C'era una volta a... Hollywood, Quentin Tarantino difende il suo Bruce Lee: "lui era così"

Quentin Tarantino difende il Bruce Lee di C'era una volta a...Hollywood, sostenendo la fedeltà del personaggio all'originale.

NOTIZIA di 13/08/2019

Quentin Tarantino ha risposto alle critiche sul personaggio di Bruce Lee presente in C'era una volta a...Hollywood, affermando che il personaggio non è impreciso rispetto all'originale.

Dopo che Shannon Lee, figlia di Bruce Lee, ha criticato il ritratto del padre nel film di Tarantino, il regista ha risposto duramente durante una conferenza stampa a Mosca, difendendo la sua scelta: "Bruce Lee era un ragazzo arrogante. Il modo in cui parla nel film non l'ho inventato del tutto, l'ho sentito nella realtà dire cose del genere. Se la gente dice: "Beh, non ha mai detto di voler picchiare Muhammad Ali", beh sì, l'ha fatto. Non solo lo ha detto lui, ma anche sua moglie, Linda Lee"

Quentin Tarantino e Marco D'Amore, l'intervista su cinema, spaghetti western e segreti (VIDEO)

Shannon Lee ha criticato aspramente il regista, lamentandosi della negatività che trasmette la figura immaginaria del padre:"È stato continuamente emarginato e trattato come una specie di seccatura di un essere umano dalla bianca Hollywood, ed è così che viene trattato nel film di Quentin Tarantino ".

Bruce Lee in una scena de I tre dell'Operazione Drago
Bruce Lee in una scena de I tre dell'Operazione Drago

In C'era una volta a...Hollywood Bruce Lee appare due volte, interpretato da Mike Moh, tra cui una scena in cui gironzola sul set di Green Hornet, denigrando il pugile Muhammad Ali fino a combattere contro il co-protagonista Cliff (Brad Pitt): "Cliff potrebbe sconfiggere Bruce Lee? Brad Pitt non sarebbe in grado di sconfiggere Bruce Lee, ma Cliff forse potrebbe." - ha detto Quentin Tarantino - "Se mi fate la domanda, 'Chi vincerebbe in un combattimento: Bruce Lee o Dracula?', sarebbe la stessa questione. È un personaggio immaginario. Se dico che Cliff può sconfiggere Bruce Lee, vuol dire che ho creato un personaggio immaginario in grado di battere Bruce Lee. La realtà della situazione è questa: Cliff è un berretto verde. Ha ucciso molti uomini nella seconda guerra mondiale in combattimenti corpo a corpo. Ciò di cui parla Bruce Lee è che ammira i guerrieri. Ammira il combattimento e la boxe è un'approssimazione più ravvicinata del combattimento come sport. Cliff non è uno sportivo, è un guerriero. È un uomo da combattimento."

Bruce Lee: il mito e l'eredità, 40 anni dopo

Ambientato nella Los Angeles del 1969 C'era una volta a... Hollywood vede protagonista l'attore televisivo Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) e la sua storica controfigura Cliff Booth (Brad Pitt) che tentano un rilancio di carriera in una Hollywood che ormai non riconoscono più. Tra gli interpreti del film ci saranno anche Al Pacino, Kurt Russell, Timothy Olyphant, Michael Madsen, Tim Roth, Damian Lewis, Emile Hirsch, Dakota Fanning e Luke Perry, nel suo ultimo ruolo prima della prematura scomparsa.