Guida ad Amazon Prime Video: come funziona e cosa guardare

Approdato in 200 paesi del mondo, il servizio streaming del colosso americano offre contenuti originali (e non) tra serie tv e film. Per orientarci al meglio in questa nuova piattaforma digitale, ecco a voi una comoda guida alla visione.

Il corriere potrebbe imitare il postino e suonare due volte. La prima per consegnarvi qualche libro, un blu-ray o qualsiasi altro imperdibile oggetto voi abbiate ordinato on line. La seconda per chiedervi se c'è posto sul divano. Sì, perché da ieri Amazon è anche sinonimo di film e serie tv, alcuni dei quali prodotti proprio dall'etichetta statunitense, seguendo la scia delle apprezzate produzioni originali Netflix. Ovviamente, il parallelismo con la piattaforma madre di House of Cards, Daredevil e Stranger Things diventa inevitabile grazie ad una concorrenza che per noi spettatori si fa molto interessante.

Con l'arrivo di Amazon Prime Video, infatti, un'altra grande fetta di prodotti (seriali soprattutto) abbandona l'esclusiva delle pay tv per lanciarsi nel fremente panorama streaming dove prezzi e trasversalità di fruizione vengono incontro all'utente. Difficile prevedere che tipo di impatto possa avere Amazon Prime Video in Italia, ma intanto ci è sembrato utile approntare una comoda guida per capire come sfogliare al meglio questo nuovo menù audiovisivo, arrivato giusto in tempo per intense scorpacciate natalizie.

Dove vederlo

Al momento Amazon Prime Video è disponibile da pc sul sito Primevideo.com, oppure su smartphone e tablet tramite app presente sugli store iOS, Android e su alcuni modelli di smart tv (LG e Samsung).

Come vederlo

Ogni abbonamento è utilizzabile su massimo 3 dispositivi. Tre anche le fasce per la qualità di visione: good (qualità buona), better (qualità superiore), best (qualità ottima). Sarà possibile scaricare i contenuti per visioni offline e utilizzare i sottotitoli in italiano per i prodotti non doppiati.

Quanto costa

Amazon Prime Video è gratuito per tutti i clienti Amazon Prime che pagano già 19,90 € all'anno per il servizio. I non abbonati possono attivare una prova gratuita per 30 giorni per poi pagare sempre i 19,90 € annuali. Nei Paesi non raggiunti dal servizio Prime, come la Svizzera o San Marino, il prezzo del servizio è di 2,99 € per i primi 6 mesi, poi di 5,99 € all'anno.

The Man In The High Castle: Rufus Sewell in un'immagine del pilot

Cosa c'è da vedere

I film: il dominio delle saghe e dell'avventura

Vin Diesel e Paul Walker in una sequenza del film Fast and Furious - Solo parti originali

Il catalogo cinematografico di Amazon Prime Video è diviso in sei generi: azione & avventura, animazione, commedia, crime, drammatici e film per famiglie. Ad un primo e fugace sguardo emerge una grande passione per le opere di puro intrattenimento, con un occhio particolare per l'avventura e il genere action. Al fianco dell'adrenalinica saga Fast & Furious, abbiamo quella mitica di Jurassic Park, le fatiche di Ethan Hunt in Mission:Impossible, le gesta di Indiana Jones, il suo erede mancato La mummia, i giocattoloni di Transformers e i due cinecomic dedicati a Bruce Banner (Hulk e L'incredibile Hulk). Tra le commedie spiccano quei burloni di American Pie e le sventure di Ben Stiller in Ti presento i miei, tra i musical ecco Grease e Footloose, nelle fila degli horror e dei thriller troviamo la saga di Scream, Hannibal e Red Dragon. Per ora tra i film animati svetta soltanto Cattivissimo me, mentre non mancano grandi cult come Scarface, La cosa, Forrest Gump e The Truman Show.

