Gli uomini d'oro e altri 10 famosi film di rapine

In attesa de Gli uomini d'oro, in uscita il 7 novembre, riscopriamo alcuni dei migliori film di rapine della storia del cinema.

CLASSIFICA di 31/10/2019
Gli Uomini D Oro Ocfhpps
Gli uomini d'oro: una scena del film

Il 7 novembre uscirà nelle sale italiane il nuovo film di Vincenzo Alfieri, Gli uomini d'oro, che racconta la storia di un gruppo di uomini e della loro trasformazione in criminali per mettere a segno una rapina di un furgone portavalori. Si tratta di un vero e proprio noir metropolitano, e quale occasione migliore per riscoprire alcuni dei migliori film sulle rapine? Ne abbiamo scelti dieci, con una sorpresa finale. Procedete tranquilli con la lettura: non troverete spoiler.

La grande rapina al treno (1903, Edwin S. Porter)

Non potevamo esimerci dal citare La grande rapina al treno, uno dei più celebri film di rapina, importantissimo dal punto di vista della produzione cinematografica. In questo cortometraggio vediamo l'assalto di quattro banditi in un treno e la successiva caccia dei poliziotti. Considerato il primo film western e d'azione, è anche il primo film che utilizza la tecnica del montaggio incrociato. Indimenticabile l'inquadratura finale con il bandito che spara direttamente allo spettatore.

Giungla d'asfalto (1950, John Huston)

Riedenschneider (Sam Jaffe) impartisce istruzioni a Dix (Sterling Hayden), Louis (Anthony Caruso) e Gus (James Whitmore)
Riedenschneider (Sam Jaffe) impartisce istruzioni a Dix (Sterling Hayden), Louis (Anthony Caruso) e Gus (James Whitmore)

Il secondo titolo non poteva che essere un classico del cinema noir americano. Il film racconta di una mente criminale di nome Riedenschneider, interpretato da Sam Jaffe, per questo film vincitore della Coppa Volpi come miglior attore al Festival di Venezia. L'uomo, chiamato "Il Dottore", ha in mente un piano perfetto per rubare dei preziosi gioielli e per realizzarlo metterà insieme una banda di gangster che, però, sono spinti da interessi personali. Giungla d'asfalto oltre a essere una delle prove più riuscite di John Huston, è anche considerato un must del genere, pietra miliare per la caratterizzazione dei personaggi e per lo stile utilizzato nel raccontare la rapina.

Rififi (1955, Jules Dassin)

Ripreso in un raffinato bianco e nero, Rififi prende la lezione del noir americano e dà vita al film noir francese per eccellenza. Tratto da un romanzo di Auguste Le Breton, Du rififi chez les hommes (questo il titolo originale) rimane nella storia del cinema per l'ansiogena sezione centrale: trenta minuti dove, in tempo reale e senza musica né dialoghi, si svolge l'intera rapina. Togliendo la spettacolarità e l'azione e prediligendo il sudore, il silenzio e il realismo, Rififi rimane impresso nella memoria.

Quel pomeriggio di un giorno da cani (1975, Sidney Lumet)

Al Pacino in quel pomeriggio di un giorno da cani
Al Pacino in quel pomeriggio di un giorno da cani

Forse il film di rapina più celebre, Quel pomeriggio di un giorno da cani di Sidney Lumet si svolge quasi completamente all'interno di una banca dove una banda di tre (e quasi immediatamente due) ladruncoli qualunque tengono in ostaggio clienti e dipendenti in attesa di una via di fuga. John Cazale ci regala una delle sue poche e indimenticabili interpretazioni nella parte di Sal mentre il personaggio di Sonny, interpretato da Al Pacino, si fa carico della tensione sociale dell'epoca. Un film che, a distanza di anni, rimane attuale.

Point Break (1991, Kathryn Bigelow)

Point Break: un'immagine del film
Point Break: un'immagine del film

L'agente speciale Johnny Utah (Keanu Reeves) indaga su una banda di surfisti che da anni rapina le banche di Los Angeles mascherandosi da ex presidenti degli Stati Uniti. Diretto dall'allora moglie di James Cameron (qui produttore esecutivo), Point break, Punto di rottura è sicuramente tra i migliori film sulle rapine oltre che uno dei film più adrenalinici di Kathryn Bigelow complice una sequenza di paracadutismo che ha fatto storia. Iconica l'immagine delle maschere utilizzate dai rapinatori, idea che sarà ripresa sia in film dello stesso genere (The Town) sia in parodie comiche (Tre uomini e una gamba con i presidenti italiani).

