Captain Marvel: il futuro (e passato) cosmico del Marvel Cinematic Universe

Le nostre ipotesi su come potrebbe evolversi il lato cosmico del Marvel Cinematic Univers dopo l'uscita di Captain Marvel.

APPROFONDIMENTO di 19/03/2019
Captain Marvel 05
Captain Marvel: Un'immagine dal primo teaser trailer

Due anni fa, dopo l'uscita di Guardiani della Galassia Vol.2, il regista James Gunn e il produttore Kevin Feige affermarono che il futuro del Marvel Cinematic Universe avrebbe avuto un'importante declinazione cosmica, con alcuni indizi presenti proprio nel film di Gunn (il debutto di Adam Warlock, un possibile focus sui vecchi compagni d'avventura di Yondu). Una parte dell'espansione è già stata annunciata con l'imminente lavorazione di The Eternals, incentrato sull'omonima razza aliena di cui fa parte anche Thanos, e ulteriori suggerimenti su cosa potremmo vedere nei prossimi anni si celano nella trama di Captain Marvel, attualmente nelle sale e con un potenziale notevole a livello di possibili storie da raccontare, dato che tra l'esordio di Carol Danvers al cinema e il suo ritorno il mese prossimo al fianco degli Avengers passano più di due decenni nella cronologia del MCU. Ecco le nostre ipotesi su cosa possiamo aspettarci. N.B. L'articolo contiene spoiler.

Leggi anche: Captain Marvel: 10 cose che potreste non aver notato

Guerra imperiale

Dopo aver sconfitto l'ex-mentore Yon-Rogg, Carol lo rispedisce su Hala, pianeta principale dell'impero Kree, con un messaggio per la Suprema Intelligenza: "Dille che sto arrivando per porre fine alla guerra e alle menzogne." Il sequel di Captain Marvel potrebbe raccontare proprio quello scontro fra la stirpe guerrafondaia e il loro ex-soldato, mostrandoci maggiori dettagli della cultura Kree. Sarebbe anche l'occasione perfetta per dare maggiore spazio a Lee Pace nei panni di Ronan l'Accusatore, il cui ruolo nel primo Guardiani della Galassia suggerisce che la guerra sia finita prima dell'inizio della Fase Due del MCU, dato che lui in quel film è al servizio di Thanos (e si porta dietro Korath, che nel 1995 è ancora membro della Starforce di Yon-Rogg). Sarebbe ipotizzabile, in quel contesto, anche un ritorno dei Nova Corps, il cui destino è attualmente incerto dopo che Thanos ha seminato morte e distruzione su Xandar prima degli eventi di Avengers: Infinity War.

Leggi anche: Avengers: Endgame, il punto della situazione dopo Captain Marvel

Conflitti tra famiglie

Captain Marvel 2
Captain Marvel: Jude Law e Brie Larson si stringono le mani in una scena del film

La scelta di lasciare vivo Yon-Rogg al termine del film pone anche le basi per un possibile contrasto fra due famiglie, qualora la Marvel decidesse di portare sullo schermo la figura di Genis-Vell, il "figlio" di Mar-Vell. Quest'ultima, che al cinema ha il volto di Annette Bening, potrebbe anche tornare sotto forma di flashback (grazie alla tecnologia di ringiovanimento digitale che proprio nel nuovo film ha dato i risultati migliori), approfondendo i retroscena del conflitto tra Kree e Skrull e la sua probabile collaborazione con Howard Stark (questo potrebbe anche essere il soggetto ideale per una miniserie come quelle che sono attualmente in lavorazione per Disney+). Nel presente c'è anche l'opzione di sfruttare i figli di Yon-Rogg, nel qual caso Carol potrebbe farsi aiutare da Monica Rambeau, il cui destino fumettistico (anche lei si è fatta chiamare Captain Marvel) è fortemente suggerito quando lei e Danvers si salutano nel 1995. Così si potrebbe anche ricreare l'equilibrio tra la componente terrestre e quella cosmica, mentre l'ipotesi sulla guerra contro i Kree di cui sopra sarebbe interamente spaziale.

Leggi anche: Captain Marvel: 5 motivi per cui è il film Marvel più importante del 2019

Secret Invasion?

Captain Marvel 4
Captain Marvel: Ben Mendelsohn in una scena

Ha destato qualche perplessità presso i fan la decisione di rendere buoni gli Skrull presenti nel film - a proposito, qui potete leggere la nostra recensione di Captain Marvel - usando alcuni dei più noti villain cosmici della Marvel per inserire nella storia un'allegoria non banale sui rifugiati. Li abbiamo lasciati mentre Carol li aiutava a trovare un nuovo pianeta su cui vivere, lontani dall'oppressione dei Kree, e alla luce di quello sviluppo è sorta una domanda: la Marvel si è giocata la possibilità di adattare per il cinema Secret Invasion? Per chi non la conoscesse, si tratta di una storyline dei fumetti dove viene svelato che nel corso degli anni gli Skrull hanno sostituito diversi eroi a noi cari, e una teoria legata al loro debutto sullo schermo era appunto che, possibilmente nelle scene post-credits, si alludesse a un loro ritorno sotto mentite spoglie (e c'è tuttora chi pensa che Nick Fury possa essere un impostore). Kevin Feige si è pronunciato al riguardo dicendo che, come ogni specie nell'universo, anche tra gli Skrull ci saranno individui poco simpatici, e non è quindi da escludere che una fazione specifica decida di fare danni, sul nostro pianeta o altrove. E a prescindere dal luogo, ci auguriamo che l'eroe di turno abbia a disposizione un Flerken...