Forrest Gump: un primo piano di Tom Hanks

Le serie tv: tra preti maledetti, direttori d'orchestra e una grandiosa sit-com

Transparent: Jeffrey Tambor, interprete di Maura, osserva una foto

Personaggi eccentrici, sfrontati, non convenzionali. È difficile trovare un comune denominatore tra le serie originali Amazon, ma se proprio dobbiamo trovarne uno, lo scoviamo nel carattere dei loro protagonisti. Una varietà confermata dalla lista che state per leggere, dove abbiamo inserito le 10 serie più interessanti presenti in catalogo. Dalle commedie 2.0 di ispirazione nerd alle sit-com da recuperare, dal poliziesco a cult del fumetto adattati per il piccolo schermo. Per ora mancano all'appello Crisis in Six Scenes, scritta e diretta da Woody Allen e il torbido legal drama Goliath, impreziosito da un ottimo cast (Billy Bob Thornton, Maria Bello, William Hurt). Fuori dalla nostra lista, ma non dimenticata, anche The Grand Tour, spettacolare programma televisivo sui motori che a grande sorpresa ha battuto un record, scalzando Il trono di spade tra gli show più piratati on line.

Leggi anche: Crisis in Six Scenes - Uno svogliato Woody Allen alla sua prima (e ultima) serie tv

1. Mozart in the Jungle

Mozart in the Jungle, una scena con Gael Garcia Bernal

Fresca di Golden Globe come migliore serie musciale, Mozart in the Jungle si ispira alla biografia di un oboista (Blair Tindall) per riscrivere la vita di un vero direttore d'orchestra. Finzione e realtà si uniscono in questo lungo e dettagliato dietro le quinte del mondo musicale, cadenzato da rivalità, sesso disinibito e costanti omaggi canori a grandi classici.
Nella terza stagione anche Monica Bellucci e Christian De Sica si uniranno a questa orchestra, diretta con ispirazione da un ottimo Gael García Bernal.

Leggi anche: Mozart in the Jungle - Sesso, droga e sinfonie

2. Preacher

Preacher: Dominic Cooper in un'immagine dello show

Sboccato, blasfemo, deviato. Preacher è stato (e continua a essere) un fumetto di culto, reso "sacro" dal tormentato Jesse Custer, predicatore alcolizzato e soprattutto posseduto da un'entità sovrannaturale.
Il fumetto Vertigo, pubblicato dal 1995 al 2000 grazie allo splendido binomio tra i testi ficcanti di Garth Ennis e il tratto ruvido del compianto Steve Dillon, si è trasformato in una serie AMC capace di rispettare e tradire all'occorrenza il fumetto. Ci aspettano dieci puntate dedicate ad un'America sporca, abitata da personaggi deformi e maledetti.

Leggi anche: Preacher - Il fumetto di culto esplode (letteralmente) sul piccolo schermo

3. Fear the Walking Dead

Fear the Walking Dead: la prima immagine di Kim Dickens e Cliff Curtis

Dimenticate The Walking Dead. Posate la pistola facile di Rick, la spada spietata di Michonne e la balestra impietosa di Daryl. Qui siamo altrove, in un tempo in cui il contagio non ha ancora piegato del tutto l'umanità, mentre si affaccia per la prima volta nella quotidianità della gente. Qui siamo da in compagnia di persone ben diverse. Non solitari costretti a sopravvivere, ma una famiglia che lotta per rimanere unita. Nonostante il punto di vista inedito e potenzialmente interessante, lo spinoff/prequel Fear The Walking Dead non ha brillato per ritmo e caratterizzazione dei personaggi.

Leggi anche: Fear the walking dead - Uno spinoff che parte piano

4. Seinfeld

Seinfeld: foto di gruppo per la famiglia Costanza

Nove stagioni e 180 episodi per fare la storia e segnare la via per tutte le sitcom che verranno. Dal 1989 al 1998 Seinfeld si è imposta come la mamma (senza peli sulla lingua) di tutte le situation comedy, una fama purtroppo non riconosciuta in Italia, dove i passaggi su Telemontecarlo non hanno dato valore a questa serie scritta da Jerry Seinfeld e Larry David, nota come "show sul nulla". Dedicata alla "banale" vita di un comico, Seinfeld è stracolma di citazioni, momenti esilaranti e tormentoni. Tutto grazie ad un amore viscerale per una metanarrazione capace di spaziare tra cinema e televisione.

