Grey's Anatomy: "Patrick Dempsey terrorizzava il set, ecco perché è stato cacciato"

Un libro in uscita su Grey's Anatomy svelerebbe i retroscena dell'uscita di Patrick Dempsey dalla serie e il regime di terrore instaurato dall'attore sul set.

NOTIZIA di 17/09/2021

L'uscita di scena del Dottor Stranamore dall'undicesima stagione di Grey's Anatomy sarebbe stato causato dal comportamento di Patrick Dempsey, che "terrorizzava il set" dando vita a scontri e problemi col resto del team. Questa la verità della produttrice esecutiva Lynette Rice raccontata nel libro How to Save a Life: The Inside Story of Grey's Anatomy.

Patrick Dempsey nel ruolo del dottor 'Stranamore' nella serie tv Grey's Anatomy
Patrick Dempsey nel ruolo del dottor 'Stranamore' nella serie tv Grey's Anatomy

In un estratto della guida non autorizzata su Grey's Anatomy, che uscirà negli USA il 21 settembre, pubblicato dall'Hollywood Reporter, James D. Parriott afferma la creatrice della serie Shonda Rhimes "aveva bisogno di una sorta di showrunner aggiuntivo per quattordici episodi", così lui è stato chiamato sul set di Grey's Anatomy per aiutare negli ultimi giorni di permanenza di Patrick Dempsey.

"Ci sono stati problemi di risorse umane. Non era in alcun modo legato a questioni sessuali. Stava quasi terrorizzando il set. Alcuni membri del cast hanno avuto ogni tipo di disturbo da stress post-traumatico con lui", ricorda Parriott nell'estratto. "Aveva questa presa sul set dove sapeva di poter fermare la produzione e spaventare la gente. La rete e lo studio sono intervenuti, abbiamo avuto degli incontri con loro. Penso che non ne potesse più sello show. Non gli piaceva l'obbligo di dover sul set ogni giorno e lavorare. Lui e Shonda non si sopportavano più."

Justin Chambers e Patrick Dempsey nei ruoli di Alex Karev e Derek Sheperd nella serie tv Grey's Anatomy, episodio 'Crescere, che fatica...'
Justin Chambers e Patrick Dempsey nei ruoli di Alex Karev e Derek Sheperd nella serie tv Grey's Anatomy, episodio 'Crescere, che fatica...'

Per quanto riguarda il suo comportamento sul set in quel momento, nel libro si riporta la dichiarazione di Patrick Dempsey in cui l'attore afferma: "Sono dieci mesi, quindici ore al giorno. Non conosci mai il tuo programma, quindi tuo figlio ti chiede: "Cosa fai lunedì?" E tu rispondi: "Non lo so", perché non conosco il mio programma. Farlo per undici anni è impegnativo. Ma devi essere grato, perché sei ben ricompensato, quindi non puoi davvero lamentarti perché non ne hai davvero diritto. Non hai il controllo sul tuo programma. Quindi, devi solo essere flessibile."

Sempre in How to Save a Life: The Inside Story of Grey's Anatomy, la produttrice Jeannine Renshaw svelerebbe che quando Shonda Rhimes ha assitito al comportamento sul set di Dempsey, è stata la scintilla che ha fatto traboccare il vaso:

"Shonda ha dovuto dire al network, 'Se lui non se ne va, me ne vado io.' Nessuno voleva che lui se ne andasse, perchè lui era lo show. Lui ed Ellen Pompeo. Patrick è un tesoro, ma questa industria ti incasina."

Grey's Anatomy 17: Derek e Meredith di nuovo insieme, il commento dei due attori

Alla fine il personaggio di Dempsey, il Dottor Stranamore, viene ucciso verso la fine dell'undicesima stagione anche se di recente l'attore è tornato nei panni di Derek Shepard nella stagione 17, dove compare in un sogno di Meredith ambientato su una spiaggia. Ma Parriott ha svelato che, prima di arrivare a uccidere Derek Shepard in un incidente, erano stati valutati vari piani per affrontare la tensione sul set.

"Avevamo ipotizzato tre diversi scenari che in realtà abbiamo dovuto accantonare perché non sapevamo fino a tre giorni prima che lui tornasse sul set quale dei tre ci saremmo trovati davanti. Non sapevamo se sarebbe stato in grado di negoziare l'uscita. Avevamo un'intera trama in cui lo avremmo tenuto a Washington, in modo da poterlo separare dal resto dello show. Non avrebbe dovuto lavorare di nuovo con Ellen. Poi avevamo valutato l'ipotesi in cui lui torna, non muore, e abbiamo ipotizzato quale sarebbe stata la relazione di Derek con Meredith. Poi c'era quello che abbiamo messo in atto. È stato folle. Non sapevamo se sarebbe stato in grado di negoziare la sua uscita. Alla fine è stato deciso che riportarlo indietro sarebbe stato troppo difficile per gli altri attori. Lo studio ha capito che sarebbero stati più problemi di quanto ne valesse la pena e ha deciso di andare avanti".