Heat - La sfida (1995, Michael Mann)

Al Pacino e Robert De Niro in una scena di Heat - La sfida, di Michael Mann
Al Pacino e Robert De Niro in una scena di Heat - La sfida, di Michael Mann

Ancora Al Pacino, stavolta nel ruolo del poliziotto che dà la caccia a Robert De Niro, capo di una banda infallibile di ladri. La lunga (quasi tre ore) pellicola di Michael Mann procede con un ritmo invidiabile raccontando la classica sfida tra gatto e topo. Intorno ai due protagonisti, una Los Angeles fredda e sporca, con le sue strade notturne che sembrano inglobare la violenza e contagiare i protagonisti. Heat - La sfida è un film che prende la lezione dei vecchi noir e la aggiorna dando vita a una pellicola seminale che sarà di ispirazione da lì in avanti (un titolo per tutti: Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan).

Heat - La sfida: i 20 anni del cult poliziesco con Al Pacino e Robert De Niro

Inside Man (2006, Spike Lee)

Una scena del film Inside Man
Una scena del film Inside Man

Inizia con una dichiarazione d'intenti Inside Man, il thriller di Spike Lee. Dalton Russell, interpretato da Clive Owen, si rivolge direttamente allo spettatore trasportandoci direttamente all'interno della vicenda. Una rapina studiata nei minimi dettagli, un piano che forse ne racchiude altri e uno scambio di ruoli in cui è difficile capire chi sia il buono e chi sia il cattivo, fanno di questo film composto da un cast all stars (tra gli altri anche Denzel Washington, Jodie Foster, Christopher Plummer e Willem Dafoe) un avvincente thriller pieno di sorprese. Se la serie Netflix La casa di carta vi ha appassionato non potete perderlo!

Inception (2010, Christopher Nolan)

Joseph Gordon-Levitt in Inception
Joseph Gordon-Levitt in Inception

Inception di Christopher Nolan racconta la storia di Dom Cobb, specialista nell'entrare nella mente altrui per rubarne i segreti più reconditi. Per farlo deve dar vita a un sogno condiviso insieme a un gruppo di colleghi, conscio del pericolo dell'inoltrarsi nel subconscio altrui rischiando di cadere nel Limbo e non uscirne più. La missione del film, però, non è quella di estrarre, quanto quella di immettere un'idea. Un heist movie al contrario, quindi, che la salda mano di Nolan dirige regalando sequenze indimenticabili (lo scontro a gravità zero) e uno splendido finale ambiguo.

Inception di Christopher Nolan: il successo del cinema delle idee

Baby Driver - Il genio della fuga (2017, Edgar Wright)

Baby Driver: Jamie Foxx ed Ansel Elgort in una foto del film
Baby Driver: Jamie Foxx ed Ansel Elgort in una foto del film

Tra i migliori film sulle rapine, in questo caso a ritmo di musica in Baby Driver - Il genio della fuga, film di Edgar Wright. Baby (Ansel Elgort) combatte l'acufene grazie a un paio di auricolari con cui ascolta musica a tutto volume, lavora per la banda di ladri di Doc (Kevin Spacey) e fa l'autista per sfuggire alla polizia dopo le rapine. Ha talento perché sembra estraniato dalla realtà e chiuso nel suo mutismo finché non conosce la cameriera Debora con la quale decide di fuggire lontano dalla vita criminale per dedicarsi al sogno d'amore. Un film quasi canonico diventa straordinario grazie al montaggio che segue il ritmo della musica ascoltata da Baby, diventando un heist movie pop divertentissimo che ha il gusto di un videoclip.

Widows - Eredità criminale (2018, Steve McQueen)

Widows
Widows - Eredità criminale: Viola Davis in una scena del film

A differenza del titolo precedente, Widows - Eredità criminale appartiene al filone di thriller classico e racconta delle mogli ormai vedove dei componenti di una banda di ladri che decidono di proseguire per vendetta un colpo fallito. Particolarità di questo film, scritto da Steve McQueen insieme alla scrittrice Gillian Flynn, oltre alla variante femminile, è l'unire quella che può sembrare una canonica storia di rapine e vendetta al sottotesto politico, sociale e identitario tanto caro al regista vincitore di un Oscar. Per questo motivo Widows spicca rispetto alla media qualitativa del genere e si inserisce perfettamente nella filmografia di McQueen.

Avengers: Endgame (2019, Anthony e Joe Russo)

Avengers Endgame White Suits
Avengers: Endgame, gli Avengers in azione con le nuove divise

Abbiamo scelto Avengers: Endgame come bonus: è il film che ha concluso dieci anni di narrazione seriale cinematografica, il film dei record al box office, un fantasy supereroistico e - incredibile ma vero - anche un heist movie! Prima dello scontro finale con Thanos, gli Avengers viaggiano nel tempo per rubare le Gemme dell'Infinito e sistemare il corso degli eventi. Un vero e proprio "film di rapina" dove i ladri coincidono con gli eroi e dove la posta in gioco non sono gioielli, diamanti o montagne di banconote, ma la salvezza del mondo e dell'intero universo.