Leggi anche: Seinfeld - 25 motivi che ne fanno la miglior sitcom di sempre

5. Justified

Justified: Joelle Carter e Timothy Olyphant in una scena di Fire in the Hole

Sei stagioni e 78 episodi al fianco del rude Raylan Givens, sceriffo con una concezione tutta sua della giustizia, spesso e volentieri sulla sogli dell'illegalità.
Tratto da una serie di romanzi di Elmore Leonard, Justified ha avuto poca fortuna in Italia, trasmesso in sordina da AXN, Top Crime e Italia 2, forse perché non è il Walker Texas Ranger 2.0 che molti si aspettavano. L'azione non è l'affare principale della serie che, invece, punta molto sul carisma dei personaggi e sui dialoghi taglienti.

Leggi anche: Justified conquista 5 nomination ai Critics' Choide Awards

6. Transparent

Transparent: Jeffrey Tambor, Amy Landecker e Gaby Hoffman in una scena della prima stagione

Elogio del tragicomico e racconto intimo, Transparent è forse la serie Amazon più apprezzata, forte di 8 Emmy e 2 Golden Globe. Al centro della storia c'è una famiglia intera, quella dei Pfefferman, costretta ad affrontare un profondo scossone quando il pater familias dichiara la sua transessualità. Scritta con acume e profondità e affidata a personaggi credibilissimi, la complessità di Transparent è riassunta nel suo stesso nome, un gioco di parole dove l'unione dei termini trans e parent (genitore) fanno emergere la raffinatezza della serie.

Leggi anche: Transparent - Un padre di nome Maura

7. The Man in the High Castle

The Man In The High Castle: l'attore Rufus Sewell nel pilot della serie

E se le potenze dell'Asse Germania-Giappone avesse vinto la Seconda Guerra Mondiale? È questa la domanda cardine di The Man in The High Castle, serie ambientata in un passato alternativo (siamo negli anni Sessanta) in cui gli Stati Uniti non esistono più, spazzati via dalle forze naziste.
Tratta dal romanzo La svastica sul sole, scritta da uno degli autori più saccheggiati dal cinema (Philip K. Dick), questa serie vanta l'episodio pilota Amazon più visto di sempre e uno di più appassionanti what if mai proposti sul piccolo schermo.

Leggi anche: The Man in the High Castle raccontato dal suo creatore Frank Spotnitz

8. Community

Una foto promozionale del cast di Community

Con un nome che ne predice il destino, Community è una serie di nicchia, amatissima da una stretta ma appassionata comunità di appassionati.
Ambientata all'interno di un college, lo show NBC ha formato un affiatato ed eterogeneo gruppo di personaggi dove dissidi, rivalità ed equivoci vengono sempre trattati con stile ironico e arguto.
Assieme a The Big Bang Theory è una delle serie più "nerd" di sempre. Assieme alle immancabili citazioni di film e serie tv, non mancano persino intense sessioni di giochi di ruolo.

Leggi anche: Intervista a Gillian Jacobs: perché Community è un cult

9. Red Oaks

Red Oaks: Craig Roberts e Jennifer Grey in una scena

Qualche mese prima del tuffo nostalgico in Stranger Things, Amazon aveva già fatto ritorno negli anni Ottanta con Red Oaks, tipico coming of age ambientato in un country club dove il giovane David Meyers vive un conflitto sul suo futuro: seguire il volere dei genitori o ascoltare la sua vocazione?
Romantico e spensierato, lo show prodotto da Steven Soderbergh richiama con cura costumi e musiche di trent'anni fa, senza però fermarsi al richiamo nostalgico.

Leggi anche: Red Oaks, il romanzo di formazione di David Gordon Green lungo un'estate

10. The Shield

Prendete il Mel Gibson di Arma letale e unitelo al Bruce Willis di Trappola di cristallo. Bene, così otterrete il Vic Mackey di Michael Chiklis, il protagonista di una delle serie poliziesche più apprezzate (e poco fortunate, almeno in Italia) e veementi degli ultimi anni. Nonostante l'impostazione corale, Mackey è l'anima di questa serie lunga sette stagioni, un uomo per cui la giustizia non conosce compromessi, né mezze misure. Conta solo il risultato, non certo il modo per ottenerlo.

Leggi anche: Muscoli e pallottole: i top 25 Badass Action Heroes

Guida ad Amazon Prime Video: come funziona e cosa...

Mostra i vecchi commenti

Seinfeld: 25 motivi che ne fanno la migliore sitcom di sempre
Preacher: Il fumetto di culto esplode – letteralmente – sul piccolo schermo