Facebook

Smile: l'horror con Sosie Bacon ancora primo al box office Usa, 90 milioni di incassi globali

Smile, horror interpretato da Sosie Bacon, si conferma campione di incassi al box office americano e raccoglie quasi 90 milioni globali, flop per Amsterdam di David O. Russell.

Smile 1
Smile: Sosie Bacon, Kyle Gallner in una scena del film

Non si arresta al corsa al box office USA dell'horror Paramount Smile, campione di incassi per la seconda settimana consecutiva con 17,6 milioni che lo portano a sfiorare i 50 milioni in patria. Altri 40 milioni incassati dai mercati esteri portano il film interpretato da Sosie Bacon e diretto dall'esordiente Parker Finn a un incasso totale di 90 milioni. Come rivela la nostra recensione di Smile, Sosie Bacon interpreta la dottoressa Rose Cotter, che assiste alla morte di un paziente psichiatrico. Dopo questo incidente, inizia ad accorgersi che le persone intorno a lei esibiscono uno strano comportamento, vale a dire un sorriso inquietante e incrollabile. Anche se all'inizio sembrano solo allucinazioni, Cotter indaga per scoprire la causa di quella che potrebbe essere una minaccia soprannaturale per la sua vita. Nel cast anche la star di The Boys Jessie T. Usher, Kyle Gallner, Kal Penn e Rob Morgan.

Alle spalle di Smile debutta il fantasy Il talento di Mr. Crocodile, col divo spagnolo Javier Bardem alle prese con un coccodrillo canterino. La commedia per famiglie apre con 11.5 milioni di incasso da 4.350 sale e una media per sala di 2.643 dollari.

Amsterdam
Amsterdam: Christian Bale, Margot Robbie, John David Washington, i protagonisti del nuovo film di David O. Russell

Ancor più fiacco il debutto di Amsterdam. La crime story di David O. Russell interpretata da una pioggia di star, che verrà presentata in anteprima alla Festa del Cinema di Roma, incassa solo 6,5 milioni in 3.005 sale, e segna una media per sala di 2.163 dollari. "Questa è un'apertura debole", afferma David A. Gross, che dirige la società di consulenza cinematografica Franchise Entertainment Research. "La cifra del fine settimana è inferiore alla media per un giallo e le recensioni non sono molto positive". Interpretato da Christian Bale, Margot Robbie e John David Washington, Amsterdam ricostruisce uno dei complotti segreti più scioccanti della storia americana.

Amsterdam, Margot Robbie: "Per interrompere Christian Bale l'ultimo giorno è arrivata la polizia"

Quarto, The Woman King, epico action al femminile interpretato da Viola Davis, che incassa altri 5,3 milioni arrivando a un totale di 54,1 milioni. Il film ha superato le attese e guarda ora agli Oscar con una possibile candidatura da record per la Davis. Al centro della storia le Agojie, l'esercito tutto al femminile del Regno del Dahomey nell'Africa occidentale nel 1800. Il film ha ottenuto ottime recensioni dopo il suo debutto al Toronto Film Festival nonostante le polemiche sollevate contro la regista Gina Prince-Bythewood sui social media.

The Woman King: nuove foto del film con Viola Davis e John Boyega

Don't Worry Darling scende al quinto posto con un incasso di 3,4 milioni che porta il film a un totale di 38,4 milioni. Non era scontato dopo gli scandali e pettegolezzi che hanno travolto il film prima e durante la premiere veneziana, tra presunti dissidi tra Wilde e la protagonista Florence Pugh, liason tra la regista e il divo del pop Harry Styles e la freddezza tra alcuni membri del cast emersa sul red carpet veneziano. Ma il pubblico americano ha dimostrato di essere poco attratto dai pettegolezzi e ben più interessato alla storia che, come svela la nostra recensione di Don't Worry Darling, è un racconto distopico ambientato in una comunità idilliaca degli anni '50 che nasconde orribili segreti.