto netti. Piacevolmente naturale il croma. 


DA NON PERDERE. Una nota di merito se la guadagna l'audio, un dolby digital 5.1 presente sia in italiano che in francese, che nonostante il film sia basato quasi interamente sui dialoghi, peraltro chiari e puliti, valorizza in maniera apprezzabile i pochi momenti più vivaci con utilizzo di tutti i diffusori. Come ad esempio l'ambienza del traffico di Parigi, ma soprattutto le feste alle quali la protagonista prende parte, con musica coinvolgente e esaltata anche da alcune entrate del sub.

Montparnasse femminile singolare: Laetitia Dosch e Souleymane Seye Ndiaye in una scena del film

Quella Formula 1 che non c'è più: Lauda - The untold story

Locandina di 33 Days
Totale 6
Video 7.5
Audio 6.5
Extra 2

IL FILM. L'incidente di Niki Lauda nei suoi particolari più inediti, l'incredibile e veloce ritorno alle corse del campione austriaco, gli anni di una Formula 1 pericolosa che da quel momento fece decisi passi avanti nella sicurezza anche grazie alle iniziative dei piloti. C'è tutto questo in Lauda: The Untold Story, documentario di Hannes Michael Schalle che parte dall'analisi e dalle testimonianze del terribile incidente del 1976 al Nurburgring, per uno sguardo più globale sulle corse automobilistiche e i passi avanti per renderle più sicure.

IL BLU-RAY. Lauda: The Untold Story è arrivato in homevideo anche in alta definizione grazie al blu-ray distribuito da Koch Media. Pur privo di contenuti speciali, il prodotto soddisfa sul piano tecnico, soprattutto quello video che digerisce bene l'alternanza tra interviste recenti e filmati d'epoca. L'audio in DTS HD 5.1, con una traccia italiana che in pratica traduce le interviste ai protagonisti della traccia originale, restituisce dialoghi impeccabili, mentre l'ambienza è un po' timida, comprensibilmente visto che da vecchi filmati di gare non era ipotizzabile ricavare spazialità sul piano sonoro.

DA NON PERDERE. La cosa migliore è come detto il video, e soprattutto la capacità delle immagini di alternare con naturalezza le interviste recenti, rese in un perfetto HD con un quadro dettagliato e molto incisivo, ai tanti filmati d'epoca, tra cui spezzoni molto vecchi, che ovviamente non possono gareggiare sul piano delle qualità con quelli più recenti. Pur granulosi e poco definiti, questi segmenti comunque non intaccano mai un quadro che resta compatto e molto pulito.

Lauda

Un cartoon dissacrante tutto italiano: East end

Locandina di East End
Totale 7
Video 7.5
Audio 6
Extra 7.5

IL FILM. Un cartoon cattivo, irridente e dissacrante: East End è un prodotto davvero coraggioso e inedito per il cinema italiano, frutto del coraggio di Luca Scanferla e Giuseppe Squillaci (in arte Skanf e Puccio), che hanno ambientato il loro prodotto di animazione a Roma, con incredibili escursioni tra spazio e Usa. Protagonisti un gruppo di ragazzini guidati da geek che per vedere il derby Roma-Lazio finiscono per dirottare il segnale di un satellite militare supersegreto nel bel mezzo di un'operazione antiterrorismo, fra Totti, fantasmi, astronauti e le gustose apparizioni di Nanni Moretti, Papa Ratzinger e Papa Bergoglio, l'ex presidente Usa Obama, Roberto Saviano e tanti altri.

IL DVD. Ora è possibile scoprire East End grazie all'uscita homevideo in DVD targata CG Entertainment. Un buon prodotto con curiosi extra e un video soddisfacente, che esalta un'animazione grezza ma tutta da godere. Il dettaglio è buono, il quadro è compatto e con un croma vivissimo, certo bisogna fare i conti con cenni di aliasing su alcuni contorni delle figure, ma la visione è molto piacevole. L'audio in doolby digital 5.1 è discreto e propone dialoghi chiari e un'ambienza un po' timida, sbilanciata un po' sull'asse anteriore che non sfrutta interamente i rear, ma consente comunque un ascolto pulito.

DA NON PERDERE. Sorprendente la mezz'ora di extra, alcuni davvero originali. Parliamo sopattutto del making of (8 minuti e mezzo), che in realtà è la descrizione dei segreti del film abbinata a commenti e recensioni, tutti letti da una voce meccanica da computer. Troviamo poi gli animatic (3' e mezzo), il making of della colonna sonora (6'), il trailer e due videoclip, City with no ends dei Gamezero (4') e Tu sei amico mio dei Superobots (3' e mezzo).

East End: un'immagine tratta dal film d'animazione
Nella tana dei lupi, Il mistero di Donald C.,...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Il mistero di Donald C.: Colin Firth navigatore solitario
Nella tana dei lupi: rapine, azione e testosterone senza freni