Christian Bale sarà il protagonista del prossimo film di David O. Russell

Christian Bale tornerà a lavorare con David O. Russell per la terza volta, dopo The Fighter e American Hustle; anche Angelina Jolie e Margot Robbie considerate per un ruolo.

NOTIZIA di 19/01/2020
American Hustle: Amy Adams, Christian Bale, Jeremy Renner, Jennifer Lawrence e Bradley Cooper in una scena
American Hustle: Amy Adams, Christian Bale, Jeremy Renner, Jennifer Lawrence e Bradley Cooper in una scena

Christian Bale tornerà a lavorare con David O. Russell per la terza volta, dopo The Fighter e American Hustle. Lo riporta il sito Collider, le cui fonti parlano di un progetto dal titolo provvisorio Amsterdam e incentrato sull'amicizia improbabile tra un medico e un avvocato. La produzione dovrebbe iniziare a breve, per venire incontro ad altri impegni professionali di Bale, e per gli altri ruoli sarebbero stati presi in considerazione Jamie Foxx, Angelina Jolie e Margot Robbie. Il film è prodotto dalla New Regency, e dovrebbe quindi uscire in sala distribuito dalla Disney con l'etichetta 20th Century Pictures.

Le metamorfosi di Christian Bale: 10 ruoli indimenticabili

Christian Bale ha lavorato con David O. Russell per la prima volta nel 2010, sul set di The Fighter, per il quale l'attore inglese ha vinto l'Oscar come miglior non protagonista nei panni di un ex-pugile con problemi di tossicodipendenza. Si sono ritrovati tre anni dopo per American Hustle - L'apparenza inganna, che è valso a Bale un'altra candidatura agli Academy Awards, questa volta come miglior protagonista. È stato successivamente candidato per la sua duplice collaborazione con Adam McKay, ossia La grande scommessa e Vice - L'uomo nell'ombra, mentre Russell ha ricevuto una nomination anche per Il lato positivo - Silver Linings Playbook, uscito nel 2012.

Il regista mancava all'appello dietro la macchina da presa dal 2015, dopo l'annullamento di un progetto televisivo: Russell avrebbe infatti dovuto dirigere un'ambiziosa serie per la piattaforma streaming di Amazon, con Julianne Moore e Robert De Niro nei ruoli principali, ma le accuse di molestie sessuali nei confronti del co-produttore Harvey Weinstein e dell'allora responsabile di Amazon Studios, Roy Price, portarono alla cancellazione definitiva del progetto. Per quanto riguarda il nuovo film, Collider sostiene che Margot Robbie sarebbe stata scelta al posto dell'attrice-feticcio del regista, Jennifer Lawrence, la quale ha recitato in tre lungometraggi consecutivi di Russell tra il 2012 e il 2015, con tre nomination all'Oscar e una vittoria.