Spiral - L'eredità di Saw debutta in testa al box office USA

L'horror seriale Spiral - L'eredità di Saw, con Chris Rock, anima il box office USA con un debutto di poco inferiore ai 9 milioni, solo terzo Those Who Wish Me Dead con Angelina Jolie.

NOTIZIA di 17/05/2021

Il fascino dei pubblico americano per l'horror si conferma col debutto di Spiral - L'eredità di Saw, nono capitolo della saga, che debutta in testa al box office USA con 8,7 milioni di dollari totalizzati in 2.811 sale, con una media per sala di 3.103 dollari. Lavorando all'ombra di un stimato veterano della polizia (Samuel L. Jackson), il detective detective Ezekiel "Zeke" Banks (Chris Rock) e il suo partner (Max Minghella) si occupano di una macabra indagine su una serie di omicidi che ricordano stranamente il raccapricciante passato della città. Intrappolato in un mistero sempre più fitto, Zeke si trova al centro del morboso gioco del killer in una spirale di inganni, orrori e delitti.

Spiral - L'Eredità di Saw, perché nel film non c'è Billy il Pupazzo? Lo spiega il regista

Spiral - L'eredità di Saw scalza dalla vetta Wrath of Man, l'action diretto da Guy Ritchie e interpretato da Jason Statham, che è ora secondo con un incasso di 3,7 milioni che lo porta a un totale di 14,6 milioni. Il film di United Artists Releasing e Miramax segna la quarta collaborazione tra Statham e Guy Ritchie. Nel film, Jason Statham interpreta una guardia di sicurezza in grado di reagire in modo efficace durante un assalto. I suoi colleghi iniziano quindi a chiedersi chi sia e quali siano le sue vere motivazioni.

Guy Ritchie: un regista spudoratamente pop

Those Who Wish Me Dead
Quelli che mi vogliono morto: Angelina Jolie e Finn Little in una foto del film

In terza posizione troviamo un altro debutto, Those Who Wish Me Dead, ancora un action con protagonista, stavolta, Angelina Jolie. Con lei Nicholas Hoult, Aidan Gillen, Jon Bernthal e Tyler Perry.
La Jolie ha il ruolo di Hannah, una donna che lavora nel pronto intervento anti-incendi che sta ancora affrontando le conseguenze emotive causate dalla perdita di tre vite che non è riuscita a salvare da un incendio quando si imbatte in un dodicenne traumatizzato che non ha nessuno a cui rivolgersi. Il film apre con un incasso di 2,8 milioni da 3.188 sale e una media per sala di 878 mila dollari. Numeri non proprio esaltanti.

Dopo aver conquistato il record di primo anime giapponese in testa al box office USA dal 1999, Demon Slayer the Movie: Mugen Train è ora quarto, ma incassa altri 1,7 milioni che lo portano a sfiorare i 42 milioni complessivi.

Resiste inossidabile al quinto posto il film Disney Raya e l'ultimo drago che incassa 1,7 milioni superando i 46 milioni complessivi. Qui la recensione di Raya e l'ultimo drago, nuovo lungometraggio d'animazione targato Walt Disney Animation Studios diretto da Don Hall e Carlos López Estrada. Il film trae ispirazione dalle culture e dai popoli dell'Asia sudorientale con un viaggio nel fantastico mondo di Kumandra, dove molto tempo fa umani e draghi vivevano insieme in armonia. Ma quando una forza malvagia ha minacciato la loro terra, i draghi si sono sacrificati per salvare l'umanità. Ora, 500 anni dopo, quella stessa forza malvagia è tornata e Raya, una guerriera solitaria, avrà il compito di trovare l'ultimo leggendario drago per riunire il suo popolo diviso. Durante il suo viaggio, imparerà che non basta un drago per salvare il mondo, ci vorrà anche fiducia e lavoro di squadra.