Natalie Guettà

Attrice
Biografia

Cenni biografici di Natalie Guettà


Natalie Eveline Guetta è un'attrice francese naturalizzata italiana, apprezzata dal pubblico nostrano in particolare per i ruoli di Suor Letizia nella fiction Dio vede e provvede, in compagnia di Angela Finocchiaro, e della perpetua Natalina nel popolarissimo Don Matteo, interpretato da Terence Hill.

A sedici anni lascia la natia Parigi, e attraversa la Francia e il Benelux per cimentarsi in spettacoli circensi. Ed è proprio grazie alla sua abilità nella clownerie che Natalie approda in Italia, precisamente a Napoli, dove inizia a insegnare l'arte circense e si dedica agli spettacoli di burattini.
La prima notorietà la consegue grazie alla fucina di talenti del Maurizio Costanzo Show, per il quale diventa quasi un personaggio fisso con circa sessanta presenze sul palco del teatro Parioli.

Al 1989 risale l'esordio al cinema con il poco noto Roma-Paris-Barcelona, insieme a un giovane Giulio Scarpati. Viene notata dalla regista Cristina Comencini, che nel 1992 la vuole nell'opera in costume I divertimenti della vita privata, al fianco dei mostri sacri Giancarlo Giannini e Vittorio Gassman, cui segue un piccolo ruolo nella farsa di Christian De Sica Ricky e Barabba.

Ma è indubbiamente grazie al Piccolo schermo che Natalie acquisisce la notorietà, prima nel 1996 grazie alla divertente serie ambientata in un convento Dio vede e provvede, dove è una suora in compagnia di Angela Finocchiaro, Maria Amelia Monti e Athina Cenci. Dismessi gli abiti da suora nel 2000 indossa quelli della perpetua Natalina che assiste il sacerdote detective Terence Hill nel fortunatissimo Don Matteo, ruolo che ha interpretato per ben nove stagioni consecutive.

In mezzo ci sono state altre produzioni televisive come Nuda proprietà vendesi, con protagonisti Lino Banfi e Annie Girardot, e cinematografiche, tra cui la commedia con Paolo Villaggio Un bugiardo in paradiso di Enrico Oldoini e delle piccole parti nel danzerino Passo a due e nel corale La cena per farli conoscere di Pupi Avati.
Nel 2010 ha preso parte a un episodio della fiction della Lux Vide Ho sposato uno sbirro, con Flavio Insinna.