Moon Knight: Oscar Isaac e Ethan Hawke commentano la protesta dei dipendenti Disney contro la legge anti-LGBTQ

Gli interpreti di Moon Knight, Oscar Isaac e Ethan Hawke, si sono schierati con i dipendenti Disney che protestano contro il disegno di legge anti-LGBTQ 'Don't Say Gay'.

NOTIZIA di 23/03/2022

Le star di Moon Knight, Oscar Isaac e Ethan Hawke, si sono schierati apertamente a favore della protesta dei dipendenti Disney contro la legge anti-LGBTQ 'Don't Say Gay', in fase di promulgazione in Florida.

Martedì, i dipendenti della Walt Disney Company si sono radunati di persona e online per protestare contro la risposta dell'azienda a una serie di leggi anti-LGBTQ che sono state approvate o sono in lavorazione in diverse legislature statali in tutto il paese. Alcuni dipendenti Disney, tuttavia, hanno dovuto lavorare, in particolare quelli che promuovono Moon Knight, l'ultima serie dei Marvel Studios che debutterà su Disney* il 30 marzo.

Ciò non ha impedito alle due star della serie, Oscar Isaac ed Ethan Hawke, di parlare dell'argomento.

"Penso che il mio commento sarebbe: gay gay gay gay gay gay gay gay gay gay gay gayyyyyy!" ha esclamato Isaac a Variety, improvvisando una canzone durante l'incontro stampa virtuale di Moon Knight.

"È una legge assolutamente ridicola", ha continuato l'attore, riferendosi in particolare alla legge "Don't Say Gay", approvata in Florida, che vieta l'istruzione sull'identità di genere e sull'orientamento sessuale. "È da pazzi. È follia. E spero che la Disney come azienda si opponga il più energicamente possibile a questa idea. È sorprendente anche solo che esista in questo paese".

Sebbene Ethan Hawke non sia entrato nel merito della legislazione e della controversia che circonda la risposta della Disney ad essa ("Non ne sono informato" ha ammesso) si è espresso sull'importanza della visibilità LGBTQ nella cultura popolare:.

"Il lavoro della mia vita è dedicato alla creazione di empatia. Sento il potere delle storie che ci raccontiamo. Se dici la verità sull'esperienza umana, inviti all'empatia. E più sono i luoghi in cui brilliamo, meno luoghi bui ci sono e c'è meno di cui aver paura. E più comprendiamo le reciproche esperienze, più umanità troviamo in esse e meglio ci sentiamo tutti. Quindi questo è il mio lavoro, ed è quello in cui credo".

Altri attori si sono espressi a sostegno delle proteste dei dipendenti Disney tramite i social media. Larry Wilmore ha pubblicato una foto di se stesso, del produttore Pilar Savone, dell'attrice Kerry Washington e della scrittrice Raamla Mohamed dal set.

Kerry Washington ha anche twittato una dichiarazione a sostegno dei "dipendenti LGBTQIA+ della Disney... e io sono con loro in questa passeggiata di oggi". Ha anche detto: "Non perdono le azioni o le inazioni della Disney in questo momento".

Mark Ruffalo, regular dei Marvel Studios nel ruolo di Bruce Banner/Hulk, ha ritwittato la dichiarazione di Kerry Washington scrivendo: "sono con voi, orgoglioso e solidale con la nostra famiglia LBGTQIA+!"