La La Land

2016, Musicale

Movieplayer.it Awards: la spunta La La Land su Dunkirk, tra le serie s'impone Stranger Things

Il serrato duello tra i film di Damien Chazelle e Christopehr Nolan, che si erano divisi la considerazione della nostra redazione, si conferma anche al cuore delle preferenze dei lettori di Movieplayer.it. In ambito televisivo spopola lo show dei Duffer Brothers con The Handmaid's Tale eletta come migliore nuova serie.

Anche quest'anno ci avete stupito; anche quest'anno la grande partecipazione ai Movieplayer.it Awards ci ha riempito di soddisfazione per l'assiduità e la competenza dei nostri lettori. Ma anche perché, dal primo anno in cui abbiamo istituito i premi della nostra testata, avete "tradito" Christopher Nolan.

Leggi anche: I migliori film del 2017: la top 20 della redazione nell'anno di Dunkirk e La La Land

Dunkirk: Christopher Nolan e Kenneth Branagh sul set del film

Il regista britannico è da sempre uno dei beniamini del nostro pubblico, secondo probabilmente solo a Quentin Tarantino, e il suo Dunkirk, alla fine di un testa a testa serratissimo, è riuscito a conquistare la vetta della Top 20 della redazione ma non a respingere del tutto l'assalto del film che ha conquistato l'immaginario collettivo nel 2017: La La Land di Damien Chazelle.

Leggi anche: La La Land, i numeri musicali: tutte le magie di Damien Chazelle

Dalle strade di L.A. al campo di battaglia

La La Land: Emma Stone in un momento del film

Il film di Chazelle, incoronato come miglior film dell'anno, cede il passo a quello di Nolan nell'ambito prestigioso della regia, ma per il resto fa incetta di riconoscimenti, conquistando i Movieplayer.it Awards per la migliore attrice con la sbalorditiva Emma Stone, quello per la sceneggiatura, quello per la colonna sonora e quello per la "sequenza indimenticabile" (il tracking shot iniziale sulle note di Another Day of Sun). Da parte sua Dunkirk, oltre a trionfare con Nolan, si porta a casa il premio per la migliore realizzazione tecnica e quello come miglior film d'azione.

Dunkirk: una scena caotica del film
Smetto quando voglio - Ad honorem: Edoardo Leo e Giampaolo Morelli in una scena del film

Ma oltre a Chazelle e Nolan avete anche un favorito italiano: con la banda di adorabili cervelli criminali di Smetto quando voglio - Ad honorem, capitolo di chiusura della trilogia inaugurata con Smetto quando voglio, Sydney Sibilia conquista il Movieplayer.it Award per il miglior film italiano e per la migliore commedia.
Per quanto riguarda le altre categorie specificamente dedicate ai generi, Coco trionfa come miglior film d'animazione, così come Logan - The Wolverine non ha rivali tra i superhero movies. Denis Villeneuve, che nella classifica della redazione compariva sia con Arrival che con Blade Runner 2049, non accusa la dispersione dei voti del pubblico e vede la prima di questa due straordinarie pellicole acclamata come miglior film di fantascienza dell'anno. Non c'è storia nella categoria dedicata all'horror, dove spopolano il terrificante Pennywise e gli irresistibili Perdenti di It. La speciale categoria dedicata ai film "invisibili", ovvero quelli che non hanno avuto una distribuzione massiccia, vede imporsi Paul Verhoeven e il suo sovversivo e affascinante thriller Elle.

Leggi anche: Dunkirk: l'atipico war movie di Christopher Nolan per celebrare l'essere umano

Elle: Isabelle Huppert e Laurent Lafitte in una scena del film

Non siamo agli Oscar

Manchester-by-the-Sea: un bel primo piano di Michelle Williams

I consensi per Emma Stone seguono la vittoria dell'Oscar, e così è anche per lo struggente Casey Affleck di Manchester by the Sea.
Ci discostiamo invece dalle scelte degli Academy Awards con gli interpreti non protagonisti: la vostra preferenza è andata alla costar di Affleck in Manchester by the Sea, Michelle Williams, e - indovinate un po' - al Bill Skarsgård/Pennywise di It, davvero un degno successore per Tim Curry nei panni sgargianti del pagliaccio assassino.

Leggi anche: Manchester by the Sea: tragedia e guarigione in New England

Stranger Things, senza rivali tra le serie

Per quanto riguarda il piccolo schermo, non può esservi dubbio alcuno su quale sia la serie che ha conquistato tutti nel 2017. Stranger Things, il piccolo miracolo nostalgico e avvincente di cui dobbiamo essere grati ai fratelli Duffer e a Netflix, prende il largo con la sua seconda stagione come migliore serie dell'anno oltre che, naturalmente, come migliore serie fantasy/ horror, e porta in trionfo uno dei suoi interpreti più amati, David Harbour, come miglior attore non protagonista. Al suo fianco, riconfermata dopo la vittoria dello scorso anno, ruggisce la leonessa de Il trono di spade Lena Headey.

Leggi anche: Stranger Things 2: oltre nostalgia, la conferma di uno dei pochi veri fenomeni di questo decennio

Stranger Things: una foto dei protagonisti della serie
House of Cards 5: Kevin Spacey in un'immagine della serie tv

Gli attori che trionfano in qualità di protagonisti di serie drammatiche sono Kevin Spacey, alla sua ultima stagione di House of Cards per ragioni extratelevisive, ed Elisabeth Moss, per quella a cui riconoscete anche il titolo di migliore nuova serie dell'anno, The Handmaid's Tale. Il vincitore come miglio attore in una comedy è il solito impareggiabile Jim Parsons (con The Big Bang Theory che, imponendosi anche come miglior serie comedi, porta a casa due menzioni dome The Handmaid's Tale), mentre nella pari categoria femminile esplode la battagliera Alison Brie di GLOW.

Concludiamo con le rimamenti categorie di genere: nessun risultato sorprendente, con Gomorra - La Serie che si conferma show favorito tra gli italiani, Black Mirror che non ha rivali in ambito british così come I Simpson tra le serie d'animazione. Novità, ma non sorprese, sono Mindhunter eletta a miglior serie crime e Tredici che trionfa nella categoria deicata ai prodotti di taglio teen.

E per quest'anno è tutto, ma noi siamo già proiettati verso una nuova ricchissima annata di cinema e TV; e voi?

Movieplayer Awards 2018: tutti i vincitori


Movieplayer Awards 2018: tutti i vincitori


Movieplayer.it Awards: la spunta La La Land su...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

The Handmaid's Tale: le donne in rosso nella tirannia di domani
I migliori film del 2017: la top 20 della redazione nell'anno di Dunkirk e La La Land