Gwyneth Paltrow: "Quando Harvey Weinstein si è presentato a casa mia mi sono nascosta in bagno"

Un libro ricostruisce i timori di Gwyneth Paltrow di fronte a un sospettoso Harvey Weinstein, che temeva di finire in pasto ai media per le sue malefatte sessuali.

NOTIZIA di 11/09/2019

Gwyneth Paltrow ha confessato di essersi nascosta in bagno per evitare Harvey Weinstein, che si era presentato a casa sua a sorpresa.

Gwyneth Paltrow in una scena di Seven
Gwyneth Paltrow in una scena di Seven

Il racconto è contenuto in un nuovo libro, She Said, firmato dalle giornaliste del New York Times Jodi Kantor e Megan Twohey che indicano Gwyneth Paltrow come una delle principali accusatrici di Harvey Weinstein.

In un delicato passaggio, il libro descrive il panico provato da Gwyneth Paltrow quando il produttore si è presentato nella sua casa degli Hamptons costringendola a nascondersi in bagno. L'attrice premio Oscar stava collaborando segretamente con le due reporter per il libro dedicato a Weinstein, ma in un primo tempo non voleva che il suo nome emergesse per non essere messa al centro della storia. Successivamente, Gwyneth ha scelto di esporsi pubblicamente per incoraggiare altre donne che avevano lavorato con Weinstein a rendere pubblica la loro storia.

Jodi Kantor racconta di aver ricevuto una serie di sms e chiamate perse da Gwyneth Paltrow il 15 luglio 2017. "Harvey Weinstein si trovava nel soggiorno della casa di Gwyneth negli Hamptons. Lei si era chiusa nel bagno al piano di sopra per evitarlo."

La Paltrow aveva sentito Weinstein un paio di settimane prima perché lui era stato coinvolto in una festa che lei stava organizzando per trovare potenziali investitori per un musical e aveva chiesto di partecipare.

"Gwyneth ha sentito chiaramente che lui le stava mandando un messaggio, ti tengo d'occhio" scrive Kantor nel libro.

Brad Pitt è uguale alle sue ex? Gwyneth Paltrow commenta!

L'attrice ha finto di voler accettare i consigli di Weinstein per non insospettirlo, ma quando lui l'ha affrontata chiedendole se stesse parlando con i giornalisti lei ha deciso di dire la verità. Allora Weinstein si è presentato a casa sua prima degli altri costringendola a chiudersi in bagno per evitare il confronto. Alla fine Gwyneth è uscita dal bagno e ha affrontato Weinstein insieme alla sua assistente. Alla fine la festa si è svolta senza incidenti e le paure di Gwyneth si sono rivelate infondate.

Nel libro She Said viene rievocato anche il primo incontro tra Gwyneth Paltrow e Weinstein al Peninsula Hotel di Beverly Hills, quando lui le ha messo le mani sulle ginocchia proponendole di andare insieme nella sala massaggi. "La Paltrow faticava a capire cosa stesse succedendo. Vedeva Weinstein come una sorta di zio. Il pensiero che avesse un interesse di tipo sessuale verso di lei l'ha scioccata e le ha dato la nausea." Dopo un secondo tentativo l'attrice si è scusata ed è riuscita a lasciare la stanza per poi raccontare tutto all'allora fidanzato Brad Pitt che ha affrontato Weinstein minacciandolo di morte.