Stranger Things 4 Volume 2 affronta la sessualità di Will

Negli episodi del Volume 2 di Stranger Things 4 si affronta anche il tema della sessualità di Will, interpretato da Noah Schnapp.

NOTIZIA di 01/07/2022

Il Volume 2 della stagione 4 di Stranger Things ha affrontato la sessualità di Will, il personaggio affidato a Noah Schnapp.
La notizia contiene anticipazioni, quindi non proseguite con la lettura se non volete spoiler .

Nel Volume 1 della quarta stagione di Stranger Things tra Mike (Finn Wolfhard) e Will c'era un po' di tensione a causa della distanza che si era formata tra di loro, nonostante ci fosse una grande amicizia, messa alla prova dalla distanza e dal legame con Undici (Millie Bobby Brown).
Nell'ottavo episodio Mike e Will sono in viaggio insieme a Jonathan (Charlie Heaton) e Argyle (Eduardo Franco) per andare alla ricerca di Undici che è stata presa dal Dottor Brenner (Matthew Modine).

Stranger Things 4, la recensione del volume 2: un finale epico, potente ed emozionante

Mike si confida con il suo amico parlando del rapporto con la ragazza, esprimendo il suo dubbio riguardante se il vero motivo che lei prova qualcosa per lui è perché è stata la prima persona che aveva visto dopo essere fuggita dagli esperimenti del Dottor Brenner. Will rassicura Mike su quanto sia significativo il loro legame e sul fatto che sia lui che è in grado di darle coraggio e le fa superare i propri dubbi.
Mike si sente così meglio, mentre Will si gira e piange silenziosamente, facendo così capire allo spettatore che la descrizione di quello che prova Undici per Mike è probabilmente relativa alle emozioni che lui prova per il suo amico.
Jonathan sembra aver capito cosa stesse succedendo e nella puntata successiva, dopo aver visto Will che osserva ferito Mike e Undici che scherzano e sembrano più vicini che mai, interviene per sottolineare che anche loro si sono allontanati e vorrebbe essere più vicino al fratello, ribadendo che gli sarà sempre accanto se ne avrà bisogno.