Face/Off - Due facce di un assassino

1997, Azione

Johnny Depp ha rinunciato a recitare in Face/Off quando ha capito che non era un film sull'hockey

Ecco la storia curiosa che si nasconde dietro il cult di John Woo.

Dietro ogni successo (o insuccesso) di Hollywood c'è sempre una storia strana, ma quella che stiamo per raccontarvi è davvero curiosa. Nel 1997 il regista di culto John Woo ha diretto il thriller Face/Off - Due facce di un assassino realizzando una pellicola che continua ad avere molti estimatori.

I piani, inizialmente, erano molto diversi. A dirigere Face/Off avrebbe dovuto essere il regista di Demolition Man Marco Brambilla, mentre Johnny Depp avrebbe dovuto recitare nel film a fianco di Nicolas Cage. Dopo aver letto la sceneggiatura, però, Depp rinunciò. La ragione? Dal titolo pensava che il film parlasse di hockey e quando si è reso conto che non era proprio così è rimasto deluso.

Leggi anche: Jack Sparrow: perché Johnny Depp dovrebbe amare e odiare il suo strambo pirata dei Caraibi

All'epoca Paramount stava tentando di trasformare il 27enne Johnny Depp in una star. In un primo tempo lo studio aveva deciso che avrebbe ingaggiato Nicolas Cage, che voleva a tutti i costi essere nel film, solo se anche Depp avesse accettato. Dopo aver finalmente letto la sceneggiatura, però, Depp ha rifiutato. Il titolo gli aveva fatto credere che fosse un film sull'hockey. Quando ha scoperto che non parlava di hockey ne è rimasto tanto deluso da rinunciare e con lui anche Marco Brambilla ha abbandonato il progetto. Alla fine l'arrivo di John Woo e John Travolta ha salvato la situazione.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Johnny Depp ha rinunciato a recitare in Face/Off...

Mostra i vecchi commenti

Pirati dei Caraibi 5: quando Johnny Depp convinse Paul McCartney a partecipare al film
Johnny Depp: la battutaccia sull'omicidio di Trump accolta tra applausi e contestazioni